Perchè Michelle Obama non si candida a presidente degli Stati Uniti

scritto da il 13 Giugno 2016

Ecco la proposta di Michelle Obama che no, non si è candidata a presidente degli Stati Uniti, perché è occupata a fondare un altro Stato, uno stato senza confini geografici: lo stato di quelle che non ci stanno più, a quelle regole là, e sono libere fino in fondo, ma soprattutto unite – come noi in Italia ancora non sappiamo o non vogliamo essere – e quindi fortissime.
Ascoltiamole, le fondatrici dello “Stato unito delle donne”, e lasciamoci convincere: sono forti, arrabbiate, sorridenti, multietniche, belle, coraggiose, donne, semplicemente, ma anche di più: alleate e in procinto di cambiare il mondo.

“Noi siamo lo stato unito delle donne
Lo stato unito delle donne
Quando noi facciamo meglio, tutti fanno meglio
Ci stai? Allora ascolta:
Quando lavoriamo, veniamo pagate come tutti quelli che fanno il nostro stesso lavoro.
Noi saremo il capo
Di un’azienda, della nostra azienda, di un impero…
Suona bene, no?
Siamo noi ad occuparci del nostro corpo: di ogni parte, di ogni bellissima parte, di ogni potente parte del nostro corpo,
Di ogni parte, in qualunque modo vogliamo usarla
Quando dire sì e quando dire no: è una NOSTRA scelta
Perché… dah letteralmente: dah
(…)
Abbiamo idee meravigliose: idee che cambiano il mondo
Questo è il NOSTRO movimento, che trasforma le difficoltà in forza
E non abbiamo finito!
Decisamente: non abbiamo finito.
Siamo lo stato unito delle donne
E siamo più forti se stiamo insieme
NOI oggi cambiamo il domani
Insieme lo possiamo fare: si, lo possiamo fare”.