Federica Ginesu

Nata in un'Isola cullata dal mare e sferzata dal vento, scrivo da sempre, da quando ho memoria. Sognatrice, romantica e determinata, mi incanto davanti ai quadri e ho ereditato da mio padre la passione per la moda, da mia madre la forza per superare avversità e ostacoli. La mia vita, da quasi quattro anni, è il giornalismo, un mondo che abito con entusiasmo e voglia di crescere. Attualmente sono una giornalista freelance che desidera poter firmare, prima o poi, il suo primo contratto. I primi passi li ho mossi sul web, ora collaboro con i settimanali nazionali cartacei senza dimenticare mai i social, una grande passione. Scrivo di donne per le donne, le loro lotte e le loro battaglie. Amo raccontare esempi di resilienza e rinascita. Per tre anni mi sono calata negli archivi della storia della mia terra, la Sardegna, per restituire le vite di grandi donne dimenticate. Ho scoperto un universo straordinario e ho cominciato a credere che poche siano le cose impossibili. Fiera di essere sarda, sogno di trasferirmi a Milano, per seguire quel miraggio del mondo che sento dentro
28 Luglio 2019

Il precariato può uccidere. Parola di Elvira Navarro

        In Spagna, dove è nata, Elvira Navarro è stata definita la voce di una generazione. Con il suo romanzo “La lavoratrice”, che ora arriva in Italia, ha immortalato la precarietà del nostro tempo. Quell'incertezza lavorativa che può diventare asfissiante, uccide dentro giorno dopo giorno perché distrugge la speranza, lacera l’identità riducendola a brandelli. È come perdersi senza ritrovarsi. È camminare sul bordo di un vortice con la bocca spalancata, pronto a fagocitare. Elisa si è smarrita. Ha rinunciato al suo sogno: essere una scrittrice. La protagonista del libro lavora in una grande casa...

25 Luglio 2019

I segreti delle atlete influencer svelati dalla manager Alessandra Guerra

        Il loro è stato il mondiale di tutti e di tutte, di un’Italia Intera. Non sono arrivate in finale, ma le calciatrici della nazionale hanno vinto ugualmente la loro scommessa. Hanno sfoderato in campo coraggio, audacia e talento. Hanno fatto appassionare milioni di spettatori che si sono incollati alla Tv per seguire le loro gesta. Su Rai 1 il match Italia - Olanda, che ha sancito l’uscita di scena delle azzurre del calcio dalla competizione mondiale Francia 2019, ha stabilito un record di ascolti: 5.223.000 spettatori con il 37.9% di share. Prima, a far innamorare il pubblico, ci hanno pensato le atlete del...

08 Luglio 2019

La maschera che indossi, quella della mascolinità tossica

    «Basta lacrime ed emozioni. Impara a dominare e a controllare le persone e le circostanze. È quello che mi ripeteva mio padre. Non mi sentivo abbastanza uomo. Mi sono rifugiato nel football. Ho aderito al modello culturale dominante. Pensavo che manifestando questa super mascolinità in qualche modo avrei avvalorato chi e che cosa ero. Di certo mio padre mi avrebbe rispettato vedendo quanto ero forte e mi avrebbe dato tutto l’amore e le attenzioni che io volevo disperatamente. Vorrei chiedere a ogni uomo di pensare a quale età e in quali circostanze qualcuno gli ha detto di essere un uomo. Credo che sia una delle frasi...

17 Giugno 2019

Di padre in figlia. Quando un’azienda passa nelle mani delle donne

      È l’ultima di quattro fratelli, l’unica figlia femmina. L’anno scorso Chiara Coricelli a 37 anni è diventata amministratrice delegata dell’azienda di famiglia, un’impresa olearia fondata nel 1939 dal nonno Pietro, arrivata alla terza generazione che esporta in oltre 110 Paesi del mondo. Il suo non è un caso isolato, anche se bisogna ammetterlo, i dati sulle donne ai vertici delle imprese in Italia non sono ancora confortanti. Secondo il rapporto annuale ISTAT 2017, in Italia soltanto il 12,2% del top management è donna. Le imprese familiari in Italia rappresentano l’82% del totale. Il 63% degli...

