10 Gennaio 2021

Da Stoner a L'eredità dei vivi, storie comuni che nei libri diventano straordinarie

scritto da

  Pensavo di trovarmi davanti a un libro sul rapporto madre e figlia, quando ho iniziato a leggere “L’eredità dei vivi” di Federica Sgaggio, edito da Marsilio. Ma fin dalle prime pagine mi è stato chiaro che era molto più ampio e complesso l’universo a cui stavo accedendo. Sgaggio racconta sostanzialmente la storia di sua madre, Rosa Sammarco vedova Sgaggio, nata a Solofra in provincia di Avellino e morta a Verona. Ma la storia di questa donna è parte di una narrazione collettiva in cui il singolo diventa universale e l’universale appartiene con chiarezza a tutti i singoli. Siamo abituati a pensare che i personaggi...

27 Dicembre 2020

La sorellanza in Borgo Sud, il nuovo romanzo di Donatella Di Pietrantonio

scritto da

Sorellanza. Un rapporto tra donne che spesso va al di là dei rapporti di sangue, che sa essere forte e viscerale come quello familiare, che sa costruire legami e ponti indissolubili. C’è anche questa tra le chiavi di lettura di “Borgo Sud”, l’ultimo libro di Donatella Di Pietrantonio, edito da Einaudi, che subito richiama alla mente altri grandi romanzi della letteratura mondiale, da Piccole Donne di Louise May Alcott a Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen, solo per citare i primi due che affiorano alla mente di questa nutrita categoria. L’Arminuta e Adriana, protagoniste di questa nuova opera – che pur riprendendo...

11 Dicembre 2020

Cara Bari, per la prima volta nella mia vita non ci vedremo a Natale

scritto da

    Cara Bari, ti scrivo questa lettera, perché anche io ho bisogno di scrivere a qualcuno per Natale. E siccome a Babbo Natale ho smesso di credere da parecchio e Gesù Bambino è troppo piccolo per capirmi, scrivo a te. Per la prima volta nella mia vita, e 40 anni non sono pochi, non ci vedremo a Natale. Tu dirai “vabbè, che sarà mai, ci ritroviamo presto”, però ci tenevo a scriverti. Come atto intimo, seppur condiviso. Da quando non ho più i genitori, penso che la mia famiglia sia tu. In realtà l’ho sempre pensato: per quanto mi possa far piacere vedere parenti più o meno stretti, e amici che in realtà...

24 Settembre 2019

Re-Generation (Y)outh, il think tank di donne under-30

scritto da

      «Siamo unite da un profondo senso di appartenenza ai principi dell’Unione Europea. Crediamo fortemente nel dialogo con le istituzioni europee e puntiamo a far emergere, ai tavoli tematici dove sederemo insieme ai decision makers, le principali best practices riguardo i nostri settori di interesse avendo chiaro l’obiettivo del report finale». Queste sono le parole di Giusy Sica, fondatrice di Re-Generation (Y)outh, un think tank di professioniste e studentesse under 30 dalla Campania e dalla Basilicata, pronunciate quando lo scorso anno sono state chiamate a rappresentare l’Italia (le uniche) all’European Youth...

18 Agosto 2019

I Leoni di Sicilia, storia di una famiglia italiana come tante

scritto da

    Storie che ti ispirano empatia. Non succede spesso con i libri, ma quando succede è come essere risucchiati in un vortice che ti porta altrove esattamente come sei, senza cambairti di una virgola. Neanche nella fantasia. Leggendo il romanzo di Stefania Auci ho subito avvertito una certa empatia, appunto. Un trasporto, una sorta di identificazione con una dei protagonisti che appare nelle prime pagine di questo libro, arricchente sotto tanti punti di vista. Per la capacità persuasiva e coinvolgente che possiede solo certa narrativa, quella in grado di rapirti nel vortice della trama, mi sono sentita vicina al personaggio...

