19 Luglio 2021

Design, l'arte in vetro di Murano di Assia Karaguiozova

scritto da

Chi non ricorda i quaderni della linea Pigna Nature? Quelli con la carta riciclata, sono uno dei progetti preferiti della designer Assia Karaguiozova. Per Cartiere Pigna lei aveva realizzato il progetto di abbinamento grafica e foto. “L'opinione del pubblico è la migliore gratificazione per chi progetta" racconta la designer ad Alley Oop, precisando poi: "Parto sempre da un'emozione personale, ma poi conta anche il feedback di chi ha in mano i prodotti: mi permettono di costruire un’idea creativa con il pubblico, devono suscitare entusiasmo”. Mi parla dopo essere stata all’inaugurazione dell’ADI Museum a Milano. Aveva...

03 Giugno 2020

Made in Italy fra moda sostenibile e manifattura digitale

scritto da

      La trasformazione digitale è stato l’obiettivo principale delle aziende che negli ultimi mesi sono state private dall’oggi al domani della propria dimensione fisica, ma c'è chi di Made in Italy, moda sostenibile e manifattura digitale parla, divulga e produce già da tempo, nei distretti produttivi di cui l'Italia è ricca, e lo fa con un grande seguito. Il digitale, ancora spesso considerato un comparto di vendita marginale, una parentesi riservata ai giovani o un accessorio per esibire una presunta modernità, durante il lockdown è diventato il sales touchpoint decisivo per continuare a vendere. Ma presenza...

04 Dicembre 2019

Simonetta Bella, stilista: "Voglio formare le maglieriste del futuro"

scritto da

    Affinare competenze che si traducano direttamente in posti di lavoro. È il sogno di Simonetta Bella, 62 anni, stilista torinese e direttrice creativa di Bow. Dopo 10 anni dall'avvio del suo marchio ora la designer vuole passare dal telaio alla cattedra e dare vita a una scuola di formazione per magliaie. L'anniversario di Bow è caduto lo scorso novembre e ai festeggiamenti è corrisposta una nuova collezione, salda allo spirito del marchio, minimale nelle forme ma curato nei dettagli, a partire da lavorazioni e materie prime. La passione di Bella per la maglieria affonda le sue radici già negli anni 80. E' in quel periodo...

27 Febbraio 2018

Cartalana: filare giornali per inventare gioielli

scritto da

          "Amo la carta da sempre. Per hobby fin da bambina ho iniziato a lavorare con questo materiale, forbici e pennelli. Ma il mio lavoro era un altro". Marcella Stilo è l'ideatrice del brand Cartalana e all'interno del suo laboratorio realizza gioielli interamente fatti a mano con materiale di recupero, attraverso la filatura della carta di giornale con un fuso a mano, costruito da lei. Di origine calabrese, 35 anni, Marcella Stilo vive a Roma. Quando la sua professione nella comunicazione è entrata in crisi, e ha perso il lavoro, Marcella Stilo ha reagito guardando indietro per recuperare una passione antica, ma...

22 Marzo 2017

Una americana a Verona: nasce la startup degli abiti premaman che proteggono dal virus Zika

scritto da

Un'idea giovanissima: Sarah, imprenditrice, ha 28 anni e una formazione nel mondo del design e del giornalismo; Matilde, commercialista specializzata in startup, ne ha 30. Esistono tre modi per costituire una startup. Il primo è quello tradizionale. Il secondo consente di costituire la società con la sola firma digitale: in questo caso l’aspirante imprenditore predispone, in autonomia, la documentazione e la invia alla Camera di Commercio per via telematica tramite il portale Telemaco, accedendo dal sito startup.registroimprese.it. La terza via - quella che raccontiamo qui - è quella in cui l’aspirante imprenditore chiede la...

07 Novembre 2016

Finalista Premio #GammaDonna/5: PROGETTO QUID

scritto da

Progetto Quid è un nuovo marchio di moda basato sui tessuti di qualità del made in Italy, recuperati localmente da parte di donne che hanno avuto un passato di fragilità. Quindi un’idea d’impresa che nasce dalla volontà di sperimentare il reinserimento lavorativo delle donne attraverso il loro impiego in attività produttive che rispondono alle logiche di mercato e, al tempo stesso, stimolano una partecipazione attiva alla bellezza e alla creatività. «Sono nata e cresciuta a Verona e credo nel forte senso di comunità e vicinanza che si respira nella mia città natale», racconta Anna Fiscale, presidente della cooperativa...

25 Marzo 2016

Vino, in Masi Agricola la decision maker era la mia bisnonna

scritto da

"Cresce il numero delle donne che fanno impresa con il vino? Io credo che in realtà stia venendo alla luce un fenomeno in atto da anni. Le decision maker nel vino sono sempre state più di quanto si immagini". Alessandra Boscaini, 46 anni, seconda figlia di Sandro Boscaini, presidente e amministratore delegato della Masi Agricola, parla con cognizione di causa, perché rappresenta la settima generazione di un'azienda vitivinicola che nel 2014 ha fatturato 60 milioni di euro, che si è quotata in Borsa nel 2015, che ha una forte vocazione internazionale (presente in 100 Paesi, una quota export del 90 percento) e quindi contribuisce ai...