03 Agosto 2019

La Biennale di Venezia, prima puntata. Viviamo tempi interessanti?

scritto da

    May You Live In Interesting Times è il titolo della 58° edizione della Biennale di Venezia, probabilmente la più importante manifestazione dedicata all’arte contemporanea mondiale, senz’ombra di dubbio la più longeva: la prima edizione risale infatti a due secoli fa, era il 1895. Il titolo deriva da un discorso del parlamentare britannico Chamberlain sul finire degli anni ’30, che citava un antico anatema cinese: “Che tu possa vivere in tempi interessanti”. Il presunto anatema in realtà non è mai esistito, ma il concetto è stato a lungo evocato nel corso del ‘900 e, nell’incerta congiuntura di questi...

16 Gennaio 2018

Rebel Architette, i volti femminili dell’architettura italiana

scritto da

  Il 2017 è sicuramente un anno da ricordare per le professioniste italiane dell’architettura. Prima per il timbro ufficiale “Architetta” approvato dall’Ordine degli Architetti di Bergamo su richiesta di Silvia Vitali, assieme alle colleghe Francesca Perani e Mariacristina Brembilla, poi per un importante progetto di catalogazione online delle professioniste del settore – RebelArchitette – ideato proprio da Francesca Perani, 45 anni, architetta, docente allo IED di Milano. Da dove nasce quest’idea? “Nel 2010 ero consigliera e vicepresidente dell’Ordine degli Architetti di Bergamo e proprio in quel periodo...

04 Agosto 2017

La terra inquieta. Le odissee di oggi in una grande mostra in Triennale

scritto da

    La terra è inquieta e gli uomini su di essa si muovono freneticamente: alcuni migrano in cerca di posti migliori in cui vivere, come uccelli assediati dall’inverno, e altri, che abitano i luoghi reputati migliori, ora accolgono ora respingono i primi, con ritmo alterno. È la grande questione dei nostri giorni e costituisce l’asse portante della coraggiosa mostra in Triennale La terra inquieta, ideata da Massimiliano Gioni in collaborazione con Fondazione La Triennale e Fondazione Nicola Trussardi. Interrogandosi “sul ruolo dell’artista come testimone di eventi storici e drammatici e sulla capacità...

16 Dicembre 2016

L’apparenza di quel che non si vede. Armin Linke al PAC

scritto da

Siamo circondati quotidianamente da immagini – lo sappiamo –, migliaia e migliaia tra cui viviamo immersi come pesci nell’acqua. I pesci sanno di essere immersi? E noi riusciamo ancora a vederle queste immagini, a distinguerle per esempio dalla realtà? Sono domande impegnative, certo, ma importanti, perché le immagini – ci piaccia o meno – sono e saranno sempre più una lingua da imparare e una moneta da scambiare, che dobbiamo conoscere per non farci fregare, per usarle e non esserne usati. Un’esperienza affascinante a questo proposito ce la offre il fotografo e artista italo tedesco Armin Linke nella sua mostra...