Simona Rossitto

Quando in Sicilia frequentavo le medie, la Prof. di italiano insisteva perché da grande provassi a fare la giornalista. L’ho presa in parola, passando, in 15 anni di lavoro, dalla cronaca agli spettacoli fino alla giudiziaria e alla finanza di cui mi occupo attualmente. Il tutto cercando di conservare l’amore per l’inchiesta imparato da un grande cronista, Silvano Rizza. Superata l’ansiogena soglia degli anta, mamma da cinque anni di un bambino meraviglioso, mi chiedo solo ora cosa farò da grande.
10 Ottobre 2018

Bambini, in Italia aumentano a 5.788 i minori vittime di reati (+8%)

        Neanche l’Italia sembra essere un Paese per bambine. Domani 11 ottobre è il giorno in cui si celebra, da sette anni, la Giornata mondiale delle bambine. L’ha inaugurata l’Onu, nel 2012, per puntare i riflettori sui diritti negati e sulle situazioni drammatiche frequenti soprattutto nei Paesi in via di sviluppo. Ma le notizie, anche dal fronte nostrano, non sono buone. I minori vittime di reati in Italia sono aumentati, nel 2017, dell’8% alla cifra di 5.788. Rispetto a 10 anni fa si registra un’impennata del 43 per cento. Lo raccontano i dati del Comando Interforze della Polizia di Stato, elaborati nel...

03 Ottobre 2018

Maschile plurale: "No al Ddl Pillon, sì a un vero congedo di paternità"

      Una signora di una certa età si avvicina a un padre che sta spingendo la figlia più grande sull’altalena e, nel frattempo, non perde d'occhio il piccolo che si agita sul passeggino. “Signore, se lo faccia dire, lei è un mammo perfetto”. In queste parole sono riassunti tutti gli stereotipi che, certamente, sono meno presenti nelle generazioni più giovani, ma pesano ancora nel triangolo padre-madre-figli. La donna, secondo i vecchi schemi, deve prendersi cura dei figli, l'uomo deve lavorare e portare i soldi a casa; e, nel caso in cui il padre sia partecipe nell’educazione dei figli, non sta...

19 Settembre 2018

Femminicidi: dal Governo "continuità al piano antiviolenza di Boschi e impegno su risorse"

      Giovanna S. (il nome è di fantasia) ha subito per anni la violenza del marito. Dopo un lungo iter burocratico e giudiziario partito dalle sue denunce, l'uomo è stato di recente condannato da un tribunale italiano a tre anni e sette mesi di reclusione. Alla lettura della sentenza erano presenti le figlie, che hanno sostenuto la madre e si erano costituite parte civile. Lei, Giovanna, non ce l’ha fatta ad arrivare alla sentenza: è morta, mentre il processo era in corso, di cancro. La storia di Giovanna è una delle tante che vengono raccolte e seguite dai centri antiviolenza. Una delle storie di violenza contro...

05 Luglio 2018

Generazioni alla prova del lavoro: i 35-49enni più penalizzati

    Dal fronte del lavoro buone notizie per i più giovani e i più anziani, meno buone per la generazione di mezzo. A maggio scorso gli occupati ultracinquantenni sono cresciuti di 98mila unità, i 25-34enni di 31mila. Unica nota dolente è quella per i 35-49enni, fascia generazionale che conta, rispetto al mese precedente 11mila occupati in meno.  Lo spaccato di come si evolve l'occupazione a livello generazionale si trova negli ultimi dati diffusi dall'Istat sull'occupazione dai quali emerge, in generale un quadro positivo, con 114mila occupati in più rispetto ad aprile e ben 457mila occupati in più rispetto allo stesso...

20 Giugno 2018

Migranti minori: oltre 4mila italiani pronti a fare i tutori. La Garante: "L'Italia è un Paese solidale"

    Nella nave Aquarius ce n’erano 123, in Italia a fine 2017 se ne contavano oltre 18.000, nel 2018 ne sono arrivati oltre duemila. Sono alcuni numeri dei minori stranieri non accompagnati. Bambini e ragazzi in fuga da guerre, soprusi e fame che, una volta approdati sulle coste italiane, godono delle tutele previste dalla legge Zampa, in vigore da circa un anno. Un problema nel più ampio problema dei flussi migratori verso l'Europa che sta occupando le pagine di cronaca da giorni. Tra le principali novità della legge Zampa c’è l’istituzione del tutore volontario. Una figura “importante” che ha avuto grande...

