26 Aprile 2019

L'algoritmo nascosto del "vero amore" si basa sul caso o sulla scienza?

scritto da

    C’è una biologa antropologa di una certa fama dietro all’algoritmo di alcune app di dating del gruppo Match.com: Helen Fisher. La conoscevo come autrice di libri come “Il primo sesso. Come le donne stanno cambiando il mondo” e l’ho ritrovata sul numero speciale di Harvard Business Review dedicato a "Le neuroscienze dietro al business". Da un po’ di tempo osservavo Tinder con sguardo sempre più critico: come mai mi chiede così poco di me? Possibile che il matching debba essere per forza così casuale? Conosco il potenziale di raccolta dati della tecnologia: un’app può chiederti facilmente e velocemente...

25 Febbraio 2019

Amore, la tecnologia riuscirà a predire la durata delle nostre relazioni?

scritto da

    Un ragazzo ha in mano uno smartphone. È immerso in una notte agli sgoccioli. Il cielo sopra di lui è terso e si sta per aprire a un nuovo inizio. «Dove devo andare?» chiede a un’app che ha scaricato sul telefono. «Devi andare verso l’alba» gli risponde la voce virtuale. È l’inizio della puntata “Hang the Dj” che la serie TV distopica “Black Mirror” dedica alle relazioni amorose delle app di dating.   https://www.youtube.com/watch?v=GlxNF3hGVsk   La tecnologia ha impattato sui nostri affari di cuore, cambiando tante cose. Cuori, like, follow, messaggi su Whatsapp o Telegraph scandiscono i...

08 Febbraio 2019

Tre cose “scientifiche” da fare se vuoi trovare l’amore

scritto da

        Quasi 8 milioni di persone in Italia sono single, e la metà non è mai stato sposato. Un esercito di solitari che porta le famiglie unipersonali a essere oltre il 30% delle famiglie italiane – erano solo il 13% nel 1971. Uomini e donne che “ballano da soli” e, festeggiano il giorno successivo a San Valentino: il giorno di San Faustino - le spiegazioni popolari attribuiscono questa scelta al significato del nome Fastino, da Fausto: “fortunato”; quindi fortunato perché single… oppure adatto a propiziare la ricerca dell’anima gemella a chi non ce l’ha. Ecco appunto: quante probabilità hanno...

07 Maggio 2018

La nuova stanza virtuale di Facebook può contenere le nostre emozioni?

scritto da

  In Tre Camere a Manhattan (Adelphi – edito la prima volta nel 1946), Georges Simenon (il celebre scrittore ben più conosciuto per la saga di Maigret) pubblica uno dei romanzi, a mio parere, più belli e sconcertanti sull'amore. Francois e Chaterine, Frank e Kay, i due protagonisti, s’incontrano, si legano e vivono tutti i tormenti, le angosce e le passioni di un’intera vita d’amore. Una storia in parte autobiografica che si costruisce in tre luoghi diversi, come diverse sono le fasi dell’amore. Dopo l’incontro in un bar di seconda categoria i due finiscono, infatti, nella camera di un hotel, dove consumano una serata...