08 Maggio 2023

Violenza sulle donne, ecco perché il Codice rosso rafforzato è rischioso

scritto da

Il Senato ha appena approvato in prima lettura un disegno di legge secondo il quale il Procuratore può revocare il fascicolo assegnato al Pm, qualora quest'ultimo non ascolti entro tre giorni una donna che abbia denunciato una violenza sessuale o domestica. L'intervento (S 377) è stato ribattezzato dai proponenti (maggioranza) "Codice rosso rafforzato". Io resto perplessa e critica. A legislazione vigente e senza questa modifica, infatti, il Procuratore, a capo dell'ufficio, ha già il potere di revocare e assegnare a sé o ad altro sostituto qualsiasi fascicolo di indagine, di cui rimane titolare, a maggior ragione se non viene...

20 Febbraio 2023

La giustizia riparativa nei casi di violenza contro le donne è contro la legge

scritto da

    La giustizia riparativa, prevista dalla riforma Cartabia, si concilia con i casi di violenza maschile sulle donne? Il coro delle esperte che si occupano di questa piaga, dalle operatrici dei centri antiviolenza alle giuriste all’ex presidente della Commissione d’inchiesta al Senato sul femminicidio, è unanime: la conciliazione in questi casi non solo non è auspicabile, ma va contro legge, in primis contro la Convenzione di Istanbul ratificata dall’Italia.  “Nella relazione violenta la donna è vulnerabile” La giustizia riparativa, afferma la senatrice Valeria Valente, già presidente della Commissione...

10 Gennaio 2023

Abusi e maltrattamenti: è la famiglia "normale" in onda in prima serata

scritto da

    Il patriarcato è vivo e lotta contro di noi: potrebbe essere questo il titolo della prima serata andata in onda sabato scorso, nella puntata che riapre la stagione di C’è posta per te. La vicenda presentata è quella di un matrimonio interrotto. La causa: il tradimento; non di lui - attenzione - ma di lei. Vanno in onda il senso di colpa e la mortificazione La lei della storia è giovane, ha conosciuto il marito che aveva sedici anni e oggi hanno tre figli piccoli. Lo manda a chiamare per chiedergli scusa e "conquistarsi" un'altra possibilità. È incorsa nel peggiore degli errori che si possano permettere a una...

21 Novembre 2022

"Questo non è amore", la campagna della Polizia di Stato

scritto da

  “…Questo non è Amore”. In occasione del 25 novembre, giornata internazionale della lotta alla violenza contro le donne, viene rilanciata la campagna permanente della Polizia di Stato per contrastare il fenomeno e prevenire i femminicidi. L’edizione 2022 si apre cone le parole di Papa Francesco che esorta a non “ignorare il grido delle donne vittime di violenza…perché ferire una donna è oltraggiare Dio”. Anche quest’anno la brochure diffonde consigli utili e una serie di dati che – al di là della valenza statistica – permettono di focalizzare i “fattori di rischio” e “vulnerabilità”, consentendo alle...

21 Luglio 2022

Cedaw, l'Italia modifichi il reato di violenza sessuale

scritto da

    Il Comitato delle Nazioni Unite che monitora la Convenzione per l’eliminazione di ogni discriminazione contro le donne (CEDAW) ha accolto il ricorso dell’associazione Differenza Donna sul caso di una donna già vittima di violenza domestica e poi stuprata da un agente delle forze dell’ordine, prima condannato e poi assolto nei successivi gradi di giudizio, rinvenendo negli interventi dell’autorità giudiziaria italiana l’azione di stereotipi sessisti. Una nuova condanna per l’Italia, che spinge nella direzione di una nuova normativa. Il Comitato, infatti, ha raccomandato di introdurre programmi specifici di formazione...

30 Giugno 2022

Ius Scholae, una legge per cambiare il futuro di 800mila studenti stranieri

scritto da

    “Lo Ius Scholae è il primo passo per cambiare il futuro di 877mila ragazzi e ragazze, bambini e bambine che frequentano le scuole italiane e non dovranno essere costretti a fare le mie stesse rinunce. Giovani che con questa legge potranno diventare cittadini italiani, senza quella burocrazia che tiene in scacco le opportunità di crescita, di studio e di lavoro”. A parlare è Deepika Salhan, 23enne, arrivata in Italia dall'India all'età di 9 anni. Deepika ha frequentato le superiori a Verona, la triennale a Forlì, è iscritta alla magistrale in Politica, Amministrazione e Organizzazione all’Università di Bologna e fa...

28 Aprile 2022

Addio al cognome del padre in automatico, ora il figlio avrà quello di entrambi i genitori

scritto da

    Sono illegittime tutte le norme che attribuiscono automaticamente il cognome del padre ai figli. È la decisione, anticipata da un comunicato stampa, con la quale la Consulta manda in soffitta qualunque automatismo sull’attribuzione del cognome paterno e stabilisce che ora il figlio assumerà il cognome di entrambi i genitori nell’ordine da loro concordato, salvo che decidano, di comune accordo, di attribuire soltanto il cognome di uno dei due.  "Nel solco del principio di eguaglianza e nell'interesse del figlio, entrambi i genitori devono poter condividere la scelta sul suo cognome, che costituisce elemento fondamentale...

17 Novembre 2021

Non è questione d’anagrafe ma di parità, Senato in pressing sul doppio cognome

scritto da

    La lotta per la parità di genere passa anche attraverso il doppio cognome. Un diritto semplice, ma finora negato in Italia. In virtù di prassi e consuetudini si è radicata nei secoli, anche nei Paesi Occidentali, una cultura patriarcale e maschilista: è l’uomo che comanda, è l’uomo che decide ed è anche l’uomo che tramanda il nome. Una cultura che ha portato la donna ad essere sottomessa rispetto all’uomo, i cui retaggi continuano a determinare conseguenze anche estreme come la violenza fisica, sessuale o psicologica sulle donne. Questo per dire che, anche se quella del doppio cognome può sembrare una questione...

14 Ottobre 2021

Parità salariale, approvata alla Camera la proposta di legge

scritto da

  L'Aula della Camera ha approvato all'unanimità (393 sì e nessun contrario) la proposta di legge unificata che punta a sostenere la partecipazione delle donne al mercato del lavoro e a favorire la parità retributiva tra i sessi. Il provvedimento, che modifica il Codice delle pari opportunità, passa ora all'esame del Senato. Tra le novità introdotte figura l'ampliamento dell'obbligo di redazione del rapporto sulla situazione del personale alle aziende, pubbliche e private, con più di 50 dipendenti (anziché più di 100, come attualmente previsto) e vengono previsti, tra l'altro, strumenti per favorire la conciliazione dei tempi...

17 Maggio 2021

Lgbt+, in 69 Paesi essere gay è illegale. In Italia la legge Zan è bloccata

scritto da

        In Croazia, un tribunale ha stabilito che le coppie dello stesso sesso non dovrebbero essere discriminate quando cercano di adottare bambini. A Taiwan, un tribunale si è pronunciato a favore del riconoscimento del matrimonio di una coppia gay transnazionale, in un primo passo verso il pieno riconoscimento di queste unioni. Un uomo trans in Argentina è stato prosciolto dall'accusa di tentato omicidio, riconoscendo di aver tentato invece di difendersi dai suoi aggressori. Sono solo alcune delle notizie delle ultime settimane che riguardano il mondo Lgbti. Notizie che spesso arrivano dai tribunali, dove singoli fanno di...