Barbara Nepitelli

Giornalista parlamentare, segue temi di economia e finanza.
Radici profonde nella città in cui è nata 55 anni fa, Roma, e nelle terre amatriciane da cui viene la famiglia, ha la testa nei viaggi per il mondo e nei libri. 
Ama i mulini a vento di don Chisciotte ed attualmente è impegnata nell’esplorazione del misterioso mondo dei bambini grazie al suo piccoletto di origine vietnamita, insieme a suo marito e agli immancabili felini.
26 Luglio 2021

Pnrr, approvato l'emendamento per la parità di genere nei contratti pubblici

    Per realizzare l’obiettivo di incrementare la partecipazione femminile al mercato del lavoro, il Piano nazionale di ripresa e resilienza non può prescindere dalla parità di genere nei luoghi decisionali, a partire proprio dalle strutture di governance dello stesso Pnrr. E’ la direzione cui punta l’emendamento approvato dalle commissioni Affari Costituzionali e Ambiente della Camera al decreto legge sulla governance del Recovery e sulle semplificazioni: proposta a prima firma della presidente della commissione Ambiente, Alessia Rotta (Pd). Rotta (Pd): "Occorre parità di genere anche tra i decisori" “Il...

22 Giugno 2021

Salute, anche in Italia cure diversificate per uomini e donne

      Nel momento in cui si sta iniziando a guardare oltre l’emergenza sanitaria legata alla pandemia Covid e iniziando a progettare la sanità del futuro, torna sotto i riflettori un tema, quello della medicina di genere, che è stato codificato nella legge 3 del 2018 ma che è rimasto un po’ in ombra anche se dal varo delle norme ad oggi si sono iniziati a compiere i necessari passaggi per la sua applicazione pratica. Se ne è parlato nel corso di un convegno in Senato. Un incontro che, come ha spiegato la sua promotrice, la vicepresidente della commissione Sanità del Senato, Paola Boldrini (Pd), ha inteso rimarcare...

01 Giugno 2021

Cognome materno, il Senato punta a nuove norme entro la legislatura

    E’ ormai abituale per le donne utilizzare nella vita personale e professionale il proprio cognome, anche se sono sposate. Ma cosa vuol dire il ‘proprio’ cognome? Significa ancora nella maggioranza dei casi (sia per le donne che per gli uomini) il cognome paterno. In Senato si punta a rilanciare l’esame di alcuni disegni di legge, presentati fin dall’avvio della legislatura, che intendono colmare questa disparità di genere lasciando ai genitori la scelta di attribuire a figlie e figli il cognome della madre o quello del padre o di mantenere entrambi. Una accelerazione necessaria, visto che della questione si...

19 Maggio 2021

Violenza contro le donne, le università in rete per il cambiamento

    Per combattere la violenza contro le donne uno dei pilastri della Convenzione di Istanbul è quello della prevenzione che si costruisce attraverso il cambiamento culturale. Per realizzarlo è fondamentale ‘fare rete’ con il mondo delle università. Questo messaggio è stato rilanciato nel corso di un recente convegno in Senato promosso dalla commissione Femminicidio e da Un.i.re., Università in rete contro la violenza. All’incontro, proprio sul ruolo dell’università nel contrasto alla violenza di genere e in occasione del decimo anniversario della Convenzione di Istanbul, sono intervenute in diretta o con un...

01 Aprile 2021

Gender pay gap, scendono in campo anche le Regioni

      La pandemia ha peggiorato la situazione e la disparità di retribuzione uomo-donna in Italia è un tema che non può essere rimandato. Se ne parla ormai da diversi anni e puntualmente i numeri confermano un gap che pare difficile da colmare, mentre le risorse europee del Recovery Fund potrebbero rappresentare uno strumento efficace per superare la disparità. A muoversi, intanto, sono le Regioni con Lazio e Lombardia in prima linea.   La commissione Lavoro e Pari Opportunità della Regione Lazio ha approvato lo scorso 22 marzo una legge-quadro per favorire la parità di genere a partire dal tema delle retribuzioni...

19 Marzo 2021

Recovery fund, Commissione femminicidio chiede priorità per la lotta alla violenza

    La pandemia da Covid, con le sue conseguenze economiche e sociali, ha avuto un impatto più forte sulle donne. Il Recovery fund varato dall’Europa per aiutare la ripresa deve essere l’occasione per cambiare il ‘paradigma culturale’ alla base della diseguaglianza di genere e fermare così anche l’escalation dei femminicidi e della violenza di genere. Sulla base di queste considerazioni, la Commissione femminicidio del Senato, presieduta da Valeria Valente (Pd), ha approvato una lettera in cui si focalizzano i campi prioritari di azione su cui intervenire indirizzata ai presidenti delle Commissioni che stanno...

10 Marzo 2021

Il premier Draghi incontra la commissione d'inchiesta sul femminicidio

        Nuovo approccio culturale, rafforzamento della prevenzione, informazione ed educazione, emancipazione economica. Sono le ‘strategie urgenti’ elaborate per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne e il divario di genere dalla commissione Femminicidio del Senato. La Giornata internazionale della Donna è stata l’occasione per portare questi temi all’attenzione del presidente del Consiglio, Mario Draghi, da parte di una delegazione della Commissione, la presidente Valeria Valente (Pd) e le due vicepresidenti Cinzia Leone (M5S) e Maria Rizzotti (FI), in un incontro avvenuto a Palazzo Chigi a cui ha...

08 Marzo 2021

Camera, 8 marzo: l'impatto di genere entra nei dossier del Servizio studi

Valutazione dell’impatto sulle donne delle proposte di legge e vaglio degli interventi del Recovery Plan con attenzione alla questione di genere.  Sono due linee di azione che si stanno sviluppando a Montecitorio per fronteggiare il divario di genere, come riferisce la vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni (M5S). La prima iniziativa è l’introduzione, nei dossier sulle iniziative legislative realizzati dal Servizio Studi, dell’analisi dell’impatto sulle donne delle misure proposte. Spadoni ricorda che il tema della valutazione dell’impatto di genere delle norme è nato con l’approvazione di un ordine del...

04 Febbraio 2021

Recovery Fund, Sabbadini: rischio boomerang se non si sana il gap di genere

C'è "il rischio che il Recovery Fund diventi un boomerang" se non si scioglie il nodo del vincolo posto da Bruxelles del 57% degli stanziamenti ai settori green e Ict perché si tratta di "settori che hanno una percentuale di presenza femminile molto bassa e questo vuol dire che l’impatto di questo 57% può essere fortemente penalizzante per le donne, può addirittura acuire la disuguaglianza di genere".  È un allarme netto e chiaro quello lanciato da Linda Laura Sabbadini, ascoltata il 2 febbraio come presidente dell'Engagement group Women20 dalla commissione Esteri della Camera sull’utilizzo delle risorse del Recovery fund...

18 Dicembre 2020

Violenza, confermata la decontribuzione per le donne assunte dalle coop sociali

Le assunzioni a tempo indeterminato di donne vittime di violenza da parte di cooperative sociali potranno continuare a fruire nel 2021 della decontribuzione introdotta dalla legge di Bilancio 2018: con un emendamento al decreto legge ristori introdotto durante l’esame al Senato la misura viene rifinanziata con un milione per le assunzioni che saranno fatte dal 1 gennaio al 31 dicembre del prossimo anno. L'approvazione definitiva del provvedimento alla Camera è arrivata il 18 dicembre nel pomeriggio.. La misura del 2018 prevedeva una decontribuzione triennale, "quella ora approvata – spiega la presentatrice della proposta,...