08 Ottobre 2018

"Ecco perché, da calabrese, sono orgogliosa di Mimmo Lucano"

scritto da

        Sono nata in Calabria 26 anni fa. Come tanti miei coetanei e come molti hanno fatto prima di me, sono partita da casa mia per inseguire un sogno e oggi vivo a Roma. La Capitale è un continuo susseguirsi di incontri e opportunità ma nonostante questo - ogni volta che torno a casa - riprendere il treno che mi porta lontano e mi fa raggiungere la mia nuova quotidianità è straziante. Perchè io la mia terra la amo, con tutta me stessa. La mia famiglia, le mie radici, il mio mare, ogni angolo di casa mi riempie gli occhi e il cuore di meraviglia e poesia. Quando si parla della Calabria generalmente si ricordano...

18 Aprile 2018

Nilde: al Sud i giovani ambiziosi si sentono dei falliti

scritto da

    Cara Alley, mi chiamo Nilde. È un nome importante, di cui vado fiera; evoca l’assemblea costituente ed uno dei genitori, delle madri, della nostra beneamata carta Costituzionale; mi riporta ad un tempo, non poi così lontano, in cui i valori non erano solo belle parole di cui riempirsi la bocca, ma modi concreti di operare nella società e nella politica. Se un’Italia così è esistita, ho buone ragioni per sperare che essa possa ritornare tale, persino migliore. Lo confesso, sono ambiziosa. Ma anche delusa, arrabbiata eppure mai stanca di credere. Ho trentun’anni anni ed in me tutti i sogni del mondo. In terra di...

17 Aprile 2018

Generazione sospesa: il network di artigiani di Deborah, ex avvocato

scritto da

    Può la felicità essere una discriminante nella scelta di un lavoro? Ponevo questa domanda quando raccontavo la storia delle fioriste di Modena, ma non posso fare a meno di scontrarmi con lo stesso interrogativo ogni volta che un mio coetaneo mi racconta la sua storia, il suo percorso lavorativo, le sue scelte. Per quanto siano diversi gli ambiti in cui queste storie nascono, si dipanano tutte con la stessa modalità: l’entusiasmo degli anni di studio, il disincanto dell’ingresso nel mondo del lavoro, faticoso e posticipato all’inverosimile da un mercato che sembra non essere mai soddisfatto della proporzione tra età...

16 Febbraio 2018

La Siae adotta Radio Panetti, l'emittente web dei ragazzi di Bari

scritto da

    «Amo la radio perché arriva dalla gente entra nelle case e ci parla direttamente se una radio è libera, ma libera veramente piace ancor di più perché libera la mente » (da La radio di Eugenio Finardi)   Sud, terra di migranti e migrazioni, di ragazzi talentuosi costretti a partire per trovare il loro posto nel mondo. Di scuole che cadono a pezzi, di disagi adolescenziali non compresi, di ragazzini che delinquono o che troppo spesso scelgono di abbandonare il campo. E poi di quelli che ce la vogliono fare, che sognano e costruiscono, che s’aggrappano con le unghie e con i denti alla speranza. Esiste...

22 Gennaio 2018

Donne, Sud e impresa: la sfida anti-pregiudizi di Macnil e della Murgia Valley

scritto da

    A Gravina di Puglia c'è un'azienda che sfata tutti i pregiudizi: è nata, cresciuta e rimasta al Sud, ha il 70% di dipendenti laureati e il 50% di donne. Cinque team leader, tutte donne. Fondata da due coniugi - direttore tecnico lei, Ceo lui - in 17 anni di attività ha visto nascere 11 bambini, il dodicesimo è in arrivo. "Si può fare", ripete come un mantra la cofondatrice Mariarita Costanza, classe 1971. Si può laurearsi in ingegneria elettronica al Politecnico di Bari e avviare un'impresa informatica nel cuore del "distretto del mobile imbottito" partendo da un investimento iniziale di 30 milioni di lire trovato...