Vincere uno stage tra i supereroi della Marvel con un progetto per cambiare il mondo. Si può!

scritto da il 25 Marzo 2016

imageUn stage tra i supereroi Marvel? Un sogno per tanti, che ora si può avverare. Il colosso degli uomini con i superpoteri ha indetto un concorso, che porterà cinque ragazze tra i 15 e i 18 anni in California nei loro studi. Per entrare nella rosa è necessario presentare un progetto che possa “cambiare il mondo”: un’idea per rendere la vita più semplice, più sana o il mondo più accessibile a tutti. Purché abbia a che fare con le quattro sorelle stem: scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. Negli States è ormai diventato un must per le grandi corporate: attrarre e valorizzare i talenti femminili in ambito scientifico e tecnico.

Perchè parlare di qualcosa che succede dall’altra parte dell’Oceano e che difficilmente riguarderà teenager italiane? Perché a volte vale la pena copiare le idee. Fra le cinque ragazze verrà scelta quella che ha avuto l’idea migliore e le sarà offerta l’opportunità di fare uno stage alla Marvel. Un intership, che in ambito anglosassone non è mai gratuita. Questo permetterà alla giovane di sperimentare e sperimentarsi nel mondo del lavoro, non per lasciare gli studi ma per trovare gli stimoli per completare la propria educazione. Nel farlo, però, avrà ben presente quali sono gli ambiti di applicazione e vedrà la teoria che studia in un’ottica di Pplicazione futura.

In Italia non mancano i concorsi e i premi alle e ai giovani. Una targa, un riconoscimento, per i più fortunati una borsa di studio più o meno sostanziosa. Eppure raramente viene offerta la possibilità di entrare in azienda anche solo se a tempo determminato, con uno stage pagato. Le ragazze non solo imparerebbero il mondo dellle imprese,  ma inizierebbero a dare un valore economico al proprio lavoro. E quale miglior via per dare inizio a una maggiore continuità fra studi e mondo del lavoro? Continuità che oggi viene a mancare a detta di tutti gli attori sia accademici che dell’industria. Non più targhe, quindi, ma stage che diano alle giovani il senso del futuro e un obiettivo da perseguire.

Non sarà l’occasione di incontrare Capitan America come nel caso della Marvel (qui di seguito il video che ha lanciato e pubblicizzato il concorso), ma magari qualcuno di ispirazione sì. È chissà che non diventi un mentor per il futuro.