Barbara Nepitelli

Giornalista parlamentare, segue temi di economia e finanza. Radici profonde nella città in cui è nata 55 anni fa, Roma, e nelle terre amatriciane da cui viene la famiglia, ha la testa nei viaggi per il mondo e nei libri. 
Ama i mulini a vento di don Chisciotte ed attualmente è impegnata nell’esplorazione del misterioso mondo dei bambini grazie al suo piccoletto di origine vietnamita, insieme a suo marito e agli immancabili felini.
15 Luglio 2020

Violenza contro le donne, necessari finanziamenti per il contrasto

      Maggiori risorse, fondi meno precari e per 3 anni e non più ogni anno, meno burocrazia e meno passaggi per la gestione delle risorse, aggiornamento dell'intesa Stato-Regioni e criteri più precisi per i requisiti di individuazione degli enti gestori. Si può riassumere così il documento approvato dalla Commissione Femminicidio del senato, presieduta da Valeria Valente. “Implementare le risorse per l’intero sistema di prevenzione e contrasto alla violenza, semplificare e velocizzare il percorso dei finanziamenti, verificarne l’effettiva erogazione ai Centri antiviolenza e alle Case rifugio attraverso un...

03 Luglio 2020

Orfani di femminicidio, arrivano i fondi dello Stato per lo studio e il lavoro

    Il sostegno dello Stato allo studio, alla formazione e all’inserimento nel mondo del lavoro per gli orfani a causa di femminicidio e di crimini domestici sta per diventare realtà: è approdato il 1 luglio in Gazzetta ufficiale il regolamento che fissa i criteri per l’erogazione dei fondi previsti già nella legge di Bilancio 2017. Si tratta di un decreto del ministro dell’Economia di concerto con i ministri dell’Istruzione, dell’Interno, del Lavoro e della Salute che entrerà in vigore il prossimo 16 luglio. In base a queste norme, gli orfani potranno fruire di borse di studio e della gratuità (totale o...

13 Maggio 2020

Occupazione femminile, il Senato approva la mozione di misure straordinarie

      L’Aula del Senato ha approvato la mozione presentata dalla maggioranza per promuovere la parità di genere e il sostegno al lavoro femminile nel momento in cui si sta mettendo a punto la cosiddetta ‘fase due’, la ripartenza del Paese dopo lo stop causato dall’epidemia di coronavirus. “La resistenza dell'Italia in questi mesi ha avuto principalmente il volto delle donne” ha detto in Aula la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, ricordando che è donna il 70% di medici, infermieri e operatori socio-sanitari che hanno operato dall’inizio dell’emergenza. “L'Italia – ha...

05 Maggio 2020

Task force, per la parità di genere serve una legge

  Bene l’intervento del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ma occorre una legge per assicurare il principio dell’equilibrio di genere nella composizione delle task force governative. Lo rimarca la senatrice ed ex-ministro della Difesa, Roberta Pinotti (Pd), firmataria di un disegno di legge che prevede l’introduzione di una ‘quota rosa’ del 40% per i consulenti e le commissioni nominate da presidenza del Consiglio e ministeri. E’ “positivo l’impegno del presidente del Consiglio” che ha annunciato una maggiore presenza delle donne nelle task force che stanno affiancando il Governo nella gestione...

10 Aprile 2020

Cura Italia, in arrivo anche le misure contro la violenza sulle donne

    Uno stanziamento di 3 milioni per sostenere le case rifugio e la garanzia che non si sospenda l’iter di allontanamento immediato dalla casa familiare per l’autore della violenza. Il pressing della commissione Femminicidio del Senato ha portato a questo duplice risultato contro la violenza fra le mura di casa nel periodo dell’emergenza coronavirus, nel corso dell’esame del decreto legge Cura Italia. In un momento in cui le misure restrittive adottate per frenare il contagio da Coronavirus hanno reso ancora più urgente un intervento, la Commissione presieduta dalla senatrice del Pd Valeria Valente, partendo da un...

31 Marzo 2020

Violenza sulle donne: a Trento direttiva per allontanare i maltrattanti

      Potenziare il contrasto alla violenza domestica che costituisce una emergenza nell'emergenza ai tempi del coronavirus. Una risposta arriva dalla direttiva del Procuratore di Trento, Sandro Raimondi, emanata qualche giorno fa con l’obiettivo di tutelare i soggetti più deboli, soprattutto donne e bambini: in caso di pericolo dovranno essere i ‘persecutori’ a lasciare il domicilio. E’ una direttiva “stringata ma non occorre fare proclami” afferma Raimondi, spiegando che è stata adottata in raccordo con i servizi antiviolenza e costituisce un “rafforzamento” di un percorso già avviato sul territorio, a...