Il discorso di Ryan Gosling ai Golden Globes è un omaggio a tutte le donne che si fanno in quattro

scritto da il 10 Gennaio 2017

Nella notte italiana tra l’8 e il 9 gennaio a Los Angeles si è tenuta la cerimonia di premiazione dei Golden Globes. L’evento, arrivato alla 74esima edizione, ogni anno premia i film e le serie tv migliori secondo la Hollywood Foreign Press Association, organizzazione no-profit di giornalisti internazionali che si occupa di cinema e tv.

Il premio come miglior attore (in un film commedia o musicale) è andato a Ryan Gosling per la sua interpretazione nel musical La La Land. Quando l’attore è salito sul palco per il discorso di ringraziamento ha prima scherzato su un possibile sbaglio con Ryan Reynolds, nominato anche lui nella stessa categoria, e poi è passato ai ringraziamenti indirizzati in particolare alla moglie, ricordandoci quanto può essere difficile essere donna oggi. Anche se sei Eva Mendes.

Di seguito il discorso di Ryan Gosling:

Questa non è la prima volta che vengo scambiato per Ryan Reynolds. Questa cosa sta sfuggendo di mano. Ryan, ovviamente, c’è stato un qualche tipo di errore, ma – se non ti spiace – ci sono qui io.

Damien e Emma, questo appartiene a noi tre, lo farò in tre pezzi. Non voglio farlo sul serio, perché poi chi vorrebbe quale pezzo? Nessuno vuole il fondo e litigheremmo per la testa. Questo ci potrebbe distruggere. Il punto è, lo sapete, è nostro. Grazie.

Non si arriva qui senza mettere i piedi sulle spalle di una montagna di persone e non c’è tempo per ringraziarli tutti. Vorrei cercare di ringraziare una persona nel modo più corretto e dire che mentre io cantavo, ballavo, suonavo il pianoforte e stavo vivendo una delle migliori esperienze che abbia mai fatto in un film, la mia signora stava crescendo nostra figlia, incinta della nostra seconda, mentre cercava di aiutare il fratello a combattere la sua battaglia contro il cancro. Se lei non si fosse presa carico di tutto ciò, io non avrei mai potuto fare questa esperienza, e qui oggi ci sarebbe sicuramente qualcun altro diverso da me. Quindi tesoro, grazie.

E alle mie figlie Amada e Esmeralda, vi amo. Se posso, vorrei dedicare questo premio alla memoria di suo fratello, Juan Carlos Mendez. Un grande ringraziamento alla HFPA. Buona notte.

Il discorso in breve ha iniziato a circolare sul web. Sono fioccati tweet di adorazione e gli occhi di milioni di fan si sono fatti a cuoricino ancora una volta per lui, il fidanzato che tutte vorrebbero. Dai tempi de “Le pagine della nostra vita”.