05 Aprile 2021

Le sorelle Sciacca, libraie che salvano pezzi di storia di Catania

scritto da

Maria Carmela e Angelica Sciacca sono sorelle. Sono le proprietarie della libreria Vicolo Stretto, ma il loro nome a Catania è legato da poco meno di due anni alla riapertura dell’antica Legatoria Prampolini. Nelle tre botteghe, dalla grande insegna dorata, si entra dal 333 della via Vittorio Emanuele II. Siamo nel cuore del centro storico etneo. Quell'attività alza le serrande sul finire del XIX secolo e rimane per i catanesi punto di riferimento letterario, culturale e artistico, per oltre un secolo. E, questo, malgrado le guerre e le crisi economiche del Novecento. Il 2018 è l’anno della chiusura definitiva. Con la...

20 Ottobre 2020

"I am speaking". Quando una donna incarna il suo tono di voce

scritto da

    Articolo a cura di Francesca Parviero e Stefania Fornoni "I am speaking”. Quanti di noi sarebbero in grado di catalizzare l’attenzione del mondo con queste tre parole? Parole che pesano come macigni e che ha pronunciato Kamala Harris, candidata alla vice presidenza USA nel recente confronto con Mike Pence, vice presidente in carica. Facendolo, non ha solo lasciato un’impronta indelebile nella storia dei dibattiti televisivi, ma ha anche surclassato in fermezza ed eleganza il suo candidato presidente Joe Biden, protagonista, solo pochi giorni prima, di un criticatissimo confronto contro il suo rivale, Donald...

29 Aprile 2020

PostCovid, la partita non è finita e c'è bisogno del gioco di squadra

scritto da

  Un nuovo decreto. Nuove regole. Come stiamo vivendo da cittadini l’applicazione di nuove norme e restrizioni? Norme e regole che io, in quanto arbitro, sono solita far rispettare in campo, ma che in questo momento siamo tutti chiamati a seguire anche fuori dal terreno di gioco. Proprio in questo contesto, il tema del rispetto diviene centrale, ancor più di prima. Rispetto non solo delle norme che ci sono state poste, ma soprattutto rispetto nei confronti degli altri e di noi stessi. Qualsiasi appassionato di sport sa che senza rispettare le regole non si può disputare un incontro e così, ora, il rispetto delle norme è...

24 Ottobre 2019

Incredibile, quando le denunce di violenza e stupro vengono messe in dubbio

scritto da

Perché una denuncia di furto non viene mai messa in dubbio? E perché, invece, una denuncia di stupro viene sempre messa in discussione? Ci avete mai riflettuto? Quando una donna denuncia una violenza da parte di un uomo, soprattutto se quell'uomo è il suo compagno, il suo ex, come nella maggior parte dei casi, quella denuncia ha dell'incredibile. O meglio, alla parola delle donne troppo spesso non viene data fiducia, non viene dato credito. Unbelievable, incredibile: la serie tv originale  Netflix, oltre ad essere una serie crime magistralmente scritta, molto ben recitata, coinvolgente e intensa, ha il grande merito di...

31 Maggio 2016

Ha ragione o torto Bignardi sul dress-code da Tg?

scritto da

Le nuove regole sull'abbigliamento dei giornalisti date dalla direttrice di rai3 Daria Bignardi hanno dato il via a un dibattito acceso. La neo-direttrice solleciterebbe un abbigliamento più composto e meno vistoso, con camice dai colori tenui, gonna o pantalone, tacco basso e trucco leggero per le donne, e completo con camicia e cravatta sobria per gli uomini. Insomma no ai look sexy o eccessivi, bandendo in particolare scollature e orecchini oversize. Le reazioni non si sono fatte attendere. Secondo alcuni "Bignardi invoca uno stile dimesso", "da suora", "sconfortante", "surreale". Qualcun altro parla di "diktat" e di...

26 Aprile 2016

Ma ho la faccia da scienziata?

scritto da

L'abito fa il monaco. Ancora nel 2016 e anche nelle scienze e tecnologie. Un recente studio condotto dall’Università del Colorado ha dimostrato come la gente tenda a mettere in stretta correlazione l’aspetto e le attitudini professionali di una persona, specialmente se si tratta di una donna. Nel test, il campione di studio doveva valutare 80 foto di volti maschili e femminili, e tra questi stabilire quali secondo loro potevano appartenere a scienziati e quali ad insegnanti elementari. Mentre nel caso delle foto degli uomini l’associazione tra un viso e la possibile professione (scienziato o insegnante elementare) ha dato...