Francesco Dell'Acqua

Vivo a Milano, la mia città. Uso il gel per capelli, convinto che prima o poi tornerà di moda. Partito dalla filosofia ermeneutica, da diversi anni sono autore televisivo, e appena posso gioco con la mia immaginazione. Non ho né fidanzato né figli, tranne quando gioco con la mia immaginazione. Sempre curioso di quello che non conosco, sono un normale equilibrio di difetti incastrati tra loro. E va bene così. Mi batto da quando sono nato perché tutte le diversità abbiano uguali diritti. Compresa la mia. Attivista per le Unioni Civili al fianco di Monica Cirinnà. Non tollero la parola “tolleranza”. Perché si tollerano le zanzare, le persone si rispettano. Su twitter e Instagram: @fraqqua.
27 Giugno 2020

Quello che del pride non leggi sui giornali

  Ripubblichiamo, con qualche variazione, un post dell'autore.Perché neli anni si cambia... Che se poi ti domandi, ma che cos’è il Pride?, sapresti davvero dirlo? Perché non è una risposta facile, nemmeno per te che lo vivi e lo aspetti ogni volta. Certo, è la manifestazione che ogni anno commemora in tutto il mondo la rivolta partita dallo storico locale gay Stonewall Inn - avvenuta a New York la notte tra il 27 e il 28 giugno dopo l’ennesima aggressione della polizia - ma è questo il Pride? O per meglio dire, è solo questo? La commemorazione di una rivolta avvenuta ormai 50anni fa? Ovviamente no, è molto,...

08 Giugno 2020

Città Sommersa: una figlia, un padre e l'Italia degli anni di piombo

    Città Sommersa tiene ben unite tre storie, tre livelli di racconto: quella di Marta (Barone), che dopo la morte del padre, Lorenzo Barone, inizia a ricostruire la sua vita  e giovinezza in parte misteriosa e ad un certo punto sileziosa; la storia di L.B., ragazzo del Sud arrivato a Torino per militare al fianco di quegli operai immigrati trattati come bestie; e la storia degli anni di piombo, di quella sinistra extraparlamentare estrema, pericolosamente attrattiva e fanatica, che trasformò la rivendicazione sociale in una sanguinosa lotta armata. Grazie a questa stratificazione narrativa e temporale, leggere questo libro...

31 Maggio 2020

La Corsa di Billy, il cult da 10 milioni di copie su gay e sport

A credere a certe coincidenze, a come certi libri ti vengono a cercare, ci si diventerebbe matti. Appena ho iniziato a leggere La Corsa Di Billy, mi si è stretto qualcosa in pancia, sotto forma di fastidio. Ecco, ho pensato, il solito libro di formazione gay che non ho voglia di leggere, pensando (e sbagliando) ormai di sapere tutto, di avere imparato tutto, di poter bollare come "vittimismo letterario" un racconto di dolore forse talmente ancora vivo, da dovermene difendere con uno stupido pregiudizio. Come se bastasse quello che hai vissuto tu, per capire il mondo, e non volerlo più sentire soffrire. Stavo per...

13 Ottobre 2019

"Mio Fratello Si Chiama Jessica", il nuovo romanzo di John Boyne è sui ragazzi transgender

      "E se suo fratello gli aveva tagliato la coda di cavallo, cosa avrebbe potuto fargli qualcuno che non conosceva?".   "Mio fratello si chiama Jessica" di John Boyne (l'autore de "Il bambino con il pigiama a righe")  è un libro potente. Un piccolo libro potente. La storia di un amore profondo tra due fratelli, raccontata da Sam - tredicenne, il più piccolo - che vede Jason, il suo idolo - 17 anni - diventare Jessica. Un racconto scritto in minuscolo, spesso non avendo le parole per raccontare qualcosa di così grande e anche complicato come la vita, la libertà, la cattiveria di chi non vuole accettare, e l'amore a...

29 Giugno 2019

Che cos'è il Pride?