06 Giugno 2018

Un lavoro nella moda per le donne vittime di violenza

    Donne che subiscono violenza e, nonostante tutto, tornano ogni volta dal partner, non ce la fanno a staccarsi, non riescono a vivere una loro vita nuova e autonoma. A volte, al di là di spiegazioni psicologiche complesse, storie particolari e mondi complicati da indagare in maniera generalizzata, c’è un motivo molto pratico e comune a molte: ci sono donne che non sono indipendenti economicamente, donne che, da sole, non riescono a guadagnarsi da vivere o a dare sostegno ai loro figli. Per questo iniziative come quella recentemente lanciata da Confindustria Firenze, Associazione San Colombano-Alta Scuola di Pelletteria...

24 Maggio 2018

Strage di Capaci, un corteo per riappropriarsi delle periferie romane

  C’è un Municipio a Roma, il VII, che copre un vasto territorio che va da Appio-Latino fino a Cinecittà, Nuova Romanina e Nuova Tor Vergata. Arriva da zone limitrofe al centro fino alla periferia. Un territorio molto popoloso e variegato all'interno del quale c’è stato il raid al bar di via Barzilai, con quattro arresti tra i Casamonica.  In questo territorio, grande come una media città italiana, ci sono zone dove scarseggiano gli spazi di socializzazione e il verde, dove c'è povertà e manca l'inclusione. Fornendo, dunque, terreno fertile per il proliferare della criminalità. Per questo il 23 maggio,...

09 Maggio 2018

Storie dell'altro mondo: Alphonsine, la suora-meccanico che in Burkina Faso guida un'officina

    Dimentichiamo le strade asfaltate delle nostre città. Dimentichiamo la pausa pranzo al bar o alla tavola calda. Dimentichiamo l’aria condizionata e l’acqua corrente che funziona stabilmente. Dimentichiamo i diritti alla parità di genere e le possibilità per le donne di arrivare ai vertici. E pensiamo per un attimo a campi incolti, bambini scalzi, mancanza di acqua, malattie, povertà, attentati. Benvenuti in Africa, Burkina Faso. Un Paese dove l'aspettativa di vita , a causa soprattutto della diffusione dell’Aids e della mancanza di una sanità adeguata, è inferiore ai 50 anni. Un Paese, con un Pil procapite di...

25 Aprile 2018

Paolo Borrometi, giornalista sotto scorta: "Resto libero di pensare e scrivere"

  “Non arrendetevi mai ai desiderata degli editori, lottate per vedere pubblicati i vostri articoli. Noi giornalisti abbiamo una cosa che è sovrana su tutte: la notizia. Se siamo davanti a una notizia dobbiamo fare di tutto per scriverla. Troppo spesso aspettiamo i comunicati stampa, invece è importante parlare con le persone. Troppo spesso siamo noi stessi a essere remissivi nei confronti degli editori e dei direttori. Dobbiamo sempre ricordarci che l’articolo 21 della Costituzione sancisce il diritto/dovere a informare ma, guardando l’altra faccia della medaglia, è soprattutto il diritto della gente a essere informata....

12 Aprile 2018

Consigliera di parità, una strada gratuita per le vittime di molestie e discriminazioni

    Siete vittime di discriminazioni di genere o molestie nel lavoro? Oltre alla classica via di rivolgervi a un legale per vedere tutelati i vostri diritti c'è un’altra opportunità, meno nota: ricorrere alla consigliera di parità, una figura che ha il compito  di verificare l’attuazione dei principi di uguaglianza e di pari opportunità. La consigliera, che è un pubblico ufficiale, può anche andare in giudizio a supporto di chi ha subito discriminazioni. Si tratta tuttavia di  una strada poco battuta, un istituto gratuito ma poco conosciuto. E, soprattutto, si tratta di una figura, spiegano le consigliere di...