Elena Delfino

Volevo fare la giornalista per raccontare i fatti, ma poi mi sono innamorata delle storie. E ho scoperto che le storie più belle, non a caso, si chiamano imprese. Da quasi vent'anni il mio mestiere è andare oltre ai numeri e dare volto e voce alle persone che hanno avuto il coraggio di credere in un'idea e trasformarla in business imprenditoriale. Molte di loro sono donne. Molte di più di quanto vi facciano credere. Su twitter @Elenadelfy
22 Settembre 2020

Risk management, quali sono le nuove frontiere nel postcovid?

        Che cosa significa l’impatto di un’esperienza condivisa di lockdown globale, anche a livello di diversity&inclusion? In che modo questo influenzerà le organizzazioni, le loro strategie e scelte, la comunicazione, la gestione delle risorse? Com’è cambiata la percezione? Sono le domande da cui parte l'edizione italiana del Dive In Festival, promossa da Anra, l'Associazione Nazionale dei Risk Manager, che si concluderà il 24. L'evento avrà luogo contemporaneamente in 50 Paesi nel mondo. Anra è costituita da risk officer, risk manager e insurance manager che operano quotidianamente nella professione....

06 Settembre 2020

Riccardino, l'ultimo Montalbano di Andrea Camilleri (forse)

      Andrea Camilleri ha consegnato il manoscritto di 'Riccardino' a Elvira Sellerio, sua amica ed editrice storica, nel 2005 con la promessa che il romanzo, l'ultimo con Montalbano, sarebbe dovuto uscire a conclusione della serie. Aveva 80 anni Andrea Camilleri, si sentiva stanco, ma l'idea di congedo si dimostrò prematura. Lo scrittore e regista e sceneggiatore e drammaturgo italiano che avrebbe compiuto 95 anni oggi, si è spento nell'estate 2019. Fino alla morte Camilleri scrisse altri romanzi e racconti. L'ultimo Montalbano, Il metodo Catalanotti, lo terminò nel 2018. Quel Riccardino del 2005 viene risistemato da...

25 Agosto 2020

Che cosa ferma le donne che sognano di fare impresa?

    Circa 2 donne su 3 che vivono nell'area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) aspirano ad avere un'impresa, ne hanno attualmente una o ne hanno avuta una in passato. E' uno dei dati che emerge dalla ricerca “Women and entrepreneurship”, realizzata dalla società di ricerca One Poll e promossa da Herbalife Nutrition, che svela le motivazioni che spingerebbero le donne ad avviare un’attività imprenditoriale in proprio, raccontando anche le sfide e le difficoltà quotidiane che, invece, incontrano spesso sul luogo di lavoro. Il sondaggio è stato condotto dal 18 marzo al 7 aprile di quest'anno, su un campione di 9mila...

31 Luglio 2020

Imprenditrici: ecco il fattore C che le frena (e no, non è il Covid)

  C'è un pre Covid e un post Covid nell'anagrafe delle imprese fondate da donne secondo l'ultimo Rapporto sull’imprenditoria femminile realizzato da Unioncamere. Un esercito di un milione e 340mila aziende, il 22 per cento del totale in Italia, che negli ultimi cinque anni è cresciuto molto più velocemente di quelle guidate da uomini: +2,9 per cento contro +0,3 per cento. Ma tra aprile e giugno di quest'anno si sono registrate oltre diecimila iscrizioni in meno da parte di neo-imprenditrici rispetto allo stesso trimestre del 2019. Perché? L'ipotesi più accreditata, condivisa sia da Carlo Sangalli, presidente di...

30 Giugno 2020

Donne che scelgono di fare impresa con il mare

      E’ come un richiamo, ed è più forte se ci vivi vicino. Ma non sempre chi risponde alla voce del mare lo fa per romanticismo. A volte è una tradizione di famiglia, a volte è una questione pratica. Quello che è certo è che le professioniste della pesca, o più genericamente del settore ittico, esistono, ma come in diversi altri ambiti occupazionali sono poco rappresentate. O meglio, per l’immaginario collettivo a pescare o a navigare sono soprattutto uomini. Invece, secondo gli ultimi dati della Fao disponibili, che risalgono al 2015, “sebbene si stimi che le donne costituiscano quasi la metà della forza...

