26 Febbraio 2020

Quale lezione possiamo imparare dalla Finlandia?

scritto da

      Da qualche mese, forse da qualche anno, i finlandesi dominano i mezzi d’informazione internazionali. Il loro è il Paese più felice d’Europa, forse del mondo. L’opinione pubblica progressista lo sta eleggendo a nuovo faro globale. E’ il ritorno della socialdemocrazia libertaria scandinava? Probabilmente, eppure la Finlandia ha una storia novecentesca differente da Norvegia, Danimarca e Svezia, ma ha costruito un percorso coerente con i Paesi vicini, nonostante le ingerenze sovietiche; il peso del crollo di quel sistema; la crisi economica che là è stata, in emblema, il fallimento di Nokia, una sorta di...

08 Gennaio 2020

Cara premier finlandese, io non voglio lavorare solo quattro giorni alla settimana

scritto da

Alla fine, ieri il governo finlandese ha smentito: il primo ministro Sanna Marin non è ufficialmente al lavoro per introdurre nel Paese la settimana lavorativa corta di quattro giorni con una giornata lavorativa di sei ore. Pare che quella del neo premier finlandese non fosse un vero progetto di legge, ma solo un’idea buttata lì lo scorso agosto, durante una tavola rotonda in occasione del 120° anniversario del Partito socialdemocratico. Sapete che c’è? Meno male, perché a me questa idea della settimana lavorativa di quattro giorni, «per passare più tempo con la famiglia, per coltivare gli hobby e altri aspetti della...

17 Dicembre 2019

Global gender gap: l'Italia scivola al 76esimo posto

scritto da

    Per la parità tra uomini e donne la strada è ancora lunga. Ci vorranno un centinaio di anni (per precisione 99,5) secondo il Global Gender Gap Report 2020 del World Economic Forum pubblicato oggi. Per la parità a livello di accesso alla partecipazione economica addirittura 257 anni. Il dato naturalmente è a livello globale. E l'Italia? Se lo scorso anno avevamo festeggiato la risalita al 70esimo posto (dall'82esimo posto del 2017), quest'anno dobbiamo incassare un brutto colpo. Siamo scivolati al 76esimo posto su 153 Paesi, solo una tacca più su del posizionamento che avevamo nel 2006.     A penalizzarci,...

13 Dicembre 2019

Tre cose che le donne pensano, e a volte dicono, sul potere

scritto da

    La rete si anima alla notizia che la prima ministra finlandese è una donna di 34 anni: il capo di governo più giovane del mondo è una donna, figlia di due donne, madre di una bambina. Una storia tutta al femminile, che la prima ministra non vuole in alcun modo cavalcare – la parola d’ordine sembra essere “normalizzare”: una donna (più quattro, così è la coalizione) alla guida di un Paese non deve più fare notizia! – ma è anche una storia che le appartiene inevitabilmente e che inevitabilmente porterà in giro con sé, in tutto quel che fa e dice ed è. E’ inevitabile, infatti, che le prime donne a rompere...

10 Dicembre 2019

Ddl Bilancio, sale al 40% la quota di genere nei cda e collegi sindacali delle quotate

scritto da

      La quota di genere negli organi societari delle quotate sale da un terzo previsto dalla Legge Golfo-Mosca a due quinti (circa il 40%).  E' quanto prevede un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Bilancio del Senato. La richiesta, prima firmataria Donatella Conzatti (Iv) e appoggiata da Valeria Fedeli (Pd), ha ottenuto un consenso trasversale. L'emendamento di fatto estende quanto previsto dalle legge 120 del 2011, che introduceva la quota nel riparto dei membri per i consigli di amministrazione e i collegi sindacali delle società quotate in Borsa e controllate pubbliche. "Il grande lavoro che...

10 Dicembre 2019

Sanna Marin e l'Europa dove le donne arrivano al potere in politica. O forse no

scritto da

      Una Commissione europea molto al femminile. La BCE ha una nuova presidente. In Ruanda, 25 anni dopo il genocidio etnico, le donne in parlamento occupano il 61% dei seggi. Dal 9 dicembre, poi, in Finlandia la prima ministra, Sanna Marin, è la più giovane al mondo a capo di una coalizione di partiti tutti a guida femminile. A raccontarla con queste notizie sembra che la questione della partecipazione femminile alla politica stia vivendo un risveglio. Tanti i role model, da Giacinta Arden ad Alexandria Ocasio-Cortez, che arrivano a occupare molte pagine dei (social)media. E qualche buona pratica, come per esempio la...

24 Luglio 2019

Ho visitato la biblioteca più giusta al mondo (diario finlandese)

scritto da

L’avete mai vista voi, una biblioteca che ha dentro gli alberi? Una biblioteca dove si può sedersi e chiacchierare? E una dove ci sia un’enorme cucina attrezzata, dove si possa invitare gli amici a cena come se fossimo a casa nostra? Basta prenotare (gratis) giorno e ora, e portarsi gli spaghetti da casa. I finlandesi si sa, nonostante tutto quel freddo - o forse proprio grazie a quelle condizioni estreme - hanno sempre saputo quali sono le cose che contano davvero nella vita. Piccoli piaceri per tener conto delle esigenze del corpo e dello spirito. Come la sauna calda dopo un pomeriggio d’inverno. Come il design minimalista...

26 Luglio 2017

Congedo parentale per i nonni? In Finlandia il primo test

scritto da

  Mentre negli Stati Uniti d’America si portano avanti battaglie per welfare privato e congedo parentale, l’Europa si muove in ordine sparso sui congedi di paternità e la segreteria del PD in Italia vara il suo “dipartimento mamme”, la Finlandia spariglia e grazie a DNA, un operatore di telefonia mobile, allarga il congedo parentale anche ai nonni, concedendo loro una settimana retribuita. Al momento pare essere un'iniziativa sperimentale di welfare aziendale, ma intanto la prima dipendente dell’azienda, Maarit Jakobsson, ha già potuto godere di una vacanza con i suoi nipoti. Sicuramente la Finlandia gioca un...

01 Marzo 2017

Il diritto all'aborto tra il sì della Cina e il nì della Finlandia

scritto da

Il concorso alla San Camillo di Roma per 2 medici non obiettori di coscienza ha riportato alla ribalta il tema del diritto all'aborto nel nostro Paese. Dove la legge c'è, mentre le condizioni per vederla applicata non ci sono sempre. Ma nel mondo? La fotografia scattata dalla ONG Center for Reproductive rights ci restituisce un planisfero diviso in due: l'aborto è un diritto riconosciuto in quasi tutti i Paesi del nord, mentre è negato nella maggior parte di quelli del Sud. Poi, però, ci sono stravaganti eccezioni. Prendiamo la socialdemocratica, evoluta Finlandia: qui (si veda la mappa), il diritto all'aborto vale quanto in India....