Tre cose “scientifiche” da fare se vuoi trovare l’amore

scritto da il 08 Febbraio 2019

art-balloon-blur-832761

Quasi 8 milioni di persone in Italia sono single, e la metà non è mai stato sposato. Un esercito di solitari che porta le famiglie unipersonali a essere oltre il 30% delle famiglie italiane – erano solo il 13% nel 1971. Uomini e donne che “ballano da soli” e, festeggiano il giorno successivo a San Valentino: il giorno di San Faustino – le spiegazioni popolari attribuiscono questa scelta al significato del nome Fastino, da Fausto: “fortunato”; quindi fortunato perché single… oppure adatto a propiziare la ricerca dell’anima gemella a chi non ce l’ha.

Ecco appunto: quante probabilità hanno queste persone di trovare l’amore, se lo stanno cercando?

Assumendo che gli inglesi non siano poi tanto diversi da noi, prendiamo a prestito una ricerca fatta dall’Università di Bath che, basando il proprio calcolo su 18 fattori di selezione, come per esempio età e localizzazione dei potenziali innamorati, ha stabilito che le probabilità che abbiamo di trovare un partner (se lasciamo fare al fato) sono… una su 562. Se consideriamo che, secondo il National Safety Council americano, le probabilità di morire investiti da un’auto sono una su 623 e quelle di essere colpiti da un’arma da fuoco sono una su 300 (negli Stati Uniti!), le probabilità di trovare l’amore sembrano proprio un po’ pochine, e non consola sapere che aumentano se si ha un’età compresa tra i 65 e i 74 anni, arrivando a una probabilità su 304.

Come facilitare il fato, e aumentare le nostre probabilità di non restare soli?

trovare-lamoreI decaloghi si stanno moltiplicando e in Gran Bretagna hanno fatto una stima di quale siano le azioni più efficaci dando loro una percentuale precisa. Non sarebbe il caso di fare un’analisi costi e benefici, parlando d’amore, ma tutto sommato sapere cosa influenza maggiormente il successo della ricerca, forse può aiutare.

Iniziamo sfatando un mito: incontrare gli amici degli amici migliora le nostre chance solo del 4%, e ancora peggio fanno gli incontri combinati dalla famiglia, con un misero 1% di miglioramento. Quindi contare sulla nostra rete di contatti, non sembra essere la strategia più “proficua”

Top tre delle cose da fare per innamorarsi (ed essere amati!), secondo i ricercatori della Bath University sono:

1) iscriversi in palestra e, una volta lì, chiacchiera con le persone. Certo sembra banale e scontato, ma dati alla mano migliorera le probabilità di trovare l’amore del 15%. Resta sempre da vedere se la nostra metà sia tipo da palestra o meno!

2) accettare inviti a bere drink dopo il lavoro: basta questo perché le tue probabilità aumentino del 16%. In questo caso in Gran Bretagna l’abitudine a passare dal pub dopo l’orario di lavoro, aiuta. In Italia si va di aperitivo, ma è meno frequente che lo si faccia con le persone con cui si lavora.

3) infine, se usi in modo sistematico i siti di dating (ma qui occorre evidenziare che tra i committenti della ricerca c’era il sito di dating online eharmony) migliori le tue probabilità di trovare l’amore ben del 17%. In questo caso, però, diventa quasi un impegno quotidiano che va dallo screening al primo contatto, dall’approfondimento della conoscenza via telefono agli incontri di persona. E perché funzioni probabilmente bisogna andare sui grandi numeri e darsi tempo.

Questi dati un po’ sconsolanti giustificano forse l’atteggiamento di quel 15% di persone che restano in una relazione pur sapendo e affermando chiaramente di non essere innamorati: d’altronde, là fuori è una giungla, e le probabilità di uscirne sono davvero scarse!

Ultimi commenti (33)
  • Cinzia |

    Ciao a tutti, ben ritrovati !
    Io credo che sia molto più facile per un uomo trovare la sua lei che per una donna l uomo giusto, in quanto penso siano più le donne ad essere propense alla vita di coppia e ad avere il forte desiderio di famiglia …questo perché, salvo rare eccezioni ma, nella donna è insito fin dalla nascita la predisposizione ad essere moglie, madre !
    Mentre sono pochi gli uomini con questa vocazione, ahimè , o ahinoi :)… Se poi pensiamo ai continui casi di femminicidio , è davvero quasi impossibile provare a fidarsi !
    Il punto è che, a differenza dell uomo , noi donne invece ad una certa età, il desiderio di maternità diventa una corsa contro il tempo e quindi gli uomini con lo stesso desiderio scarseggiano perciò ci tocca anche mettere in conto emotivamente questo !
    A parte il discorso maternità , penso che a qualunque età la donna sia ben contenta di vivere la vita in coppia …
    Ritornando alla questione “femminicidio” che purtroppo sembra non fermarsi cosa ne pensate voi ? Soprattutto voi maschietti
    Perché diciamocelo, anche in questi casi , salvo qualche eccezione , è sempre e solo l uomo capace di tanta malvagità !
    Roba da iniziare ad avere una repulsione nei confronti del genere maschile !
    Buona serata a tutti !

