13 Febbraio 2020

"Questo non è amore" dico alle donne vittime di violenza che vengono a fare denuncia

scritto da

    Uno dei temi che che mi preme affrontare è la violenza di genere. Penso che l'amore prima di tutto sia libertà di esprimere al 100% se stessi. Quando in una relazione ciò viene meno, si può dire che "Questo non è Amore". Ho deciso di trattare l'argomento in uno dei mie brani intitolandolo proprio così, come la campagna dell'Anticrimine della Polizia di Stato, alla quale ho partecipato in un evento organizzato dall'attuale Questore di Pavia per la prevenzione contrasto della violenza contro le donne. https://www.youtube.com/watch?v=l92_OIfoxzo Quando ho scritto il testo, ho pensato a tutte le donne vittime di...

25 Febbraio 2018

In manifestazione abbassate la mani e alzate la voce

scritto da

  Ho passato una larga parte della mia vita a manifestare: l’ho fatto per mille ragioni diverse. L’ho fatto perché credevo nella protesta e l’ho fatto perché qualcuno mi aveva incaricato di scriverne. L’ho fatto perché ho sempre pensato che una società civile abbia il diritto di manifestare il dissenso in maniera anche dura, ma rispettosa e non violenta. E non c’è stata una sola volta, una di numero, in cui qualcosa non sia andato storto, in cui non siano volati sassi verso le forze dell’ordine (in genere ragazzi della stessa età di quelli che gli lanciavano addosso le pietre), in cui tra gli slogan urlati a...

25 Novembre 2016

#25novembre: Contro la violenza sulle donne le leggi da sole non bastano

scritto da

Ci sono reati per i quali le leggi da sole non bastano. Servono anche forze dell’ordine, avvocati e magistrati con la voglia e la capacità di farle rispettare e di applicarle nel modo corretto. “In Italia non è ancora radicata una cultura basata sui diritti umani, che metta al centro l'esigenza di protezione della donna che chiede aiuto in una situazione di violenza da parte di un uomo”. È molto severa Barbara Spinelli. Avvocata e attivista per i diritti umani, Spinelli è stata la promotrice, nel nostro Paese, dell’uso della parola femminicidio e anche una delle prime persone a parlare di “responsabilità di Stato” per...

10 Ottobre 2016

Piccole rivoluzioni: la ministra Pinotti celebra un'unione civile

scritto da

Si scrive “Unioni Civili”, ma si potrebbe tranquillamente leggere “rivoluzioni civili”. Perché quello che la legge Cirinnà sta facendo in questo Paese è una vera e propria rivoluzione culturale. Anzi, è meglio dire che sono tante piccole grandi rivoluzioni culturali. Rivoluzioni che non riguardano solo i diretti interessati, cioè i cittadini omosessuali, ma la società tutta nel suo complesso, e che fino ad un anno fa, sarebbero sembrate davvero impossibili. Chi avrebbe mai detto, ad esempio, che un ministro della difesa, anzi ministra, Roberta Pinotti, avrebbe celebrato l’unione civile tra due donne, rafforzando ancora...