27 Maggio 2020

Concerti, come saranno nell'era del Covid19?

      "Credo nel sole anche quando piove, la frase di Anna Frank è stata ed è il mio mantra in questo periodo, che ha messo in ginocchio il mio settore di attività", racconta Valeria Arzenton, cofondatrice e direttore generale di Zed Enterteinment, nota anche come ZED!. La società padovana organizza concerti e spettacoli dal vivo ed è anche proprietaria o ha in gestione teatri, palasport e stadi nelle città di Brescia, Padova, Treviso, Mantova e Forlì. E secondo le stime di Assomusica, per le misure prese per contrastare il Covid 19, a fine stagione estiva le perdite per il solo settore live ammonteranno a circa 350...

13 Maggio 2020

Covid19, le domande che non hanno ancora risposta

      "So che questo sarà uno delle migliaia di post tutti uguali sull’argomento, so che non servirà a niente. Ma so anche che non mi arrendo". Conclude così il suo post su Facebook P.D. 44 anni, mamma di due bimbi di 4 e 5 anni, appena rimasta vedova. Il marito, noto commercialista di un paese in provincia di Bergamo, è scomparso in poco meno di un mese a 55 anni per il Covid19. Nessuna patologia pregressa ma non è questo il punto in una tragedia immane. "Il punto - prosegue l'autrice del post - è che nonostante mio marito sia morto a causa del Covid, io non abbia avuto nessun diritto di fare un tampone in quanto...

06 Maggio 2020

Covid-19, perché i bambini di Lesbo possono aiutare i nostri

In questo inizio di "Fase 2", in tempi di lockdown e coronavirus, sempre più la domanda è: e i bambini? I minori, dalla prima infanzia alla adolescenza, quelli della nostra comunità si intende, sembrano i grandi dimenticati della pandemia. Oltre a non avere soluzioni certe in termini di salute pubblica per garantire ai più piccoli il diritto allo studio, alla socialità, alle relazioni, ci sono anche altri minori, ancora più in difficoltà, che sembrano dimenticati. In questi giorni è stato pubblicato nella rivista  "Medico e Bambino", a firma di Alessandro Ventura, Professore emerito di Pediatria, già direttore della...

31 Marzo 2020

Nessuno si salva da solo. E qualcuno lo sapeva prima del Covid 19

      "Mentre eravamo in auto con alcune ragazze entusiaste di iniziare il progetto di difesa personale, diretti verso la favela più lontana dal mare, Marco diventava sempre più scuro in viso". Ancora una manciata di chilometri e poi: "Roberta, mi ha detto, senza scollare lo sguardo dalle notizie sullo smartphone, dobbiamo trovare un volo per l'Olanda al più presto, a brevissimo potrebbero chiudere gli aeroporti qui in Brasile". E così è stato. Roberta e Marco Kuis, marito e moglie, olandese lui, italiana lei - un omaggio all'anagrafe superfluo per chi i confini è più abituato a superarli che a chiamarli per nome -...

19 Marzo 2020

Coronavirus, perché non cambia la vita per gli smart worker di professione

    Dalla mia postazione (leggi divano) di smart working alzo lo sguardo oltre lo schermo del computer e intercetto l'orologio della cucina. Sono le 16 e 20. E' tempo di alzarsi, mettersi le scarpe, verificare di avere prima tolto o adeguatamente abbinato il pigiama (si chiama mix and match) e scaraventarsi a prendere Francesco a scuola. Peraltro arrivando in ogni caso in ritardo perché alla mia età le abitudini aiutano a vivere meglio. Peraltro arrivandoci in auto, anche se la scuola è a duecento metri da casa, tornando ogni volta con un carico di sensi di colpa per l'uso improprio del mezzo e con una carico uguale e...