24 Aprile 2020

Lasciare i figli oppure il lavoro? Perché non si può riaprire senza le scuole

scritto da

      Bene, allora tra il 4 e il 18 maggio si torna a lavorare. Sono un’imprenditrice: nella mia azienda lavorano 34 persone: ci organizzeremo alternando smart working a presenza in ufficio, che in alcuni casi sarà necessaria se vogliamo rimettere in moto alcune attività che avevamo congelato. Chiamo Stefania, la cui presenza servirà quasi subito, per concordare quali giorni della settimana potrà essere in ufficio. Stefania ha due bambini, di 8 e 11 anni. E’ separata e la sua gestione familiare fuori dall’orario scolastico ha sempre poggiato sui nonni, i suoi genitori. Da nove settimane, 63 giorni, Stefania lavora...

15 Aprile 2020

Quello dei bambini, un silenzio che fa rumore

scritto da

All’inizio sembrava quasi una vacanza anticipata, una lunga coda del carnevale. Le scuole di ogni ordine e grado sono state chiuse a scopo di contrastare la diffusione del contagio del virus Covid 19. Poi è seguito il lockdown totale. Tutti in quarantena, città deserte e blindate, spostamenti vietati, obbligo di non uscire dal comune di residenza, parchi chiusi, giardini pubblici cinturati da nastri bianchi e rossi, serrande dei negozi abbassate, strade silenziose, vuote. Vuote come noi, spaesati, presi alla sprovvista da un nemico invisibile, inermi e bloccati. La nostra vita in casa ci ha ricordato la nostra ineluttabile...

16 Marzo 2020

Covid-19, le università italiane alla prova della didattica a distanza

scritto da

      «Ne usciremo e riusciremo a ricreare una civiltà. Non eravamo pronti ad essere messi di fronte alle nostre debolezze».   Manzoni docet. Ne è convinto Sebastiano Valerio, ordinario di Letteratura Italiana all’università di Foggia, parlando della peste ne “I Promessi Sposi”, che spesso troviamo riproposta in questi giorni di contagio che rievocano gli stessi momenti di sconforto, di confusione, tra fake news e desiderio di tornare al più presto alla normalità. E’ vero più che mai che tutte le risposte si trovano in quel tesoro inestimabile che sono i libri. In tutte le università italiane è tempo di...

11 Marzo 2020

Covid-19: la scuola non si ferma, storie di insegnanti digitali

scritto da

        E così è successo. Il metro di distanza non è bastato e adesso la misura non è più calcolabile, il vuoto si è amplificato. E' stato necessario chiudere le scuole di ogni ordine e grado, a seguito del Decreto del 4 marzo, annunciato in una conferenza stampa dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, visibilmente scossa e amareggiata. Chiusura poi allungata per tutta Italia fino al prossimo 3 aprile. “La scuola non si ferma”: è il motto che sta animando tutti noi, che nella scuola viviamo e agiamo. Me lo ripeto anche io, eppure mi sento in una bolla sospesa nell’aria. Si cerca, con non...