12 Febbraio 2020

Cyberbullismo, sto accanto ai ragazzi perché il sacrificio di mia figlia serva di lezione

scritto da

      Carolina, mia figlia, è stata la prima vittima riconosciuta di cyberbullismo. Ha 14 anni quando durante una festa beve troppo e perde conoscenza. Un gruppetto di ragazzi l’accerchia nel bagno, simulando atti sessuali su di lei, sempre più espliciti. Mentre la molestano, filmano la scena e le immagini finiscono su Internet. Nel momento in cui il video diventa virale, per Carolina inizia l’incubo: insulti e minacce, molti provenienti da persone che neanche conosce. Lei, l’amica di tutti, sempre sorridente ed entusiasta, si trova al centro di un’attenzione morbosa. Un peso insostenibile da sopportare, quelle...

07 Febbraio 2020

Bullismo e cyberbullismo: le minacce più temute da 1 adolescente su 3

scritto da

Quasi la metà degli adolescenti ha vissuto sulla propria pelle atti di bullismo da parte di compagni (44,9%, che sale al 46,5% nei maschi). A differenza del cyberbullismo che invece colpisce di più le ragazze: il 12,4% delle giovani ammette di esserne state vittima, contro il 10,4% dei ragazzi.È questa l’allarmante fotografia scattata da Terre des Hommes e ScuolaZoo attraverso i risultati dell’Indagine dell’Osservatorio indifesa, che ha raccolto le opinioni di 8mila ragazzi e ragazze delle scuole secondarie in tutta Italia su violenza, discriminazioni e stereotipi di genere, bullismo, cyberbullismo e sexting diffusi in...

06 Febbraio 2020

Contro bullismo e cyberbullismo serve l'educazione affettiva

scritto da

Ciripò si sente alle corde. Ciripò non si sente amato. Anzi, è sicuro che quello che fa non interessa a nessuno. A volte pensa che, se lui non ci fosse, se potesse scomparire da un momento all’altro, nessuno si accorgerebbe della sua mancanza e tutti vivrebbero a loro agio. Fa sempre questi pensieri tristissimi, quasi disperati, giorno e notte: tutti si sentirebbero liberati dal suo ingombrante peso quotidiano. Rannicchiato, ripensa ai suoi compagni che lo guardano con disgusto e lo prendono in giro, ricorda la paura e l’ansia che prendono il sopravvento, lo assalgono di nuovo e lo fanno sentire insicuro, senza fiducia in se...

19 Dicembre 2019

Protocollo Zeus: contro la violenza domestica puntare sulla prevenzione

scritto da

    E' iniziato come un progetto pilota, una scommessa. Sta procedendo come un successo che fa scuola, come dimostrano gli ultimi dati. Il Protocollo Zeus, nato il 5 aprile dello scorso anno, è stato da poco rinnovato fino a fine 2022 e affronta la piaga della violenza di genere da un punto di vista innovativo: punta a bloccare le recidive degli episodi di violenza sul nascere, quando ancora non sono caduti nella fattispecie del reato penale intervenendo direttamente sul maltrattante fermandolo, sottolineando il disvalore sociale delle sue condotte, rieducandolo e riabilitandolo. Dietro a questa scommessa ci sono la volontà...

16 Settembre 2019

Scuola, cosa aspettarsi dal nuovo ministro?

scritto da

      Dopo la crisi di governo, il nuovo esecutivo ha giurato al Quirinale, nella prima settimana di settembre. Incassato il voto di fiducia, rinnovati equilibri e una nuova maggioranza hanno delineato un quadro inedito. Al dicastero dell’Istruzione, Università e ricerca è andato Lorenzo Fioramonti (M5S). Il suo curriculum che è già sui siti istituzionali dice di lui che è un accademico, esperto di economia e di Africa e che della politica non è un neofita, perché nel primo governo Conte era viceministro e sottosegretario del predecessore Busetti.   Fioramonti si occuperà di scuola e dunque di formazione....

