13 Febbraio 2024

Elisa Ercoli (Differenza Donna): "Ora la sfida è la violenza digital e tra giovanissimi"

scritto da

  "Il femminicidio di Giulia Cecchettin ha rappresentato uno spartiacque, un prima e dopo. Le donne che subiscono violenza stanno capendo che possono chiedere aiuto. E le persone intorno a loro, dai padri agli amici, hanno preso consapevolezza del fatto che non intervenire è tutt'altro che rispetto: significa lasciarle sole". Dal 2014 Elisa Ercoli è l’instancabile presidente di Differenza Donna, associazione nata a Roma nel 1989 con l'obiettivo di far emergere, conoscere, combattere, prevenire e superare la violenza maschile contro le donne. Dove c'è la violazione di un diritto – dalla violenza istituzionale contro le madri...

09 Febbraio 2024

Violenza, in crescita le richieste di aiuto da parte delle donne

scritto da

    Oltre 120 segnalazioni al giorno ai numeri di emergenza 112 e 113 per reati da codice rosso. Un incremento del 59% delle chiamate al numero anti violenza e stalking 1522, con 300 contatti al giorno da novembre, il doppio rispetto al 2022. Un aumento di accessi, telefonate e richieste ai centri antiviolenza, anche da parte delle scuole. I numeri del 2023 mostrano in Italia una crescita significativa delle donne che segnalano situazioni di violenza, con un aumento delle richieste da parte delle giovanissime, soprattutto dopo il femminicidio di Giulia Cecchettin l’11 novembre. Segno di una maggiore presa di coscienza e...

07 Febbraio 2024

Sullo stupro arriva il compromesso Ue, ma manca il coraggio

scritto da

  L’eco dello stupro di Catania, con vittima una tredicenne non si è ancora spento, ma di stupro in questi giorni si parla molto anche a livello giuridico e politico. I riflettori sono stati puntati sull’accordo, arrivato poi ieri in serata, del Consiglio europeo e del Parlamento Ue sulla direttiva contro la violenza sulle donne. Al centro del braccio di ferro politico la norma (articolo 5, poi stralciato) sul reato di stupro da considerare sesso senza consenso, come richiesto da larga parte della società civile e della politica. La soluzione che è stata trovata appare di compromesso: lo stupro è definito sesso senza...

22 Febbraio 2023

La violenza nascosta che colpisce le donne con disabilità

scritto da

    C’è una violenza di cui non si parla, che resta celata. Perché è quella in cui si sommano stereotipi e si intrecciano disparità e che, per essere correttamente letta, deve incrociare competenze e capacità di comprensione. La violenza che colpisce le donne con disabilità è una violenza subdola e frequente: secondo i pochi dati disponibili (e questo è un primo problema), le donne con disabilità sono più spesso vittime di violenza sessuale, hanno più difficoltà ad essere credute, hanno meno risorse e strumenti a disposizione per salvarsi. A colpirle sono discriminazioni multiple, che sommate sembrano formare una...

22 Febbraio 2022

Cimitero dei feti al Flaminio, perché non può finire così

scritto da

Si chiude con un’archiviazione la vicenda processuale dei feti sepolti a Roma, al Flaminio. Della questione Alley si era occupata già dall’ottobre del 2020. Ci è tornata a poco meno di un anno, per ribadire l’illegittimità di una prassi e insieme la prorompente portata politica della stessa. Sepoltura senza consenso, con il nome della donna stampigliato su una croce, in bella mostra, quasi a ribadire il marchio a fuoco che tocca a chi interrompe la gravidanza, in uno Stato come il nostro che rimane tutt’altro che laico: questi i fatti per chi non se ne ricordasse. Le ultime notizie sono del 7 febbraio. Per ricostruire la...

23 Giugno 2021

Violenza contro le donne, aumentano i maltrattamenti in famiglia

scritto da

      Nuovi reati e pene più severe, accelerazione dei procedimenti per denunce e indagini, maggiore urgenza e attenzione sui casi di violenza contro donne e minori. Ma ancora troppa discrezionalità e mancanza di formazione, con il rischio che tutto resti sulla carta e si assista a una rivittimizzazione. A quasi due anni dall’entrata in vigore, sul Codice rosso, la legge 69 del 19 luglio 2019 a tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, restano luci e ombre. “Il Codice rosso ha reso i reati contro le donne alla pari di quelli contro la criminalità organizzata e ha imposto che le donne vittime di violenze vengano...

13 Ottobre 2020

Cimitero dei feti, esporre il nome della donna è contro la legge

scritto da

Esiste, nella capitale, un campo dove sono sepolti i feti abortiti: su ognuna di quelle tombe, una croce che individua una madre e la data di interruzione della gravidanza. Una distesa di nomi e cognomi che raccontano di donne alla mercé di chiunque. Che nessuno abbia pensato di chiedere il loro consenso prima di agire integra una palese e mostruosa violazione della privacy, in uno dei momenti di maggiore intimità della vita. La legge non lo consente. È precisamente l'art. 9 del Regolamento Europeo sulla Privacy 679/18 che si occupa del trattamento di categorie particolari di dati a rilevare in questa fattispecie. La norma è...