30 Giugno 2020

Parole Ostili, da Miriam Leone a Heather Parisi. Chi sarà la prossima?

scritto da

        Qualche giorno fa è toccato all’attrice Miriam Leone salire in cima ai trend topic di Twitter, non per una sua performance artistica, ma perché era “colpevole” di avere le sopracciglia troppo folte. Haters scatenati, così come i fan giunti in soccorso della loro beniamina. Sempre pochi giorni fa, su Instagram altra situazione non dissimile, con un commento rivolto a Heather Parisi: “Come sei invecchiata Heather, eri così bella”, a cui la celebre artista americana ha risposto con aplomb e serenità da fare invidia ad un maestro zen. Questi sono solo un paio di episodi, su due dei maggiori social...

03 Maggio 2018

I social rendono più cattivi? Discorso d’odio e altri affanni del nostro secolo

scritto da

Politici che schiaffeggiano giornalisti, cantanti coperti da insulti nella rete per aver preso una posizione favorevole ai vaccini, il ragazzo che intima all’insegnante: “E’ un 6 e non farmi arrabbiare.... qui comando io, inginocchiati!”. Insegnanti che a loro volta gridano ai poliziotti: “Vigliacchi, dovete morire”. Di questi tempi è difficile resistere alla tentazione di definire il discorso d’odio come “il male del secolo”. Cediamo sempre più facilmente all’ira incontrollata, nella vita di tutti i giorni e soprattutto online. Ha fatto molto discutere nei mesi scorsi il caso di Mary Beard, professoressa a...

18 Febbraio 2017

#paroleostili possono fare più male delle botte

scritto da

“Fai schifo… ”, “Sei solo un deficiente” , “D., sparati, fallo per noi”…. “I tuoi video sono cazzate… fai più pena della pena”, “… hai rotto il cazzo di spammare spero ti esploda il cellulare in bocca…” “… quelli che ti prendono in giro sono spastici al cervello…”. Commenti volanti, lasciati nella rete da bambini e adolescenti. Parole ostili che, come erba infestante, crescono qua e là tra un “sei bellissimo”, “ti prego fammi un saluto”, “mi fai tanto ridere e mi fai stare bene”. Per la prima volta DoxaKids analizza i big data testuali tratti dai social network, realizzando...