08 Giugno 2021

Donne di editoria, la poeta Elisa Donzelli: “Il genere è anche una conquista”

scritto da

    La sua prima raccolta di poesie, “album”, è fresca di pubblicazione per Nottetempo, ma Elisa Donzelli vive e respira poesia praticamente dall’infanzia. La raccolta infatti abbraccia un racconto di vent’anni, come un memoriale in versi, che nell’andirivieni tra le età di una vita traccia le immagini di una generazione in equilibrio tra disillusioni e identità. Nata a Torino nel 1979, da piú di trent’anni vive a Roma, ed è autrice e curatrice di saggi e opere letterarie. Dal 2018 ricopre la cattedra di Letteratura italiana contemporanea alla Scuola Normale Superiore di Pisa. È figlia di Carmine Donzelli, che...

26 Febbraio 2021

Maura Gancitano (Tlon): "Una donna editrice ha un valore politico"

scritto da

Il lavoro editoriale è un lavoro lento, artigianale. La nascita di un libro richiede cura”. Maura Gancitano, oltre a essere un’editrice, è anche un punto di riferimento culturale per il suo attivismo con il progetto Tlon, e non sorprende che parli con tanta attenzione dei principali strumenti e veicoli di trasmissione culturale: i libri. Dal 2016 Tlon è diventata anche casa editrice, sotto la direzione editoriale di Gancitano e del suo compagno di vita e professione Andrea Colamedici. Ma Tlon è nato qualche anno prima, nel 2014, fondato sempre da loro con Nicola Bonimelli. Progetto di divulgazione culturale, casa...

27 Ottobre 2020

Libri, arriva lo schwa per indicare il genere neutro

scritto da

    Salve a tutti. Salve a tutti e tutte. Salve a tutte. A tutt*, a tutt@. A tuttu. A tuttə. Questa è la storia, in una riga, di come una norma grammaticale, una convenzione, è stata negli ultimi anni decostruita, destrutturata, destabilizzata, denormalizzata, alla ricerca di una significanza nuova e più inclusiva, che mettesse a proprio agio tutte le persone che di una certa lingua fanno uso quotidiano. E se il linguista de Saussure affermava che “È il punto di vista che fa la cosa”, capiamo bene come sia necessario interrogarsi su quale sia il punto di vista sotteso alla costruzione di una norma...

20 Novembre 2019

Fondi regionali e servizi comunali: così ho fondato una casa editrice tutta mia

scritto da

Oriana ha 28 anni e una casa editrice tutta sua. L’ha fondata cinque anni fa perché, dice, nonostante tutti i libri che c’erano in giro, fin da piccola pensava che mancasse qualcosa. Che cosa? Un editore sui generis, che per esempio fosse attento al teatro contemporaneo, oppure che sapesse raccontare la filosofia in un modo diverso, più accattivante, più moderno. E proprio Sui Generis, alla fine, è il nome che ha scelto per, la sua casa editrice: “Formalmente è nata il 27 novembre del 2014 - racconta - fra pochi giorni festeggio il primo lustro”. Come ha fatto una ragazza  allora 23enne, neolaureata in Lettere, a...