Monica D'Ascenzo

Indaco, vermiglio, pervinca o lavanda. Cerco colori e sfumature per dipingermi la vita (già variopinta di per sé grazie ai miei due cuccioli) e nel frattempo scrivo: dalla lista della spesa ai bilanci societari, dal blog (Out of the Boot) ai libri di economia, dalle lettera agli amici alle storie per bambini. Le parole restano, comunque, solo un bell’accessorio. A forty something ho imparato a perseguire progetti, alzare la mano, scegliermi la compagnia per il viaggio e dire di no. Dimenticavo, anche a fare gioco di squadra, grazie alle mie compagne di basket che sanno fare un assist per farti andare a canestro o un blocco per liberarti. E prima o poi impareremo anche l’Alley-Oop! Su twitter: @24donne
26 Agosto 2018

L’arminuta e Accabadora, storie di maternità non convenzionali

    Se ne ne stava seduta su una poltrona con la schiena dritta a dimostrare i suoi anni di danza classica. Era bionda, forte del suo voto di maturità e della scelta dell’università. Con quella famiglia, tutta bruna, non aveva nulla da spartire e lo diceva il suo modo distaccato e cortese di rivolgersi a loro, raccontando le novità dell’ultimo anno. Noi eravamo entrate solo a bere e una volta fuori dalla porta la mia amica mi disse: “è mia sorella, ma non vive con noi. Vive con gli zii a Roma. Ci viene a salutare quando l’estate torniamo tutti al paese”. Io avevo appena finito le medie e credevo ancora che il...

16 Agosto 2018

Una politica fatta a suon di tweet e like non serve a nessuno

    Nel paese dove è nata mia madre, il sindaco di oggi aveva un nonno comunista e una nonna democristiana. Lei andava a messa la domenica, lui comprava L'Unità. Lei, quando puliva in casa e doveva spostare il giornale, usava uno straccio per non toccarlo, lui non capiva perché avesse la convinzione che sarebbe finita all'inferno se lo avesse fatto. Il nipote, a distanza di decenni, è stato rieletto al secondo mandato con una lista civica. Nei paesi italiani lo scontro duro in politica c'è sempre stato e non certo con i toni da Don Camillo e Peppone. C'erano familiari che non si salutavano per mesi dopo le elezioni, voti...

01 Agosto 2018

Gli Incredibili 2, un film per guardarti allo specchio e ridere di te

        "Devo trovare il modo di riuscire, così che anche lei possa riuscire". La sfida di Bob Pass (alias Mister Incredible) questa volta non è trovare il punto debole del cattivo di turno per poterlo sconfiggere insieme alla compagna di vita e di giustizia, Helen Parr alias Elastigirl. Questa volta il caro supereroe dalla forza incredibile dovrà usare la testa e cercare di venire a capo di una situazione ben più complessa: le crisi adolescenziali di Violetta con tanto di innamoramento non corrisposto (tagliamo corto e diciamola così!), le difficoltà scolastiche di Dash alle prese con nuovi metodi matematici, e...

30 Luglio 2018

Di sogno in sogno il patto tra generazioni già esiste

        Erano gli anni ’60. Al Nord non c’era nemmeno bisogno del diploma per trovare lavoro o aprire un’azienda. Al Sud i genitori investivano in cultura e facevano finire le superiori ai figli per vederli partire per il Nord. Il sogno era il posto fisso in una delle grande aziende del Settentrione, da Olivetti all’Alfa Romeo. Una serie di colloqui e qualche test e poi via, il lavoro della vita. Oppure i concorsoni per la pubblica amministrazione e l’assegnazione all’ufficio di un paese da cercare sulla cartina. Presto o tardi ci si arrivava e poi il mutuo e il matrimonio in chiesa, i figli, l’orario di...

23 Luglio 2018

Meritocrazia, dal Csm a Borsa Italiana come sta cambiando in Italia?