27 Settembre 2018

Figli virtuali: i dieci comandamenti per sopravvivere al mix adolescenza-web

scritto da

        Il primo Rapporto Auditel-Censis su convivenze, relazioni e stili di vita delle famiglie italiane, presentato al Senato contiene numeri ansiogeni; se non per tutti, almeno per molti. Il rapporto, come si può leggere sul Sole 24 Ore,dice che il 17,6% dei bambini tra i quattro e i dieci anni possiede il cellulare, il 6,7% utilizza il pc fisso, il 24,2,% il portatile, il 32,7% il tablet e il 49,2% è connesso al web. L'ansia, ovviamente, non sta tanto in queste cifre comunque clamorose - difficile spiegarsi a cosa possa servire un cellulare, un pc o un tablet a un bambino di 4 anni se non a svolgere il ruolo di...

31 Maggio 2018

Bullismo, come spezzare la catena delle umiliazioni

scritto da

Marta ha 12 anni e frequenta le scuole medie. Il nome è di fantasia ma i suoi racconti fanno eco a quelli di molti altri ragazzini della sua età, vittime di bullismo. «Nella mia classe c’è una bulla con le sue amiche… mi insultano e mi offendono in continuazione, mi prendono in giro perché non sono magra, durante le lezioni mi passano bigliettini con offese e cose non vere su di me…». “Ma sono anche manesche … succede anche che andando in palestra mi diano degli schiaffi e mi facciano cadere… o facciano a gara a sporcarmi i vestiti, dicendo che tanto non sono alla moda e che almeno non li indosserò più … mi...

11 Aprile 2018

Beatrice e la nostra incapacità di liberarci dai modelli

scritto da

    Sabato scorso durante il serale del programma televisivo Amici, la ballerina Lauren, che partecipa al talent ideato da Maria De Filippi, è stata attaccata dalla maestra di ballo Alessandra Celentano. Lauren, fisico e muscoli scolpiti dalla ginnastica artistica, secondo l’insegnante è in sovrappeso, non ha la forma fisica adeguata per il lavoro che sogna di fare: la danzatrice professionista. Un’affermazione forte che ha portato la ragazza a sfogarsi in diretta Tv dopo aver ballato in un modo splendido sulle note della canzone resa famosa da Marilyn Monroe “Diamonds are girl’s best friends” : «Prima di questo...

26 Febbraio 2018

"Scosse" anti-stereotipi: la bella fatica di "educare alle differenze"

scritto da

    Anche per combattere gli stereotipi ci vuole metodo. Soprattutto se la missione è quella di portare la lotta dove può dare i risultati migliori: nelle scuole, tra bambine, bambini e adolescenti. Lo sa bene la squadra di Scosse, associazione di promozione sociale nata a Roma nel 2011 dall'idea "sovversiva" di un gruppo di ragazze. «Volevamo provare a costruire un'organizzazione che partisse dall'università per portare nella società tutto il lavoro sugli stereotipi e di contrasto alle discriminazioni», racconta la presidente Monica Pasquino. «Volevamo che l'eccellenza universitaria si aprisse al mondo della scuola»....

13 Febbraio 2018

A volte dove fallisce la società offline arriva l'inclusione di Facebook

scritto da

    Mentre in Italia in questi giorni si dibatteva sui licei bene di Roma e Milano che per attrarre nuove leve si sarebbero fatti portatori di atteggiamenti discriminatori, identificando tra i propri punti di forza l’assenza tra gli alunni di marocchini, poveri e handicappati, io ero a Londra, a vedere le comunità nate dentro Facebook prendere vita. Dalla foto profilo online a sedersi vicino a quei ‘Community Builders’ che amministrano (è questo il termine tecnico) ogni giorno 200 milioni di persone iscritte ad un gruppo significativo per loro su Facebook. Fightthestroke era tra questi, al primo Summit Europeo delle...