Mila Campisi Agosti

Non bevo, non fumo e non dico (quasi mai) parolacce...potrei forse sembrare noiosa se non fosse che sono una mamma! E questo alleggerisce le mie colpe. Otto anni fa ho preso una specializzazione in linguistica applicata agli orsi&altri animali, un brevetto per andare in orbita dentro una scatola di cartone e ho iniziato, come sous-chef, un master in padelle di plastica. Ho imparato anche che in tv esistono solo e sempre tre canali, che qualsiasi cosa si rompa "per fortuna c'è la colla super-forte" e che i pennarelli rossi sono sempre i primi a finire. Ma ho anche imparato che i sassi e i disegni sono i regali migliori, che fare tardi a scuola e in ufficio per finire la colazione tutti insieme non è peccato mortale e che non si è mai troppo grandi per il bacio della buonanotte. Da oltre 16 anni mi occupo di comunicazione per una multinazionale triestina che opera nel mondo del caffè. Nel 2009 ho dato vita ad un progetto di marketing territoriale dedicato ai bambini. Scrivo pezzi di vita e di storie sul quotidiano della mia adorata Trieste. La mia laurea in traduzione? Mi aiuta anche a sorridere degli strafalcioni sui libretti di istruzioni dei giocattoli per i bambini.
17 Ottobre 2019

Donne e diplomazia culturale, quali le opportunità?

    Cultura, diplomazia e mondo dell’impresa si confronteranno sulle sfide cui siamo tutti chiamati oggi non solo per ricomporre i rapporti conflittuali, ma anche per anticipare le esigenze e i mutamenti della società. L'occasione per farlo si ha a Trieste dal 16 al 18 ottobre in occasione del primo Forum Internazionale sulla Diplomazia Culturale promosso da AICDC - Associazione Internazionale per la Cooperazione e la Diplomazia Culturale – in collaborazione con CEI – Central European Initiative e con il patrocinio del Comune di Trieste, della regione Friuli Venezia Giulia e di Confindustria Venezia Giulia. L’Italia ha...

21 Agosto 2019

Summer camp. È stata una buona scelta per i nostri figli?

        Non era ancora suonata l’ultima campanella che decretava la fine della scuola e migliaia di genitori dovevano già fare i conti con l’organizzazione estiva dei proprio figli. Tra marzo e maggio, tutti i genitori che si trovano nell’impossibilità di gestire in autonomia il tempo libero della lunga pausa estiva dei propri figli hanno consultato la variega offerta sportivo-linguistico-ludica proposta nella propria città e hanno prenotato il Summer camp, ovvero la versione più smart della vecchia colonia estiva. E non senza sensi di colpa, soprattutto per chi, per la prima volta, doveva affidare i propri figli...

31 Luglio 2019

Benvenute granny au pair! Come diventare nonne-alla-pari over 50

    I nonni sono da sempre la colonna portante di molte famiglie, fonte di un welfare spesso irrinunciabile. Badano ai nipoti quando i genitori sono al lavoro, mandano avanti la casa, sbrigano faccende e commissioni, ma non solo: anche in estate, per più di un italiano su due (58%), di fronte ai tanti impegni di lavoro e alle incombenze della vita quotidiana, la soluzione migliore è affidare proprio a loro i figli, perché possano trascorrere un periodo di vacanza con persone fidate senza dovervi rinunciare per via degli impegni dei genitori. È il dato che emerge dall’ultima ricerca dell’Osservatorio di Reale Mutua sul...

04 Luglio 2019

Bambini digitali: le nuove raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della Sanità

    "I bambini sotto i cinque anni devono trascorrere meno tempo seduti a guardare gli schermi, devono dormire meglio e avere più tempo per giocare se vogliono crescere sani". È questo il messaggio lanciato dall’ Organizzazione mondiale della sanità nelle nuove linee guida sull'attività fisica, comportamento sedentario e sonno per i bambini sotto i 5 anni. Le nuove linee guida sono state elaborate da un gruppo di esperti dell'OMS che hanno valutato gli effetti sui bambini piccoli di un sonno inadeguato e del tempo trascorso seduti a guardare schermi o seduti su seggioloni e passeggini. Inoltre sono stati anche esaminati...

