Mila Campisi Agosti

Non bevo, non fumo e non dico (quasi mai) parolacce...potrei forse sembrare noiosa se non fosse che sono una mamma! E questo alleggerisce le mie colpe. Otto anni fa ho preso una specializzazione in linguistica applicata agli orsi&altri animali, un brevetto per andare in orbita dentro una scatola di cartone e ho iniziato, come sous-chef, un master in padelle di plastica. Ho imparato anche che in tv esistono solo e sempre tre canali, che qualsiasi cosa si rompa "per fortuna c'è la colla super-forte" e che i pennarelli rossi sono sempre i primi a finire. Ma ho anche imparato che i sassi e i disegni sono i regali migliori, che fare tardi a scuola e in ufficio per finire la colazione tutti insieme non è peccato mortale e che non si è mai troppo grandi per il bacio della buonanotte. Da oltre 16 anni mi occupo di comunicazione per una multinazionale triestina che opera nel mondo del caffè. Nel 2009 ho dato vita ad un progetto di marketing territoriale dedicato ai bambini. Scrivo pezzi di vita e di storie sul quotidiano della mia adorata Trieste. La mia laurea in traduzione? Mi aiuta anche a sorridere degli strafalcioni sui libretti di istruzioni dei giocattoli per i bambini.
07 Novembre 2018

In Italia l’ascensore sociale si è fermato, se sei figlio di operai sarà più difficile diventare medico

        In Italia l’ascensore sociale si è fermato e a scuola le scale sono sempre più ripide per gli studenti economicamente più svantaggiati che credono alle possibilità di promozione sociale tramite l’istruzione. A fotografare questo sempre più profondo divario tra studenti ricchi e poveri è l’ultimo rapporto Ocse-Pisa, il programma internazionale di valutazione dell’istruzione "Equità nell'istruzione: abbattere le barriere alla mobilità sociale" che mette a confronto in che modo 70 nazioni pongo l’attenzione sulle esigenze degli studenti economicamente più svantaggiati offrendo loro le possibilità...

24 Ottobre 2018

Vuoi scrivere meglio in italiano? Allenati su WhatsApp

                Quante volte riceviamo email, ma anche semplici messaggi, da amici o colleghi dove gli strafalcioni abbondano? Con quel congiuntivo al posto sbagliato e quell’apostrofo a  qual è che ci fa capire che non si tratta di un refuso o una distrazione dettata dalla velocità. Con quella richiesta di un’appuntamento che anche il correttore automatico ti segnala in rosso come faceva la maestra a scuola. Errori spesso commessi da quegli stessi adulti che hanno la presunzione di giudicare i giovani e le loro moderne storpiature della lingua italiana. C’è chi sorride, chi rimarca l’errore...

14 Ottobre 2018

Giocare con la sabbia per comunicare con i bambini

    I dettagli. Sono sempre i dettagli a fare la differenza. E questo libro racchiude già nel titolo l’essenza del contenuto. L’autrice, Iolanda Stocchi, psicologa e psicoterapeuta che da più di 20 anni si occupa di separazioni attraverso la terapia junghiana del gioco della sabbia, parte proprio da un dettaglio parlando di terapia “con” i bambini ponendosi, da subito, in modo empatico e rispettoso nei loro confronti. E non è un dettaglio trascurabile per chi, come lei, lavora con la psiche e i delicati equilibri dei bambini. Anche i contenuti del libro sono “con” i bambini: ci sono i loro nomi, i loro disegni, i...

11 Ottobre 2018

Tablet e smartphone ai bambini, cosa rischiamo?

    Quanti di noi si rivolgono ai pediatri per avere consigli? Meno di quanti pensiamo. Solo 3 su dieci genitori si rivolge al medico dei bambini. Un'occasione persa, considerato che su tanti temi possono essere degli utili alleati nella crescita dei nostri figli. Come nel caso, ad esempio, dell'uso di tablet e smartphone da parte dei nostri pargoli. A riguardo la Società Italiana di Pediatria si è espressa con un documento ufficiale sull’uso dei media device (cellulare, smartphone, tablet, pc ecc.)  per i bambini da 0 a 8 anni di età. Il documento non è affatto a senso unico: sono stati presi in esame sia gli effetti...

02 Ottobre 2018

Nonni italiani: tappabuchi o familiari insostituibili?

