12 Gennaio 2020

Avvocatura, quel freno tirato sulla carriera delle donne

scritto da

        Nel mondo obliquo del gender gap declinato in tutte le salse, dall'accesso al mondo del lavoro passando per le differenze di retribuzione e per finire alle opportunità di carriera,  le professioniste non fanno eccezione. Partono numericamente in minoranza nel percorso di lavoro e "corrono" con piombi pesanti ai piedi. Chi arriva al top degli studi è una mosca bianca. Parte da qui, da chi ce l'ha fatta a infrangere il soffitto di cristallo l'inchiesta del Sole24Ore del Lunedì (in edicola il 13 gennaio) sulla diversity applicata al mondo degli studi legali. Con sei protagoniste di tutto rispetto, al top tra...

12 Marzo 2018

Più donne non significa più parità: il caso delle avvocate e la sfida di AslaWomen

scritto da

    In Italia un avvocato su due è donna. E il loro numero sembra destinato a crescere visto che, come attesta la Cassa forense, dal 1981 a oggi il numero delle professioniste è aumentato in modo costante. Nel 1981 le donne che esercitavano la professione in Italia erano solamente il 7%, ma a partire dagli anni '90 il loro numero è passato al 15%, per poi crescere nuovamente fino ad arrivare al 21% nel 1995, al 30% nel 2001, al 36% nel 2005 e raggiungere il picco del 48% nel 2016.  Non solo. Attualmente in alcune regioni del centro Nord nelle fasce più giovani (26 – 34 anni), il numero di avvocate è persino...

21 Marzo 2017

Numeri, controllo del rischio e applicazione delle norme. Compliance, una professione sempre più al femminile

scritto da

Chi l'avrebbe mai detto che il rigore dei numeri, il controllo del rischio interno ed esterno nelle aziende, e l'applicazione rigorosa della norme fosse un mestiere perfetto per le donne? Eppure, più che gli studi e le analisi di settore, l'esperienza concreta sta dimostrando come la compliance quella funzione aziendale che punta ad assicurare comportamenti corretti e trasparenti all'interno e all'esterno di un'azienda, garantendo l’integrità e la reputazione di una azienda, dei suoi managers e dei suoi collaboratori sia fatto a misura di donna. La compliance in organizzazioni sempre più complesse assume una valenza strategica...

23 Gennaio 2017

Penaliste nel terzo millennio. L'identikit di una professione

scritto da

Sono tante, vivono il proprio lavoro come una vera passione (tale da rinunciare, a volte, anche ai figli), eppure continuano a occuparsi di cause di minor rilevanza e a essere pagate meno dei penalisti. È il ritratto delle penaliste italiane che emerge dal libro, appena pubblicato, dell’avvocata milanese Ilaria Li Vigni “Penaliste nel Terzo millennio”. Si tratta di un saggio che approfondisce l’evoluzione della professione di penalista nel nostro Paese, partendo da avvocate celebri come Tina Lagostena Bassi e Bianca Guidetti Serra per arrivare a quelle nel terzo millennio, a cui l’autrice ha deciso di dare voce con un...