08 Gennaio 2018

La piccola Islanda ha preso il toro per le corna

scritto da

    La piccola Islanda ha preso di petto l’annosa questione della disparità retributiva tra uomini e donne imponendo per legge, alle imprese pubbliche e private con più di 25 dipendenti, la certificazione della parità di trattamento, puntando così alla eliminazione della discriminazione salariale di genere. Si noti che l’obiettivo della legge appena promulgata dal Parlamento islandese non è quello di vietare la discriminazione di genere, poiché quest’ultima è già vietata fin dal secolo scorso in Islanda come in ogni altro Paese europeo (cfr. la direttiva 75/117/EEC1 che sancisce la parità di retribuzione per...

28 Agosto 2017

Estate 2017: un caso di omofobia ogni tre giorni. E se non fosse solo un male?

scritto da

  Manca meno di un mese alla fine, ma possiamo già affermare che tra le cose per cui verrà ricordata questa estate 2017, c’è anche l’opprimente ondata di omofobia che ha colpito l’Italia al nord come al sud. Il caso mediaticamente più eclatante accade l’ultima settimana di luglio, quando una coppia gay di Napoli si vede rispondere così dal titolare della guest house di Santa Maria (Calabria), dove ha deciso di passare l’estate: “importante e mi scuso se posso sembrare troglodita, ma non affittiamo a gay e animali. Scusi ancora”. La coppia cancella la prenotazione, denuncia l’accaduto all’Arcigay di...

05 Aprile 2017

Minori non accompagnati: per la Garante Albano "soddisfazione per la nuova legge ma occhi all'applicazione pratica"

scritto da

Nel 2016 sono arrivati in quasi 26mila; da inizio gennaio al 6 marzo erano già sbarcati in Italia in 2.230. Parliamo dell’emergenza dei minori stranieri non accompagnati, i bambini e gli adolescenti migranti che arrivano, soli, senza una famiglia, nel nostro Paese in numero crescente.  E’ uno dei temi caldi che a inizio anno Filomena Albano, Garante nazionale per l’infanzia e per l’adolescenza, aveva denunciato tra i problemi più impellenti da risolvere nell’ottica di garantire i diritti dei bambini e degli adolescenti. Da qualche giorno sui minori non accompagnati c’è, dopo tre anni di stallo, una legge. Che, tra le...

03 Aprile 2017

Dopo l'Islanda, la Germania approva la legge contro il divario salariale fra uomo e donna. E l'Italia?

scritto da

Se più governi scendono in campo per porvi rimedio, vuol dire che il problema esiste. La differenza salariale di genere, testimoniata da diversi studi a livello internazionale, è entrata a pieno titolo nelle agende di lavoro delle istituzioni di diversi Paesi, dopo che l'Unione Europea da anni ha posto l'accento sul tema tanto da creare un progetto ad hoc per sensibilizzare i Paesi membri. La linea che si sta seguendo, nella maggior parte dei casi, è quella di rendere "visibili" le remunerazioni, secondo il principio che rendere noto il divario sia di per sé già un incentivo a sanarlo. E dopo la legge islandese (in verità ben...

03 Febbraio 2017

Diritti delle donne: 2017 anno nero, e l'Italia fa (molto) meglio di USA e Russia

scritto da

Si svolge in questi giorni a Pisa il Settimo Congresso Internazionale della “Società Italiana delle Storiche”: 220 interventi sulla storia della donna, con un’estensione notevole sia in termini temporali che geografici. Chissà se tanta ampiezza di prospettiva ci darà una chiave di lettura sul motivo per cui oggi la condizione femminile nel mondo occidentale sembra essere sotto attacco. Uno degli interventi, quello della dottoranda in Storia all’Università della Sapienza Elisabetta Serafini, tratterà dell’assenza delle donne dai libri di storia. Assenti perché irrilevanti oppure perché messe nell’angolo da schemi che...

24 Agosto 2016

Burkini al bando: la polizia francese obbliga a rispettare la nuova regola. Non è una violenza?

scritto da

E dopo le parole sono arrivati i fatti. Il burkini è stato messo al bando in alcune città costiere francesi e per ora la nuova norma aveva alimentato solo tante polemiche e interventi politici anche di rilievo (quasi non ci fossero questioni più urgenti di cui parlare). È arrivato il momento di applicare la nuova regola e a far rispettare la legge scende in campo la polizia francese, armata. L'episodio, che è rimbalzato immediatamente sui social network da account ad account, è avvenuto a Nizza, proprio sulla spiaggia lungo la Promenade des Anglais, dove solo un mese fa si è consumato l'attacco nel giorno della presa della...

26 Maggio 2016

E se la maternità fosse una trasferta?

scritto da

Il mondo del lavoro tratta la gravidanza come un’anomalia. E' la premessa da cui parte il paper che il nuovo think tank renziano Volta ha pubblicato lo scorso 17 maggio per proporre idee nuove e concrete per far ripartire la natalità in Italia fa una premessa. La conferma arriva dai dati Istat: una donna su quattro non torna a lavorare dopo il congedo di maternità, e questa rinuncia raramente è una libera scelta. “Un imprevisto, una discontinuità che altera l’andamento lineare atteso e che si ripete ogni giorno, ogni anno, milioni di volte. Ed è per questo che continuare a considerarla un’anomalia ci costa troppo,...

01 Aprile 2016

Teatro, al bivio tra lavoro e maternità

scritto da

Sonia F. ( i nomi sono di fantasia) è un'attrice di teatro trentasettenne: ha deciso di non avere figli a causa della precarietà del suo lavoro. Maria R., sua collega e amica, i figli li ha avuti, ma, per non rischiare di perdere il lavoro, ha scelto di non usufruire dell’indennità di maternità e ha portato la neonata alle prove a 10 giorni dalla nascita. La allattava in camerino. La scrittura in teatro è durata 45 giorni, la maternità sarebbe durata cinque mesi. Elena F., invece, si è fatta fare una scrittura falsa nei giorni necessari per poter avere accesso all'indennità di maternità. In un mondo dove le donne,...

01 Aprile 2016

Adozione: l'iter è davvero un calvario?

scritto da

Tra i tanti articoli letti durante il dibattito sulla legge sulle unioni civili e sulla cosiddetta stepchild adoption, un passaggio in particolare ha attirato la mia attenzione. È un virgolettato attribuito al deputato PD Andrea Marcucci, riportato dal quotidiano "Il Tirreno": “Sulla stepchild adoption il paese non è maturo, ci sono evoluzioni da fare, ci vuole il coraggio di affrontarlo tutto il sistema delle adozioni, per famiglie, singoli, per ridurre il calvario oggi di una coppia che vuole adottare un figlio”. Le parole non sono scelte a caso: cavalcano il solito luogo comune dell’adozione vista come un generico calvario...

03 Marzo 2016

Cirinnà, basta intransigenza e isterismi

scritto da

I pregiudizi e le ideologie hanno già ampiamente dimostrato come possano essere pericolosi per il mondo. Così, personalmente, in questi giorni, in cui si sta discutendo di lotte civili e diritti/doveri delle persone, tento di cancellare i rumori di fondo che provengono dalle querelle quotidiane e ragionare su ciò che sta accadendo. Lo scorso 25 febbraio il nostro Parlamento ha approvato la proposta di legge della senatrice del PD Monica Cirinnà sulle unioni civili. Aldilà del ridimensionamento che la legge ha subito rispetto alla sua forma iniziale e anche aldilà dell’esperienza personale che sta vivendo in queste ore...