Fabio Roia

Sono magistrato dal 1986. Dopo essere stato pubblico ministero presso la Procura ordinaria del Tribunale di Milano nel dipartimento per i reati in danno dei soggetti che chiamiamo deboli nel processo, sono stato eletto al Consiglio Superiore della Magistratura nella consiliatura 2006-2010 dove mi sono occupato della prima risoluzione di indirizzo in materia di contrasto alla violenza domestica. Rientrato in ruolo ho svolto le funzioni di giudice sempre nell’area dei soggetti deboli e attualmente ricopro le funzioni di Presidente di Sezione presso il Tribunale di Milano nella sezione misure di prevenzione. Da sempre mi occupo, come studioso e formatore, delle tematiche che riguardano la violenza contro le donne. Recentemente ho pubblicato per Franco Angeli editore il volume “Crimini contro le donne, politiche, leggi buone pratiche” un libro destinato a tutti gli operatori che si occupano della gestione dei casi di donne vittime di violenza. La soddisfazione più grande l’ho vissuta il 7 dicembre 2018 quando il Comune di Milano mi ha insignito della civica benemerenza conosciuta come “Ambrogino d’oro.
05 Maggio 2020

Covid-19, Fabio Roia: "La malattia, una prova che mi ha cambiato"

Sono un uomo fortunato, per una serie di motivi. Il primo è che mi sono ammalato quando l'epidemia non era ancora così diffusa, sono stato ricoverato in ospedale tempestivamente e in  un ospedale di grande professionalità come il Sacco di Milano. Qui ho ricevuto delle cure molto appropriate e ce l'ho fatta. Sono un uomo fortunato anche perché, nella disgrazia di aver contratto il coronavirus, insieme a me c'era mia moglie Adriana. Anche lei è presidente di una sezione Civile del Tribunale, abbiamo contratto il virus insieme, quasi certamente in Tribunale, non sappiamo chi dei due per primo. Abbiamo passato tre settimane in...

13 Febbraio 2020

Lotta alla violenza contro le donne, la strada è ancora lunga

Il Grevio, organismo indipendente del Consiglio d’Europa costituito da esperti nel contrasto alla violenza contro le donne, ha depositato il 13 gennaio scorso il rapporto sullo stato di attuazione in Italia dei principi della convenzione di Istanbul in materia di prevenzione e di lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica adottata l’11 maggio 2011. Il testo della convenzione prevede, in un ricco articolato che tenta di descrivere tutte le forme di violenza e di individuare degli strumenti di contrasto al fenomeno, che gli Stati membri, riconoscendo la natura strutturale della violenza contro le...