Enza Moscaritolo

Mi piace comunicare e creare ponti e relazioni vere, perché credo negli incontri e nelle persone. Sarà forse per questo che faccio questo mestiere per professione e per passione. Ho iniziato occupandomi di volontariato e di associazioni, soprattutto a Sud, per raccontare questa terra che amo. Poi sono passata alla radio, un grande amore che non si può dimenticare. La musica è la mia ispirazione quotidiana. Per questo ho scelto questo nickname Su Twitter: @meamusic
21 Settembre 2018

Inge Feltrinelli, ritratto di Signora

      Se ne è andata Inge Feltrinelli a 87 anni. Un’istituzione dell’editoria italiana, autentica testimone della cultura del Novecento. In suo onore oggi alle 19 in tutte le librerie Feltrinelli d’Italia sarà intonato il celebre valzer del Gattopardo, scritto da Giuseppe Verdi, immortalato nel film di Visconti tratto dal romanzo di Tomasi di Lampedusa che proprio la casa editrice Feltrinelli fece conoscere al grande pubblico. E anche la Buchmesse di Francoforte, il prossimo 10 ottobre, la ricorderà nel padiglione italiano. La sua figura emerge imponente nei ritratti delle ultime ore che sono rimbalzati su tutti i...

18 Settembre 2018

Oikos in difesa degli ultimi paradisi del pianeta

      Nella vita succede che ci si può innamorare di un progetto e di una visione e di mettersi al lavoro per tradurre queste idee in realtà concreta. Ciò avviene di solito con una comune attività imprenditoriale che diventa sogno individuale e dimostrazione di successo. Ma come ci si regola quando questo progetto riguarda il mondo in cui viviamo? Quando ha a che fare con la tutela dell’ambiente e della biodiversità? Nel 1996 un gruppo di biologi e naturalisti ha messo insieme idee, passione e know-how per dare vita ad un’iniziativa che oggi – a ventidue anni di distanza – non ha ancora smesso di trasmettere...

16 Settembre 2018

“Nessuno può volare”, ovvero come convivere con una malattia come la sclerosi multipla

      Non è un libro come tutti gli altri “Nessuno può volare”, l’ultimo in ordine di arrivo prodotto dalla penna della scrittrice siciliana Simonetta Agnello Hornby. É un diario, un racconto intimo che scorre tutto d’un fiato. Sono pagine di quotidianità familiare in cui ci sentiamo parte anche noi. Questo libro nasce, evidentemente, da un’esigenza diversa, sicuramente sofferta, eppure necessaria: quella di condividere la notizia della malattia di George, suo figlio primogenito, affetto dal 2002 da sclerosi multipla, una forma rara, incurabile e irreversibile. Ed ecco che George interferisce amabilmente tra...

04 Settembre 2018

Oro Rosso, un'inchiesta sulle donne vittime di violenza sul lavoro

    Dodici ore, schiena curva nei campi, sotto il sole. Poi torni a casa, dai tuoi figli, spesso una povera baracca. Hai solo voglia di dormire e invece bisogna preparare da mangiare, pulire, lavare. Ingoi le lacrime per questa vita che non hai mai desiderato fare e per non essere in grado di cambiare questa condizione. Non basta un lavoro disumano. Se provi a protestare, non lavori più. È uno stillicidio di parole brutali vomitate dai “capi”, dai “caporali”, quando va bene. Quando va male, possono arrivare le botte, o ancora peggio. Le tue colleghe sanno, vedono, subiscono lo stesso trattamento, ma non possono nulla,...

21 Agosto 2018

Perché non si parli dei nuovi schiavi del Sud Italia solo ad agosto

    Non é facile parlare della propria terra, specie quando non ci sono eventi da commentare di cui andare fieri. Il rischio che si corre é di sembrare campanilistici o molto più probabilmente poco oggettivi. L'evento in questione è quello che ha inevitabilmente segnato questa estate 2018 in Capitanata, provincia settentrionale della Puglia, ovvero la morte dei braccianti agricoli avvenuta nei primi giorni di agosto, in due distinti incidenti stradali. Stipati in vagoni sgarrupati, dopo lunghe ed estenuanti giornate di lavoro a spaccarsi sulla schiena sotto il sole per raccogliere i pomodori, tornano alle loro baracche...