  • Ignazio |

    Mi sto rendendo piano piano conto di quanto è difficile trovare una partner dopo i 60 anni di età, nel mio caso mi sento terribilmente solo, pur essendo un uomo amante della vita, della musica, delle piccole cose.

  • Cristiana |

    In realtà, rispondendo al commento più recente, il problema e proprio questo: personalmente continuo a cercarel’amore con la A maiuscola…. infantile? Forse si. Sono una donna pienamente realizzata, ho 46 anni 2 figli una professione, una bella famiglia di provenienza, e la salute fin ora non manca. Stare con una persona ora, vorrei fosse un valore aggiunto, indispensabile amare ed essere amati.

  • Cinzia |

    Credo che ad un certo punto e ad una certa età, dopo batoste e solitudine non si cerchi più l’ amore con la A maiuscola , quello che ti travolge , quello che si vede nei film della serie “e vissero felici e contenti” …penso che la felicità possa avere forme diverse , che quindi anche rapporti di affetto, rispetto abbiano ragione di esistere e di essere vissuti

  • Cinzia |

    Single da 10 anni. Credo di essere una donna di un altro mondo ormai. Mentre fuori sopravvive la falsità, la superficialità, l’ infedeltà io in un uomo cerco l’esatto opposto. Son d accordo con chi dice che la vita è difficile e che non si debba abbandonare alle prime difficoltà ma affrontare il tutto insieme , coppia è anche e soprattutto questo. Che dire mi piacerebbe portare avanti questi discorsi e confrontarsi e magari chissà . Chi vuole scrivermi : cc_1973@libero.it

  • emanuele |

    mi va bene qualsiasi forma di affetto basta che ci siano gli abbracci e le coccole. va bene anche se fai finta di volermi bene oppure se mi dici che mi vuoi bene ma pensi ad un altro. va bene tutto

  • emanuele |

    sono single da una vita, ho 47 anni, nessuna donna mi ha mai detto si ne per le coccole, ne per quelle cose…. non so se un prete cattolico e’ piu fortunato di me pur obligato a mantenere la sua illibatezza. faccio di tutto per trovare una donna ma ogni volta che ne trovo una trovo sempre la congiura delle scuse: sposata, divorziata, frigida, non me vole piu sape delk’ommeni, divorziata ecc… mi basterebbe avere anche solo una donna per un giorno, anche un po di coccole. le uniche donne da cui sono riuscito ad avere le coccole sono due signore sposate. hanno stima di me ma per convincerle a farmi le coccole ho dovuto faticare per 3 anni a convincerle che ero una brava persona. partecipavo a tutti gli incontri di ballo. si ballo sono un appassionato di balli popolari e di balfolk.

  • Marco |

    Ho 45 anni e sono single da quando ne avevo 20. Da quell’età in poi ho raccolto solo una serie infinita di rifiuti da parte delle ragazze. Ho provato anche i social network di incontri, tipo Meetic: su oltre 200 tipe contatattate, non mi ha risposto NESSUNA. Quindi? Quindi me la sono messa via, e ho accettato il fatto che resterò solo a vita. Ho capito che le donne oggi cercano la perfezione ASSOLUTA in un uomo, quindi non posso che farmi da parte, nonostante sia una persona gentile, educata, colta e di buona presenza.

  • Maria Teresa Pittari |

    Ho 74 anni, dicono di aspetto gradevole, vorrei una persona intelligente, abbastanza colta, amante del bello, della nostra Italia, per qualche chiacchiera, un gelato, un cinema, qualche fine settimana in uno dei tanti posti belli che abbiamo e che non parlasse subito di intimità!!!

  • Adriano Rossi |

    Articolo davvero interessante, soprattutto nella comparazione tra le percentuali di riuscire a trovare un partner lasciando fare al fato e quella di morire investiti da un auto.
    Certo, non è semplice trovare il vero amore, molte persone che non ci riescono si adeguano ed in un certo senso si accontentano. Questo dipende molto dall’età e dalle esperienze precedenti che si sono vissute.
    Discorso diverso per chi non si accontenta, in questo caso le cose si fanno più complicate. Si è più premurosi, ci si concentra maggiormente su quegli elementi di incompativbilità caratteriale piuttosto che sugli elementi comuni sui quali lavorare per rafforzare il rapporto.
    Riguardo le cose da fare per innamorarsi ritengo che i siti di dating siano molto importanti ma non dimentichiamo le amicizie sui vari social. Sempre più persone si ritrovano dopo tempo grazie proprio ad essi, c’è anche chi ci si conosce per la prima volta essendo amico di un amico di un ….