12 Aprile 2019

Tre motivi per cui non chiedere mai a un bambino che cosa vuol fare da grande

scritto da

      Non sono sicura che si usi ancora chiedere ai bambini che cosa vogliono fare da grandi, ma immagino di sì. D'altronde è una domanda buona per tutte le occasioni, il classico rompi-ghiaccio quando ci si trova davanti a uno scolaro delle elementari e non si sa bene di cosa parlare. Domandarlo, invece, a un liceale potrebbe comportare qualche rischio: potrebbe non essere d’accordo né con la prima parte della frase (il voler fare qualcosa) né con la seconda (il dover ancora “diventare grande”). Lo psicologo e scrittore Adam Grant ha di recente lanciato sul New York Times un dibattito proprio sulla...

19 Ottobre 2018

Storia di Louisa May Alcott, la penna che scrisse 150 anni fa "Piccole donne"

scritto da

      Una ragazza scrive frenetica su fogli di carta. Indossa un vecchio spolverino di lana nera sul quale pulisce di tanto in tanto il pennino. Sul capo un berretto ornato da un bel nastro rosso che le trattiene i lunghi capelli. Come scrivania usa una vecchia cucina di ferro che ha sistemato in soffitta. È immersa nel vortice della scrittura, una passione che la assorbe in maniera totalizzante. Scrive, scrive senza sosta insensibile alla fame, alle preoccupazioni, al cattivo tempo, immersa nel suo mondo immaginario e meraviglioso. I suoi occhi sono chini sui fogli, ma sprizzano bagliori di felicità. È la penna di Louisa...

08 Ottobre 2018

Silicon Valley, le donne entreranno nei board delle società quotate per legge

scritto da

      Per una volta è la Silicon Valley a seguire l’Italia. Dopo anni di dibattito sull’efficacia delle quote di genere, discussioni sui pro e contro dell’introduzione delle quote e come gestire le (inevitabili) reazioni all'obbligo di aumentare di fatto il numero di donne nei board, due giorni fa lo Stato della California ha passato una legge che impone alle società quotate con headquarter in California di avere almeno una rappresentanza femminile nei consigli di amministrazione entro il 2019. Entro il 2021, poi, la nuova normativa richiede che le società quotate con più di cinque consiglieri abbiano almeno due...

06 Ottobre 2018

Calcio a 5: #BeBrave, il progetto per far scendere in campo le ragazze

scritto da

  “Ho iniziato a giocare che ero una bambina alta come una spiga di grano, palla sotto al braccio e la voglia di prendermi il mondo”.   Arianna Pomposelli, atleta di punta della Nazionale italiana di calcio a 5 e dell’Olimpus Roma,  alla vigilia delle qualificazioni degli europei di futsal (calcio A5) ha la stessa determinazione di quando ha cominciato. Sul suo profilo Facebook continua così: “una lotta continua in mezzo a mille maschi, ma mi bastava una palla nient’altro”. Arianna, classe 1991, grazie alla passione del padre per il calcio A5 ha iniziato a giocare molto presto: già a quattro anni inseguiva il...