18 Febbraio 2020

La cucina che include ha una stella Michelin

scritto da

        "Io cucino per fare altro". Cristina Bowerman è nota al grande pubblico per essere spesso "l'unica donna". Unica cuoca tra ventiquattro nuovi stellati nel 2010 a ricevere la stella Michelin per il suo ristorante Glass di Roma. Unica chef ambassador di Expo. Unica presidente dell'associazione italiana Ambasciatori del Gusto. Ma questa professionista di origine pugliese, con una laurea in giurisprudenza a Bari, graphic designer in California e poi di nuovo laureata in Arti culinarie alla Culinary Academy di Austin in Texas, negli anni ha fatto della cucina un ingrediente per - appunto - fare altro. E la stella...

07 Giugno 2017

Chi sceglie queste cinque professioni dorme meglio

scritto da

L'ho sempre sostenuto, che il detto "chi dorme non piglia pesci" era sbagliato. Chi dorme produce di più: secondo i Centres for disease control and prevention americani, se tutti quelli che in media dormono sei ore per notte improvvisamente ne dormissero almeno sette, il Pil degli Stati Uniti guadagnerebbe 226 miliardi di dollari. Altro che una manovra finanziaria: ce ne sarebbe abbastanza per cancellare la parola povertà da tutti gli Stati dell'Unione. Sono e sarò sempre una sostenitrice del riposo libero. Tutte le mattine mi alzo chiedendomi se il rendimento scolastico degli alunni italiani non migliorerebbe sensibilmente,...

30 Marzo 2017

Riccardo Canella, sous chef a Copenaghen: l'alta cucina del futuro è un'impresa

scritto da

Ci sono lavori per i quali avere trent’anni significa aver già percorso un bel pezzo di strada. In cucina, per esempio, essere un millennial equivale ad avere oltre dieci anni di lavoro alle spalle e aver maturato la consapevolezza che serve ampliare il proprio sguardo (e la propria testa) per fare bene il proprio mestiere. “Ho lavorato con grandi chef italiani (Biasetto, Marchesi, Alajmo ndr.) ma se non avessi lasciato l’Italia – racconta Riccardo Canella, 31 anni, sous chef al Noma di Copenaghen - non mi sarei mai reso conto di tutto quello che serve per fare di un ristorante un’impresa. Non avrei capito che la cucina è...

12 Aprile 2016

Perché le donne cucinano e gli uomini diventano chef?

scritto da

"Capita che durante gli eventi organizzati per l'associazione dica vi faccio una pasta, ma di solito raccolgo un coro di no quasi sempre unanime da parte degli associati". Sonia Re, 40 anni, è dal 2013 direttore generale dell'Associazione Professionale Cuochi Italiani. "Ho l'unico ruolo in cui non si richiede di essere cuoco, e forse questo spiega un po' di diffidenza", scherza. Dopo la Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari presso la Facoltà di Agraria di Milano, nel 2002, Sonia è entrata in APCI per uno stage.  Oggi, oltre ad essere direttore generale, è anche Team Manager del Team Italia – Squadra Nazionale Italiana APCI di...

23 Marzo 2016

L'imprenditrice che chiede spazio nella vostra cucina (e prossimamente sulla libreria)

scritto da

In fondo anche il frigorifero non ha avuto vita facile nell’entrare in cucina: “Una volta si faceva la spesa ogni giorno, anche due volte al giorno. Adesso però è difficile trovare qualcuno che possa occuparsi della cucina come prima occupazione: non abbiamo tempo”. Katia Da Ros ha un obiettivo: cambiare le abitudini, ricavare uno spazio nelle cucine – non solo nazionali – magari a scapito del microonde, “che la maggior parte delle persone usa giusto per scaldare il latte”. Ha davanti un mercato nuovo di zecca: in pochi, pochissimi hanno già un abbattitore, l’elettrodomestico nato per uso professionale negli anni...