10 Ottobre 2018

Calcio femminile: Italia-Svezia 1-0, prove di Mondiali

scritto da

      Sembrava una sfida improba. I precedenti tra Italia e Svezia parlavano di sole tre vittorie azzurre nelle 21 sfide precedentemente disputate tra le due nazionali. Invece, allo stadio Giovanni Zini di Cremona davanti a circa 2000 persone, l’Italia della ct Milena Bertolini ha sconfitto per 1-0 l’undici svedese. Di Daniela Sabatino il gol decisivo, lestissima a ribadire in porta una respinta del portiere su un tiro di Barbara Bonansea. “La nazionale ha fornito na bella prestazione, la squadra è stata molto compatta e aggressiva”, ha dichiarato in conferenza stampa Milena Bertolini, “Abbiamo avuto un pizzico...

22 Settembre 2018

Serie A femminile: inizia il campionato con il posticipo domenicale in diretta su Sky

scritto da

        Finalmente ci siamo. Dopo l’estate dei ricorsi tra la Lega Nazionale Dilettanti e la Federazione Italiana Giuoco Calcio, il campionato femminile di serie A stagione 2018/19 prende il via sotto l’auspicata egida di quest’ultima. Il fischio d’inizio allo stadio Gino Bozzi a Firenze, con l’incontro tra la Fiorentina Women e l’Atalanta Mozzanica. La novità dell’immediata vigilia, annunciata ma non svelata dal Direttore generale della Figc Michele Uva nel corso della presentazione dell’ebook “Donne di Sport” di Alley Oop alla Scuola dello Sport del Coni lo scorso 12 settembre, riguarda...

05 Settembre 2018

Calcio femminile: Belgio-Italia 2-1. Ora l’attenzione è al Collegio di Garanzia del Coni di venerdì

scritto da

    In vista dell’ultimo incontro delle qualificazioni ai Mondiali di Francia 2019, Milena Bertolini aveva chiesto una mentalità vincente. L’Italia, invece, non è riuscita a chiudere imbattuta il girone perdendo l’ultima partita in programma con il Belgio. Le azzurre, con la qualificazione già conquistata con una gara di anticipo, allo stadio Den Dreef di Louvain sono infatti state sconfitte con il punteggio di 2-1 dalle padrone di casa, che si sono così guadagnate un posto tra le migliori seconde dei gironi per disputare i play off con in palio il biglietto per il Campionato del Mondo. Una doppietta di Davinia...

25 Luglio 2018

Rossella Fiamingo, archiviati i Mondiali ora l’obiettivo è la qualificazione olimpica

scritto da

        La stagione era iniziata sotto i migliori auspici con la vittoria ai Campionati Italiani Assoluti, poi le delusioni degli Europei e dei Mondiali. Rossella Fiamingo, all’inizio del mese di giugno, sulla pedana di Fieramilanocity, aveva conquistato il terzo titolo italiano in carriera dopo quelli del 2013 e del 2015. Agli Europei di Novi Sad, invece, la 27enne spadista azzurra, è capitata in una parte particolarmente ostica del tabellone e si è fermata agli ottavi: prima ha superato la georgiana Maia Guchmazova per 15-9, poi, all’ultima stoccata (15-14) l’ungherese Emese Szasz, n. 1 del mondo, in quella che...

02 Luglio 2018

Report Calcio 2018: i numeri del movimento femminile in Italia

scritto da

    Il movimento del calcio femminile italiano conta 23.903 tesserate, mentre gli arbitri donne sono 1.595. Sono alcuni dei numeri sul mondo del pallone “in rosa” presenti nell’ottava edizione del Report del calcio in Italia, realizzato dal Centro Studi della Federazione Italiana Giuoco Calcio in collaborazione con Arel e PwC. Nel dettaglio, l’attività dilettantistica femminile conta 14.266 calciatrici tesserate, suddivise in 7.796 nel calcio a 11, 4.504 nel calcio a 5 e 1.966 nell’attività mista C5/C11, a cui si aggiungono le 9.637 nel settore giovanile e scolastico. La densità delle calciatrici tesserate...

11 Febbraio 2017

Allenare la persona prima dell'atleta. Parola di Julio Velasco

scritto da

“Chi c’è dietro a quei pantaloncini o a quella maglietta?” La domanda l’ha posta Julio Velasco, il Re Mida della pallavolo italiana, a una platea di oltre 400 allenatori nel corso di un incontro che si è svolto presso la sala Pio XII del Centro Sportivo Italiano di Milano. Il suo obiettivo era spiegare cosa significhi allenare i giovani. Per lui, per farlo al meglio, è necessario comprendere che, prima di tutto, un atleta è una persona e in quanto tale va compresa a fondo prima di pensare di renderla un'agonista. Se non si è in grado di rispondere in maniera chiara alla domanda iniziale, non si riuscirà nemmeno a trasmettere...