19 Agosto 2018

La maternità è innata oppure no?

      Può una nel mamma negare il proprio latte alla piccolina appena nata? La madre della protagonista, dottoressa a Riga, in Lettonia, nell’ottobre del 1969, dopo aver dato alla luce la sua bambina va via da casa per cinque giorni, tornando con i seni doloranti, e il latte prosciugato. La piccola viene nutrita per due giorni con camomilla dalla nonna che poi decide di rivolgersi al centro di distribuzione del latte: qui una dottoressa sospettosa insulta - in russo - la vecchina, dicendo che sua figlia era una poco di buono, ma rilascia comunque il permesso per ritirare una miscela di latte per nutrire la...

06 Agosto 2018

Guarimba, il film festival di Amantea che ospita 138 fino all'11 agosto

                                              Dal Venezuela alla Calabria, passando per la Spagna e la Francia. La storia dell’illustratrice Sara Fratini, di origini italiane, è fatta di viaggi, di sogni ma anche di tanta concretezza. Porta con sé un bagaglio di intercultura che le ha dato ispirazione per il suo lavoro e per la Guarimba International Film Festival, evento giunto alla sesta edizione, dedicato ai cortometraggi, che prende il via oggi ad Amantea (Cs) e che si svolgerà fino all’11 agosto. Una kermesse internazionale non solo per la provenienza dei...

30 Luglio 2018

Babyboomers, a scuola insegnavamo un avvenire migliore

«Noi avevamo più sogni, più utopia! Loro oggi sono un po’ cinici, realistici, come se fossero più vecchi di me. Noi un po’ più problem solving, per usare un’espressione corrente. Ma loro più interconnessi, tecnologici, risolvono cose con la tecnologia. Noi, invece, ci preoccupiamo più delle cose psicologiche, esistenziali, profonde». La costruzione di un sogno. Lavorare per un progetto futuro da immaginare e realizzare giorno dopo giorno. La speranza e la consapevolezza che tutto potrà diventare realtà. Chi parla è Giustina Ruggiero, nata nel 1956 a Manfredonia (Fg), che ha vissuto appieno gli anni del boom...

24 Luglio 2018

Immigrazione, per 3 italiani su 4 va accolto chi scappa dalle guerre

    Il tema immigrazione “preoccupa” il 58% degli italiani, ma per tre connazionali su quattro chi scappa da guerre e terrorismo «va accolto». Lo rivela un sondaggio della Doxa, a pochi giorni dalla Giornata internazionale della tratta di esseri umani in programma il prossimo 30 luglio. I dati. Oggi si dicono “preoccupati” 6 italiani su 10, ma solo a dicembre 2017, erano 8 su 10. Dunque, qualcosa è cambiato nell’atteggiamento generale degli italiani rispetto a questo argomento: la soglia toccata sei mesi fa si attestava al 78%, superiore di ben 20 punti rispetto all’attuale rilevazione. Spiccano le donne (65%)...

15 Luglio 2018

Anime belle che stanno bene insieme

    In prima istanza, si potrebbe riassumere il libro postumo del romanziere statunitense Kent Haruf (1943-2014) “Le nostre anime di notte” come la storia di due vedovi  - Addie e Louis  - che decidono di conoscersi e di stare insieme per combattere la noia e la solitudine a Holt, una soporifera cittadina della provincia americana, in cui l’autore ha ambientato una trilogia di cui questo romanzo fa parte. Il romanzo ha ispirato l’omonimo film del 2017 prodotto da Netflix, con Robert Redford e Jane Fonda, ospiti alla passata Mostra del Cinema di Venezia in cui le star americane hanno vinto il Leone alla...