10 Settembre 2021

Giulia Terzi, dopo le 5 medaglie di Tokyo arriva la laurea in Giurisprudenza

scritto da

      Chissà se in quel tema delle elementari in cui scriveva di voler partecipare alle Olimpiadi come ginnasta e si disegnava con un body rigorosamente fucsia, Giulia Terzi aveva scritto anche che puntava a una doppia laurea. Il 9 settembre è stata proclamata Dottoressa in Giurisprudenza con 110 e lode: la discussione è stata in Dad con il rettore e i docenti dell’Università eCampus, che offre didattica e-learning, a congratularsi per il percorso di studio fatto e per la tesi in cui sono stati messi a confronto il sistema paralimpico italiano e quello degli Stati Uniti. Durante la discussione, Giulia, 26 anni, ha...

04 Settembre 2021

Paralimpiadi, Italia da record con il podio tutto azzurro nei 100m femminili

scritto da

    L'ultimo giorno, all'ultima gara l'Italia tira l'ultima zampata e porta a casa una tripletta storica nei 100 metri femminili T63 ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. La pioggia battente non ha tolto la soddisfazione alle tre atlete azzurre arrivate in finale di conquistare tutto. La medaglia d'oro è andata ad Ambra Sabatini con il nuovo record del mondo di 14.11, argento a Martina Caironi che ha chiuso in 14.46 e il bronzo a Monica Contrafatto in 14.73. "Lo sognavamo, lo speravamo e questa Paralimpiade ce lo ha regalato. Il podio è tutto tricolore a Tokyo 2020! Ambra, Martina e Monica ma cosa avete fatto? Immense, non...

24 Agosto 2021

Paralimpiadi, facciamo il tifo per la delegazione italiana più numerosa di sempre

scritto da

    Prima ci furono gli Europei di calcio e il primo tennista italiano in finale a Wimbledon, poi gli uomini che corrono o saltano meglio al mondo: una rinascita tutta italiana, di cui hanno cominciato ad accorgersi anche i nostri colleghi e amici stranieri. Ma cosa è successo? Rendiamo meglio sotto stress prolungato da Covid19 o davvero l’Italia, che non garantisce neanche quelle due ore di educazione fisica alla scuola primaria, può ora sperare in una nuova cultura sportiva e motoria? Oggi partono i Giochi Paralimpici Estivi di Tokyo 2020 (sia i Giochi Paralimpici estivi che quelli invernali si tengono sempre circa 10...

30 Giugno 2021

Brigida Nigro: dalla carrozzina alla sella, sognando le Olimpiadi

scritto da

      La sindrome da regressione caudale, un disturbo dello sviluppo dei segmenti spinali, e il dressage. Due mondi che sembrerebbero non toccarsi mai e invece si incrociano e mescolano nella storia di Brigida Nigro. “Da quando ho memoria, la carrozzina è stata la mia compagna di viaggio” spiega la 24enne nata in provincia di Brindisi, che prosegue: “Mi mancano tre anelli della colonna vertebrale. E da lì in poi il mio midollo spinale è interrotto. Con le mie gambe posso farci poco e nulla. Anzi nulla… se non star seduta in carrozzina, naturalmente”. Ma una storia che poteva dipingersi a tinte cupe, si...

14 Febbraio 2020

La coppia dei sogni fra la maternità e le Olimpiadi di Tokyo 2020

scritto da

      Nel 2017, dopo una carriera sportiva all’apice, decidemmo di dare ancora più forma alle parole Amore e Famiglia. Una scelta decisamente azzardata, ma con un forte senso di responsabilità e convinzione. Noi, chiamati e conosciuti come “La Coppia Dei Sogni”, volevamo fortemente un figlio. Già, perché anche due persone con disabilità possono amarsi, avere figli ed avere una famiglia. Lo sport per noi è stato lo stimolo che ci ha permesso di affrontare la nostra disabilità con ancora più determinazione e di non fermarci davanti alle difficoltà, è stato anche il viatico della nostra storia d’amore che...

09 Agosto 2018

Arjola Dedaj, con lo sport e il lavoro alla conquista dei sogni. Oltre le barriere

scritto da

    Arjola ha 35 anni, una positività contagiosa anche solo in una chiacchierata e una grinta che ispira. Albanese di origine, naturalizzata italiana, Arjola è una sportiva da medaglia d'oro, una donna che lavora, una compagna innamorata e, tra poco, una mamma. Ipovedente dalla nascita per una retinite pigmentosa che è peggiorata gradualmente, Arjola oggi percepisce solo la luce e il buio. Ma questa è solo uno dei suoi tratti, non certo quello che colpisce di più ascoltandola parlare. "Negli anni - dice - ho capito che siamo tutti uguali, ognuno con le proprie caratteristiche. E capire questo è stato uno dei miei punti...

06 Novembre 2017

Martina Caironi, un'atleta all'Agenzia spaziale europea

scritto da

    «Verso l'infinito... e oltre!»   Era il motto dell'astronauta Buzz Lightyear, protagonista di Toy Story, ma si sposa bene anche con l'ultima avventura di Martina Caironi, campionessa paralimpica bergamasca classe 1989. Martina sarà la prima ambasciatrice dell'iniziativa “Esa grand challenge”, lanciata dall'Agenzia spaziale europea per sostenere l'innovazione e la creazione di nuovi ecosistemi imprenditoriali. Lo scorso 13 ottobre a Parigi Martina Caironi ha partecipato al “Global space economic workshop” dove ha tenuto un discorso per far riflettere sull’importanza dell'investire in tecnologia facendo...

18 Settembre 2016

Un secondo. Il sogno grande di Bebe Vio

scritto da

Mi chiamo Beatrice, ma tutti mi chiamano Bebe, ho diciannove anni, e sono una schermitrice. Una schermitrice senza braccia e senza gambe, per la precisione. A undici anni me le hanno tagliate per colpa di un cosino piccolo piccolo ma feroce, con un nome quasi buffo, meningococco. Mica potevo dargliela vinta, a quel cosino lì. Io volevo la mia vita. Sono una ragazza fortunata, quando lo dico vedo la gente sgranare gli occhi, eppure io sono davvero fortunata. Perché sono viva e respiro. Perché faccio un sacco di cose, ma nessuna da sola, c'è la mia famiglia con me. E perché sono capace di sognare in grande. E adesso sono a un...