    Che se poi ti domandi, ma che cos'è il Pride? Sapresti davvero dirlo? Perché non è una risposta facile, nemmeno per te che lo vivi e lo aspetti, ogni anno.  Cos'è il Pride? Certo, certo, è la manifestazione che ogni anno commemora in tutto il mondo la rivolta dello storico locale gay Stonewall Inn di New York, avvenuta la notte tra il 27 e il 28 giugno dopo l’ennesima vessazione della polizia. Roba che si trova su Wikipedia, con una Googlata qualunque. Ma è questo il Pride? O per meglio dire, è solo questo? La commemorazione di una rivolta avvenuta oggi 50anni fa? Ovviamente no, è molto, infinitamente di più....

30 Giugno 2018

Dai ragazzi di Stonewall del '69 al pride di oggi a Milano

    Poi ti accorgi, ad un certo punto della giornata, che è il 28 giugno, e che è il 49esimo anniversario della “notte” dello Stonewall. La notte in cui - stanchi di subire le incursioni immotivate e violente della polizia all’interno del loro locale (lo Stonewall Inn di New York) - i ragazzi  di quel lontano 1969, si ribellarono all’ennesima retata, dando vita al movimento di rivendicazione LGBT in tutto il mondo. Guardi una foto trovata su Google. Ci sono alcuni dei ragazzi di quella notte. Li vedi in posa, senza nome, per l’obiettivo di Fred Mc Darrah. Dietro c’è l’insegna del locale. Li guardi, e pensi...

13 Giugno 2018

LGBTQI e salute: quando rivolgersi a un medico può voler dire essere discriminati

    Bullizzato e preso in giro dal chirurgo riguardo l’uso dei suoi genitali solo perchè omosessuale. La denuncia risale al gennaio del 2018 e proviene da un ragazzo napoletano che ha vissuto questa esperienza di omofobia presso l’ospedale di Cotugno, Napoli. Non si tratta purtroppo di un caso isolato. Che non tutto il personale medico e sanitario italiano sia adeguatamente formato e preparato per affrontare e rispettare i pazienti LGBTQI è un dato di fatto.  Diversi enti e associazioni, tra cui l'Agenzia per i Diritti Fondamentali dell'Unione Europea, hanno messo in luce come le persone LGBTQI, rivolgendosi a...

21 Maggio 2018

Se è femmina la chiamo Antonio. I nomi del futuro? Saranno gender fluid.

    I primi decenni del 21esimo secolo si stanno caratterizzando per una forte ridiscussione e riassegnazione culturale dei generi maschile/femminile, soprattutto nella cultura occidentale e tra le nuove generazioni. L’ennesimo segnale in questo senso arriva proprio dai nomi. Che esistano dei nomi di persona usati sia per i maschi che per le femmine - i cosiddetti gender neutral - è cosa nota da sempre, soprattutto nelle lingue germaniche più diffuse - inglese e tedesco - che conservano al loro interno il genere grammaticale neutro. Non c’è dunque da sorprendersi che ci siano genitori che scelgano questi nomi per i...

23 Aprile 2018

Fanny e Stella: i ragazzi vestiti da ragazze che l’Inghilterra voleva condannare

    Ogni rivendicazione provoca un’opposizione. Quasi come se fosse la terza legge della dinamica, o quantomeno della dinamica storica: le minoranze - o maggioranze - a cui sono negati libertà, uguaglianza e diritti, affermandosi innescano - e dunque palesano - l’opposizione alla loro rivendicazione. Anzi, si potrebbe dire che la prima ed essenziale tappa di ogni rivendicazione, sia proprio quella di rendere visibili - costringendoli ad uscire allo scoperto - i propri oppositori. Oppositori che, per paradosso, spesso contribuiscono così a rafforzare e costituire la rivendicazione stessa. Parlando di diritti lgbt, in...

19 Marzo 2018

Diritti civili: battaglia popolare o questione d’élite?

    Una delle analisi più ripetute dopo l’esito delle elezioni politiche del 4 marzo, sostiene che in Italia la sinistra si sia trasformata da partito popolare, a partito di élite, votata dai ceti più abbienti del centro storico, e quasi ignorata nelle periferie. Tra le argomentazioni usate per sostenere questo mutamento, quella che più colpisce riguarda principalmente il Partito Democratico, che ha governato l’ultima legislatura. Secondo alcuni avrebbe smesso di occuparsi dei problemi dei cittadini più in difficoltà, (specialmente al sud), per fare invece battaglie più “fighette” e da salotto bene, come i...