    Capita quotidianamente di incontrare qualcuno che ti dicauomini : "Io non sono d'accordo con le quote riservate alle donne. Se poi è una donna a essere contraria aggiunge: Non ho voglia di essere trattata come un panda, non siamo una minoranza. Se, invece, è un uomo allora nei migiori dei casi sottolinea: le donne hanno tutte le capacità di affermarsi per le loro capacità e le loro competenze, riservare loro delle quote è umiliante. Sono passati sette anni dall'approvazione della legge 120, cosiddetta Golfo-Mosca dal nome delle firmatarie: la prima, Lella Golfo, di Forza Italia e la seconda, Alessia Mosca, del Pd a...

05 Luglio 2018

Quanto paghereste per stare su un’isola di sole donne?

    Volete una vacanza dagli uomini? Dal giugno scorso è possibile. A largo delle coste finlandesi, di fronte a Helsinki, un'isola privata di poco più di tre ettari di spiagge e boschi è off limits per tutti gli uomini. Si tratta di SuperShe island, nel mar Baltico, Leggendo i titoli dei giornali stranieri ho pensato nell’ordine che potesse essere un’isola dedicata all’amore saffico, magari di ispirazione classico, oppure un’oasi di femminismo estremo, per sperimentare una società tutta al femminile. In realtà non è né l’una né l’altra cosa. L’idea è dell’imprenditrice americana Kristina Roth,...

11 Giugno 2018

Aquarius, quattro giornalisti sulla nave dei migranti

    Quattro giornalisti, tre spagnoli e una francese, sull'Aquarius. Quattro colleghi che stanno vivendo le incertezze sull'attraccaggio della nave insieme ai 629 migranti. Quattro colleghi che attraverso Twitter aggiornano in tempo reale su ciò che succede, ciò che si sa sulla nave, ciò che vivono i migranti. Sara Alonso Esparza (@SAlonsoEsparza) lavora per Radio Nacional Espana. Scatta foto, va in diretta e posta video. Racconta come le donne sulla nave cantino per esorcizzare le paure ma soprattutto per la libertà: "Mentre, estranee alla politica, queste donne nigeriane cantano sul ponte. Si sentono libere per la prima...

31 Maggio 2018

Governo, da dove si dovrebbe ripartire?

    Il bandolo della matassa si fatica a trovare e gli italiani seguono gli aggiornamenti dal Quirinale minuto per minuto per vedere una schiarita. Leggere quanto sta succedendo è difficile anche per i commentatori politici più esperti e per chi sta seguendo da vicino le mosse dei protagonisti. Una situazione in divenire, che desta l'interesse anche degli Stati e della stampa estera. Bill Emmott sul Financial Times due giorni fa scriveva "Driving Italy out of the euro makes no sense at all" (un titolo che la dice già lunga sulle argomentazioni), mentre Le Monde ci ricorda: "Près de trois mois sans gouvernement en Italie :...

28 Maggio 2018

Retribuzioni: i ceo guadagnano in due giorni più di un dipendente in un anno

  Gli amministratori delegati delle 350 maggiori società quotate negli Stati Uniti hanno portato a casa nel 2016 una retribuzione media di 15,6 milioni di dollari. 271 volte la busta paga di un dipendente.   Non c'è altro modo di dirlo. Nei numeri sta la fotografia dell'evoluzione di una sperequazione crescente fra quanto riconosciuto per il lavoro a un ceo e quanto a un "normale" dipendente. In proporzione, s'intende. Un altro paio di numeri possono darci un quadro più preciso: dal 1978 ad oggi la retribuzione dei ceo è cresciuta del 940 per cento. Non solo: questo incremento è stato molto più veloce della crescita del...

25 Maggio 2018

Israele, la vera innovazione da importare è la poliedricità

La “nazione delle startup” sta crescendo e ora vuole essere chiamata la “nazione delle scaleup”, ossia di quelle startup che hanno trovato la loro strada e gli investimenti e si strutturano sempre più come società mature. Israele sta passando dall’adolescenza alla giovinezza nel vivere la propria innovazione tecnologica e lo si respira in particolare modo a Tel Aviv, dove le idee incontrano i capitali che arrivano da tutto il mondo. E ne è stata una dimostrazione l’edizione di questa settimana di EcoMotion, l’evento dedicato alle startup dell’automotive. Il format è semplice: un hangar pieno di banchetti con...