04 Giugno 2019

Donne e politica: cosa può insegnare Ocasio-Cortez alle italiane

      Una ragazza è seduta su un divano. Tiene in mano dei fogli e un evidenziatore. Si sta preparando a un momento decisivo della sua vita. «Devo occupare spazio. Stasera ci proverò. Ce la posso fare. Ho abbastanza esperienza per poterlo fare. Sono abbastanza informata per farlo. Abbastanza preparata per farlo. Abbastanza matura, abbastanza coraggiosa per farcela. Mentre lui per tutto il tempo mi dirà che non posso farcela. Che sono piccola, insignificante, giovane e inesperta» è il discorso motivazionale che pronuncia Alexandria Ocasio-Cortez prima dello scontro tv con Joe Crowley, il candidato contro cui correva...

20 Maggio 2019

Dove sono le donne su Wikipedia? Il gender gap della più grande enciclopedia virtuale

      È stata una delle prime donne in Italia a laurearsi in medicina nel 1913 e la prima nel nostro Paese a diventare medica condotta. Non si era arresa quando il prefetto di Nuoro aveva cercato di ostacolarla. Adelasia Cocco aveva combattuto per poter svolgere la sua professione, aprendo così la strada a tutte le altre. Ma se andate a cercare il suo profilo su Wikipedia non lo troverete. Questa donna pioniera non fa parte di quella che è considerata la più grande enciclopedia virtuale. Nata nel 2001, contiene oltre 45 milioni di voci in più di 280 lingue. Il caso di Adelasia Cocco non è isolato. Le pagine...

19 Maggio 2019

“La circonferenza di una nuvola”, i bachi dell'adolescenza delle ragazze

      «State portando vostra figlia in manutenzione per vedere se è possibile aggiustarla» è quello che Lisa pensa quando i genitori la portano a Villa Erica, un tentativo colmo di speranza. Il luogo in cui guarire, in cui semplicemente rifiorire. Lisa ha sedici anni e non vorrebbe più esistere, per questo ha smesso di mangiare. Ha i denti cariati, le ossa fragili e pochi capelli. È piena di rabbia quando vede dal finestrino dell’auto che la sta portando alla residenza dove è diretta, l’istituto in cui si curano i disturbi alimentari, un cartello con una scritta: “Tutti i passi che hai fatto nella tua vita ti...

06 Maggio 2019

Il ciclo non è un lusso. La battaglia delle studentesse italiane

      «Il ciclo non è un lusso e non è una scelta» lo hanno scritto in maiuscolo su cartelli, fogli e volantini che hanno affisso nelle bacheche e sui muri dell’università. Hanno attaccato alle pareti assorbenti colorati con il pennarello rosso, mentre nei bagni hanno lasciato le tampon box, distributori di tamponi. La mobilitazione delle studentesse del Collettivo+ all’Università degli studi di Salerno in poco tempo è diventata virale sui social. Più di mille condivisioni e commenti da ogni parte d’Italia: «Abbiamo chiesto l’installazione di distributori di assorbenti gratuiti nei bagni delle facoltà e...

23 Aprile 2019

Avvocatura, le donne guadagnano meno e hanno meno rappresentanza nei consigli

        Mai una donna così in alto. Maria Masi, avvocata dell’Ordine di Nola, è stata eletta qualche settimana fa vicepresidente dell’appena rinnovato Consiglio Nazionale Forense. Un risultato storico. Per la prima volta dal 1926 una donna occupa una della cariche più importanti di questa istituzione. Le avvocate in Italia hanno ormai conquistato la parità numerica. Sono il 47,8%, ma la percentuale non basta a fotografare la professione. Prendiamo, ad esempio, i consigli degli ordini circondariali degli avvocati: le donne ai vertici sono ancora poche, le cariche più importanti sono in larga parte appannaggio...

12 Aprile 2019

La donna che ha catturato l’invisibile. Katie Bouman e la foto del secolo

    Il suo contributo è stato fondamentale per quella che è stata chiamata la foto del millennio. La prima immagine di un buco nero. Uno scatto che ha immortalato quell'anello, un turbinio di luce infuocata che rivela l'ombra di un’enorme massa di materia, un gigante nero al centro di una galassia conosciuta come M87, distante 55 milioni di anni di luce. Katie Bouman, esperta di hardware e software, ha sviluppato l’algoritmo cruciale che ha aiutato a ideare il metodo capace di catturare uno dei misteri del cosmo. Un’impresa a lungo considerata impossibile. I buchi neri sono estremamente distanti e compatti, quindi...