02 Giugno 2020

Shopping online, le novità dagli avatar alla simulazione del tatto

scritto da

      Stiamo ripartendo, ma lo shopping online non si è mai fermato. Anzi, ha rappresentanto un canale vitale per tante aziende italiane che attraverso l’e-commerce hanno continuato le loro attività anche durante la pandemia, addirittura aumentando il giro d’affari o registrando nuovi clienti (primo fra tutti il settore alimentare). Tra marzo e aprile il canale e-commerce della Gdo ha segnato una crescita del 200% rispetto al 2019, sia nella modalità click&collect che in quella dell’home delivery, secondo i dati dell'ufficio studi di Mediobanca sulla Gdo. Non è stato così invece per il settore...

18 Maggio 2020

Moda, da dove si riparte dopo la pandemia?

scritto da

    Due nuovi termini: il new normal e il new local. Ripartirà da qui, probabilmente, il sistema moda e soprattutto il lusso. La pandemia globale ha cambiato il mondo con cui confrontarsi e, secondo molti esperti, cambierà le scelte dei consumatori. "A mio avviso non esiste un new normal perché ci sarà un continuo assestamento della realtà nel prossimo futuro con un cambiamento delle persone e non mancheranno diverse scosse. Sul fronte del new local, invece, emerge la mancanza di attenzione delle aziende per la Customer relationship management. Venendo a mancare il turismo e gli acquisti di chi viaggia, i brand dovranno...

10 Dicembre 2019

Fashion e coding: Ynap lancia il corso gratuito online per le giovani

scritto da

    L'80% delle ragazze italiane tra i 18 e i 25 anni non si sente “Tech Savvy”, ovvero competente in materie informatiche. Lo rivela la ricerca di YouGov, commissionata da YOOX NET-A-PORTER GROUP (Ynap), società del gruppo svizzero Richemont attiva nel ecommerce di lusso. Dall'indagine emerge inoltre che il 23% delle giovani donne intervistate in Italia non crede di essere il “tipo di persona giusta” per lavorare nel settore tecnologico e il 12% di loro (il 17% se consideriamo anche gli altri paesi) dichiara di non avere abbastanza fiducia in sé stessa per considerare ruoli in questo settore. Alla luce di quanto...

18 Novembre 2019

L'ascesa dei consumatori consapevoli: cosa vogliono i giovani dalla moda?

scritto da

    Il pianeta brucia e le nostre abitudini di acquisto non l'aiutano. La situazione è tale che il Guardian ha scelto di adottare nuovi termini per raccontare la crisi climatica in corso. Linguaggio e immagini – ha comunicato la testata anglosassone - saranno più duri rispetto al passato per mostrare la situazione che stiamo realmente vivendo. Chi sembra avere afferrato la dimensione del problema sono le generazioni più giovani: Millannial e GenZ. Scendono in piazza a protestare contro chi ruba loro il futuro e chiedono azioni concrete per il clima da parte dei decision maker della politica e dell'economia internazionale....

18 Settembre 2019

Depop, la nuova App della circular fashion usata anche da Chiara Ferragni

scritto da

La Generazione Z ha una relazione unica con una forza potente: la tecnologia moderna. A differenza dei Millennial, che hanno assistito all'introduzione e alla nascita di social media, tablet, smartphone, la Gen Z non ha mai vissuto l'era del telefono fisso. I Gen Z sono veri nativi digitali, i primi a crescere online, collegati a grandi quantità di informazioni globali tempestive e immediatamente connessi ad amici, aziende, altre organizzazioni e celebrità. Non hanno mai conosciuto un mondo in cui non potevano connettersi e guardare all'istante la risposta a qualsiasi domanda che gli passasse per la testa.  Più della metà...

02 Luglio 2019

"Voglio fare l'influencer". D'accordo, studia!

scritto da

    La prima volta che, durante un panel di professionisti, ho sentito presentare uno di questi come “Influencer”, ammetto di essere rimasta perplessa. Prima mi sono chiesta se fosse una qualifica, poi, data l’autorevolezza del panel, mi sono risposta di sì e allora mi sono dovuta chiedere da quando, cosa mi fosse sfuggito, a che punto dell’evoluzione fossi rimasta indietro. Era il 2015. In effetti ero parecchio indietro, perchè gli esperti del settore fanno risalire la rivoluzione al 2009. La leggenda vuole che sia stato quello l’anno spartiacque, il momento in cui il marketing ha cominciato a cambiare per fare...

20 Giugno 2019

Il costo umano e ambientale della fast fashion

scritto da

      L’industria dell’abbigliamento ha avuto una crescita esponenziale negli ultimi 15 anni. Mentre la produzione di capi di abbigliamento è quasi raddoppiata, la durata media del ciclo di vita dei prodotti ha conosciuto un declino inversamente proporzionale. Si stima infatti che, nel periodo 2000 – 2015, l’utilizzo medio di vestiti e accessori sia diminuito del 36%, con i capi più economici che vengono indossati solo 7 o 8 volte prima di essere scartati. L’esplosione della fast fashion, caratterizzata da un’offerta ogni anno sempre più frequente di nuove collezioni di vestiti e accessori a prezzi ridotti, è...

07 Dicembre 2017

Svelato il Pantone Color of the Year 2018: è Ultra Violet

scritto da

Oggi Pantone ha annunciato il colore dell'anno 2018, Ultra Violet. Un colore che secondo il brand "comunica originalità, ingegnosità e un pensiero visionario rivolto al futuro". Leatrice Eiseman, Executive Director del Pantone Color Institute, lo descrive come "un viola che deriva dal blu. Dall'esplorazione delle nuove tecnologie alla galassia più ampia, all'espressione artistica e a una riflessione spirituale, l'intuitivo Ultra Violet illumina la via verso quello che verrà". Un colore che rimanda ai misteri del cosmo e alle scoperte che accadranno in futuro. Ma non solo: durante il webinar di presentazione del Color of the Year...

26 Settembre 2017

Moda: le nuove sfide per gli stilisti di domani

scritto da

  L'epoca dello stilista-star intorno a cui tutta l'azienda ruotava, pare ormai un lontano ricordo. Capricci, protagonismi, budget stellari? Puro anacronismo. Il mondo del fashion e del lusso sono profondamente cambiati nell'ultimo decennio. Oggi le sfide del mercato globale, il frenetico avvicendarsi di più collezioni in un anno solare, un pubblico sempre più articolato e meno fidelizzabile, la presenza di grandi investitori che controllano i brand, e la necessità di far fruttare velocemente e al meglio il prodotto creativo, hanno di fatto trasformato il rapporto tra chi "crea" e chi finanzia. Questo spiega, almeno in parte,...

20 Luglio 2017

Maya Reik la stilista israeliana teenager che produce in Italia

scritto da

  Maya Reik si è innamorata della moda italiana durante un viaggio a Roma, quando aveva solo sei anni anni. "Ricordo di essere rimasta affascinata dal modo di vestire delle donne, così diverso da ciò a cui ero abituata a vedere in Israele. Mi sembrava di essere dentro un vecchio film, e l'unica cosa che desideravo era continuare a farvi parte" racconta ad Alley Oop. Così, mentre la maggior parte dei bambini non riusciva ancora a distinguere il dritto e il rovescio dei pantaloni, lei decideva di diventare una stilista. Attenzione: a dispetto della solennità delle parole, Maya Reik non è una vecchia signora impellicciata...