27 Agosto 2018

Generazione Z: "Inventeremo noi il lavoro di domani"

scritto da

    Yasmin El Arbaoui è il volto dell’Italia di oggi. In lei, nata e cresciuta nel nostro Paese, scorre sangue marocchino. «Venerdì cous cous, domenica lasagne» sintetizza scherzando. E aggiunge: «anche se i miei tratti somatici sono del Marocco, l’Italia è casa mia. Non rinuncerei mai a nessuna delle due metà. Mi mette a disagio chi vorrebbe ingabbiarmi in una o nell’altra categoria». Classe 1997, Yasmin vive a Crevalcore, in provincia di Bologna. Dopo il liceo scientifico oggi frequenta la facoltà di Giurisprudenza, sperando un giorno di lavorare nel campo dei diritti umani o del diritto internazionale. Per...

16 Agosto 2018

CR7 a scuola, proposta indecente?

scritto da

      Lo sport, da sempre è catalizzatore di attenzioni, da parte degli adulti ed anche dei bambini. Gioco, svago, passatempo, e insieme passione che unisce e aggrega. Nel nostro Paese il più praticato e il più seguito è senza dubbio il calcio e nelle ultime settimane, ad attirare gli sguardi e la curiosità di molti tifosi è stato l’arrivo di Cristiano Ronaldo in Italia, un colpo di mercato da parte della Juventus F.C., in parte inaspettato. CR7 per gli intenditori: questo il marchio del giocatore che ha fatto del suo nome un vero e proprio brand. Milioni di followers su instagram, Ronaldo ha collezionato palloni...

02 Agosto 2018

Il tempo “perso” è davvero negativo?

scritto da

“La calma è la virtù dei forti” recita un proverbio. Fosse facile. Da quando apriamo gli occhi al mattino, il pensiero che ci accomuna è quello di perdere il meno tempo possibile. La nostra mente è da subito attraversata dalle immagini degli impegni che ci aspettano, dalle commissioni da sbrigare, dai problemi che ci troveremo inevitabilmente ad affrontare. Soprattutto nel periodo scolastico, i genitori si ritrovano a pronunciare più spesso del dovuto parole del genere: sbrigati, forza, è tardi, corriamo, non c’è tempo! Tutto vero, il tempo è tiranno, sembra non dare tregua e ci sono dei giorni e delle settimane...

26 Luglio 2018

Scuola: la classe è luogo di umanità, prima che di apprendimento

scritto da

    Insegnare è una vocazione?   Me lo domando spesso che cosa significa essere insegnante. E’ davvero una vocazione, come si dice spesso? Una sorta di “chiamata”, di missione che si compie nei confronti delle nuove generazioni? Credo, invece, che si possa definire, più che altro, una sfida, un impegno, soprattutto oggi. E’ un lavoro che può essere migliorato quotidianamente, che cambia insieme al tempo, alla società, al contesto storico. Un “mestiere” che viene plasmato, smussato dai continui cambiamenti e dalle situazioni specifiche in cui è chiamato ad operare. Essere un buon docente non vuol dire solo...

28 Giugno 2018

Le donne e il lavoro: un premio alle tesi migliori in ricordo di Valeria

scritto da

  Talento femminile, conciliazione, donne e lavoro. Erano questi i temi su cui si concentravano gli studi di Valeria Solesin, la giovane ricercatrice italiana uccisa nella notte dell'attacco terroristico del 13 novembre 2015 al Bataclan di Parigi. E questi sono gli argomenti delle tesi di laurea che possono partecipare alla seconda edizione del Premio Valeria Solesin: “Il talento femminile come fattore determinante per lo sviluppo dell’economia, dell’etica e della meritocrazia nel nostro paese”, come recita il bando. La scadenza per la presentazione dei lavori è il prossimo 31 luglio, i premi sono in stage e in denaro:...

21 Giugno 2018

L'umanità può essere insegnata?

scritto da

In queste ultime due settimane, ascoltando la tv o leggendo i giornali, mi sono accorta che uno dei termini più utilizzati è stato umanità. Mi sono chiesta, allora, se davvero ne conosciamo a fondo il significato, se sappiamo ancora distinguere l’umano dall’artificiale e, soprattutto se i Millenials o i nativi digitali riescano ad attribuire un senso autentico a questa parola. La tecnologia ha senza dubbio aperto le frontiere, da una parte: tutti collegati con tutti, in ogni parte del mondo. Non esistono distanze in apparenza, né domande senza risposta. Ci si può rivolgere al proprio dispositivo o addirittura ad un...

07 Giugno 2018

Suona la campanella, scuola finita. Bilancio di un anno di formazione e di errori

scritto da

Lo so, i bilanci solitamente si fanno alla fine di un anno solare, oppure il giorno del compleanno. Ma quando esco dalla classe, resto un po’ maestra anche nella vita e un’insegnante, si sa, le riflessioni, si ritrova a farle a giugno. Tra qualche giorno suonerà l’ultima campanella di quest’anno scolastico e mi sembra ancora, dopo tanti anni, davvero strano il pensiero di lavorare nel silenzio di una classe vuota e inanimata. Sono abituata a riflettere attraverso le voci dei bambini, a programmare e riprogrammare la giornata lavorativa più volte, perché la rotta la conosco, ma viene rivista continuamente a fronte...

31 Maggio 2018

Bullismo, come spezzare la catena delle umiliazioni

scritto da

Marta ha 12 anni e frequenta le scuole medie. Il nome è di fantasia ma i suoi racconti fanno eco a quelli di molti altri ragazzini della sua età, vittime di bullismo. «Nella mia classe c’è una bulla con le sue amiche… mi insultano e mi offendono in continuazione, mi prendono in giro perché non sono magra, durante le lezioni mi passano bigliettini con offese e cose non vere su di me…». “Ma sono anche manesche … succede anche che andando in palestra mi diano degli schiaffi e mi facciano cadere… o facciano a gara a sporcarmi i vestiti, dicendo che tanto non sono alla moda e che almeno non li indosserò più … mi...

30 Maggio 2018

Maturandi, come studiare? Meglio da soli, in gruppo o online?

scritto da

    Saranno 509.307 i ragazzi e le ragazze che affronteranno tra poche settimane la prova di maturità. Studenti.it attraverso la propria pagina Facebook ha raccolto 10.347 risposte di maturandi che hanno raccontato come si stanno preparando all’esame di Stato a fine giugno. Neanche troppo a sorpresa il 61% dei futuri diplomati è sempre connesso a web e social network per scambiare il materiale didattico ma anche per condividere ansia e stress. Il 33% dei ragazzi ha risposto che nei vari gruppi c’è anche la presenza di un insegnate. Ed è questo il dato più interessante: anche i professori sono “always on” e molto...

24 Maggio 2018

“Esprimi un desiderio!”: sai davvero come si fa?

scritto da

“Esprimi un desiderio!” Quante volte abbiamo detto o sentito questa esclamazione, magari durante una festa di compleanno, oppure quando ammiriamo le stelle cadenti. Ma cos'è un desiderio? E, poi, sappiamo davvero quello che vogliamo?  Forse per gli adulti è più semplice, abbiamo esperienza, conosciamo i nostri limiti e le  nostre difficoltà, i nostri bisogni più profondi e le nostre inclinazioni. Eppure, non è proprio così intuitivo. Occorre una profonda conoscenza del proprio io, della propria personalità e, inoltre, ciò che desideriamo, può non coincidere con ciò che è giusto, oppure con ciò che può apparire...