16 Giugno 2019

Federica Pellegrini: “I genitori lascino agli allenatori il futuro dei figli nello sport"

      Dal Trofeo dell’Est di Goriza, dove oggi ha gareggiato nei suoi 200 stile libero, fermando il crono a 1’58.45 e aggiudicandosi il primo posto, Federica Pellegrini lancia un messaggio ai giovani atleti, ma soprattutto ai loro genitori: “È un discorso molto serio e ampio, consiglio ai ragazzi di ascoltare, in ambito sportivo, l’allenatore perché mi sono accorta nelle gare che faccio in giro per l’Italia, che i genitori a volte peccano un po’ troppo di presenzialismo. Si vuole diventare un atleta di altissimo livello in pochi anni, ma il nuoto è uno sport difficilissimo che ha bisogno di un allenamento di...

12 Giugno 2019

Eugenia Carfora, preside da Caivano: “La bellezza può combattere l'illegalità”

      È da questa parola “bellezza” che ripete spesso la preside Eugenia Carfora, ormai diventata il simbolo della scuola che resiste, che inizia una lunga chiacchierata dove “bellezza e illegalità” combattono, troppo spesso, ad armi impari nella quotidianità della provincia di Caivano. Nell’ultima intervista rilasciata a AlleyOop avevamo raccontato l’inizio della sua storia e delle sue battaglie e aveva chiesto di non spegnere i riflettori sulla sua battaglia e noi continuano a seguirla e sostenerla. Eugenia Carfora oggi è la dirigente scolastica dell’Istituto Superiore Tecnico Professionale “Morano”...

29 Maggio 2019

La meditazione diventa materia di studio sui banchi di scuola

    Lezioni di storia che si alternano ad esercizi di consapevolezza, formule di matematica ma anche tecniche di rilassamento, geografia e esercizi di respirazione. Per molti potrebbe sembrare l’elenco delle materie di un corso extra-scolastico per stimolare i propri figli in modo diverso, invece, in Inghilterra, questo piano di studi è diventato realtà per centinaia di bambini e giovani che impareranno come utilizzare una serie di tecniche innovative per promuovere una buona salute mentale attraverso la mindfulness, la meditazione nata in Oriente dai monaci tibetani. Il Segretario all'istruzione Damian Hinds ha...

30 Aprile 2019

Noi genitori siamo i primi veri mediatori culturali

      “Oggi a scuola ho scambiato la mia merenda con quella di Abul. La nonna gli ha fatto un panino con una frittata un po’ dolce un po’ salata buonissima”. E io ho pensato a quel delizioso panino con il prosciutto caldo in crosta di pane tanto caro alla tradizione triestina che mio marito aveva preparato la mattina, che era stato scambiato con una strana frittata. Secondo i dati ISTAT, Abul è uno dei 1.041.177 under 18 con genitori di origine immigrata (su un totale di popolazione minorile di 9.806.357 ragazzi, uno su dieci) che siede sui banchi della scuola italiana. Una scuola che, sempre più spesso, è chiamata...

28 Aprile 2019

I Rompiscatole, storie vere di adolescenti imperfetti

      Alcuni libri sono come le persone: piacciono al primo sguardo. E così è stato per me con “I rompiscatole – storie di giovani eroi senza mantello”. Sarà per quel bel formato quadrato, sarà per la grafica simpatica del bravissimo Lorenzo Santinelli, sarà per la scelta coraggiosa del titolo che racchiude già un immaginario fatto di bambini e ragazzi cui il mondo convenzionale sta stretto. Anche se tutta questa iniziale leggerezza è stata forse ricercata per affrontare le pagine interne che raccontano di adolescenze difficili, famiglie autentiche con ragazzi comuni ma al tempo stesso speciali che con la loro...

04 Aprile 2019

Congedo di paternità: 10 giorni bastano per iniziare a fare il papà?

    Dal congedo di maternità al congedo parentale fino ad arrivare in questi giorni al congedo di paternità il passo non è stato breve. Ma oggi, finalmente, al centro del dibattito in Europa c’è il tempo dei papà. Di quei papà che non vogliono essere “come le mamme”, ma vogliono proprio fare i papà, lasciando da parte il lavoro e dedicando giornate intere al proprio figlio. La direttiva del Consiglio dell’UE e del Parlamento Europeo proposta in questi giorni prevede un accordo per cui i papà potranno chiedere di usufruire di almeno dieci giorni di congedo di paternità dopo la nascita (o l’adozione) di un...