      Amilcare, 40 anni di carriera nelle costruzioni e tre figli sistemati, non manca un giorno davanti al cancello della scuola elementare Gianni Rodari. Al suono della campanella gli volano fra le braccia una Viola e le sue trecce e un Matteo alle prese con la prima nota sul diario. Sono i suoi nipoti, a cui dedica tutti i pomeriggi, dal lunedì al venerdì, tutto il suo tempo disponibile. Fa parte dei 12 milioni di nonni che in Italia si occupano di offrire a nuore e generi i loro beni più preziosi: tempo e affetto familiare. Oggi 2 ottobre li si celebra con una Festa a loro dedicata. Nel nostro immaginario la parola...

26 Settembre 2018

Obbedire per paura o per rispetto? Quando i bulli si considerano leader

        Riconoscere chi ha il potere e distinguerlo da chi non ce l’ha e lo esercita in maniera distorta. Usare la forza fisica o psicologica oppure avere l’autorevolezza del leader? Come si costruisce il concetto di autorità? I bambini semplificherebbero: come riconoscere i buoni dai cattivi? Un recente studio condotto congiuntamente dall’Università di Trento (Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive) e dall’Università dell’Illinois (Dipartimento di Psicologia) e pubblicato sull’ultimo numero dei Proceedings of the National Academy of Sciences stabilisce che già all’età di due anni i bambini...

12 Settembre 2018

Bambini cresciuti all’aria aperta? A scuola saranno avvantaggiati

        A scuola chi ha sviluppato o possiede buone capacità mnemoniche ha sicuramente più facilità e velocità di apprendimento: impiega meno tempo a imparare le poesie e le tabelline, si ricorda con maggior facilità di ciò che ha detto la maestra e ha un approccio diverso alla matematica. Ma da cosa dipende lo sviluppo della memoria del bambino nei primi anni di scuola? Negli anni gli studiosi hanno analizzato molti fattori diversi, ma solo recentemente un gruppo di esperti della University College di Londra ha pubblicato uno studio sul British Journal of Educational Psychology che ha preso in considerazione...

22 Agosto 2018

Vacanze, più della metà dei bambini italiani resta a casa

    Da sempre, per molti bambini (anche se non per tutti), estate fa rima con vacanza. Dal mare alla montagna, passando per laghi e campagna, l’offerta è varia e a portata di mano. Purtroppo non per tutti i genitori anche a portata di tasca. L’ultima ricerca condotta da Save the Children a metà estate 2018 fotografa infatti uno scenario in cui più della metà dei bambini e degli adolescenti, in Italia, non può fare una vacanza di almeno quattro giorni lontano da casa e oltre 3 ragazzi su 5 tra i 15 e i 17 anni di età (quasi il doppio rispetto al 2015) non possono permettersi, per motivi economici, periodi ricreativi e...

01 Agosto 2018

Professione Mamma Blogger: chi sono le più famose?

    Chi frequenta il mondo dei social sicuramente ha avuto occasione di incappare in qualche loro scatto con il pupo sul passeggino griffato, il pigiamino super logato o nel family resort dall’altra parte del mondo. Sono le mummy bloggers che mettono la propria vita sulla piazza virtuale più curiosa del web e dispensano consigli su moda, cucina e viaggi a portata di bebè.   Ma chi sono e dove si trovano le nuove mamme influencer? Il primo dato curioso fotografo da Blogmeter, azienda attiva nella social media intelligence, è lo spostamento dai classici blog personali sui quali le mamme raccontano le...

11 Luglio 2018

Affido congiunto, e se fossero i genitori a spostarsi nei fine settimana?

    Cosa succede nell’animo dei figli quando i genitori si separano? La legge fissa le regole. I giudici le applicano. I genitori proseguono le proprie vite separatamente. E i figli? Dal punto di vista psicologico, i percorsi e le situazioni che i figli devono affrontare vanno ben oltre la matematica divisione del tempo quotidiano, dei giorni di vacanza con la mamma e dei weekend con il papà. La separazione dei genitori apre finestre che non sempre si è capaci a gestire nel bene e nell’interesse del minore. Iolanda Stocchi, psicologa e psicoterapeuta, si occupa da oltre vent’anni di aiutare bambini e famiglie...