17 Giugno 2022

Startup, Plug and Play lancia FoundHer per founder italiane

scritto da

  Le idee per diventare impresa hanno bisogno di un terreno fertile, di essere innaffiate, concimate e curate, della giusta esposizione alla luce e di competenze. L'ecosistema italiano delle startup si sta evolvendo rapidamente, anche se il divario con il resto d'Europa resta ancora ampio. Le possibilità, però si moltiplicano per quanti e quante hanno progetti di fare impresa. Un ruolo fondamentale è giocato dagli attori privati, che possono supportare la crescita dell'intero sistema. Come nel caso di Plug and Play, piattaforma di open innovation con un network di oltre 530 partner aziendali e più di 45.000 startup, che...

21 Gennaio 2020

Startup: meno pitch e più numeri per conquistare gli investitori

scritto da

    E se fosse il pitch a compromettere le possibilità di una startupper o imprenditrice di ottenere investimenti, a vantaggio dei colleghi uomini? Se fosse proprio il momento di presentazione dell'idea di business agli investitori il momento in cui il gender gap si manifesta in una maniera sottile ma inequivocabile? E' la tesi di un articolo scritto da due venture capitalist e una docente universitaria per Harvard Business Review. Il punto di partenza sono i numeri che già conosciamo: nel 2018, solo il 3% del capitale di rischio negli Stati Uniti è andato a società fondate da donne. Tuttavia, il numero delle...

25 Giugno 2018

Startupper ribelli: il fintech con impatto sociale

scritto da

    “Mi sono innamorata della tecnologia a 12 anni quando, in ufficio di mio padre, vidi per la prima volta la tastiera del computer e la sedia girevole. Ricordo che mi ci sedetti sopra e mentre schiacciavo i tasti di quello strumento magico e misterioso, decisi che da grande avrei voluto fare proprio quello: sprofondare su una grande sedia girevole e giocare con i numeri scritti su quei quadratini neri”. Di quel desiderio di bambina Benedetta Arese Lucini ne ha fatto un lavoro. A soli 33 anni è infatti una delle donne più note del panorama tech italiano e una delle prime ad aver capito che le startup sarebbero state il...

25 Giugno 2018

Startupper ribelli: si parte con una pioniera del biotech

scritto da

  Puoi avere una famiglia che sogna per te un futuro rassicurante come da tradizione e poi, dai banchi di scuola, poco più che adolescente, vedere un mondo che si apre e capire che la tua vocazione è un’altra. Puoi fare ricerca biomedica in uno degli istituti più prestigiosi del mondo e poi diventare imprenditrice perché la tua attività scientifica raggiunga l’unico obiettivo che desideri: avere un impatto reale sulla società. «Bisogna ragionare fuori dagli schemi. E in questo la mia professoressa di matematica al liceo ha giocato un ruolo fondamentale, le sarò per sempre grata», esordisce Laura Indolfi, cofondatrice e...

24 Maggio 2018

BiomimX, la startup che crea organi umani in miniatura

scritto da

Crescere con due genitori medici ha significato per Paola Occhetta avere un po' il destino segnato. "Sono nata e cresciuta in un mondo che girava attorno alla medicina e fin da piccola me ne sono appassionata a mia volta. Poi crescendo - ricorda Paola - mi sono resa conto che questo interesse andava di pari passo con un'altro: la voglia di scoprire i meccanismi più segreti di funzionamento delle cose per tentare poi di replicarli". Si capisce quindi perché a 31 anni Paola sia tra i co-founder di una startup chiamata BiomimX che punta a realizzare proprio quello che la giovane startupper faceva da piccola: tentare di replicare il...

27 Giugno 2017

Arriva anche in Italia il progetto Women Angels for Europe’s Entrepreneurs

scritto da

  “Per individuare le azioni necessarie per coinvolgere un sempre maggior numero di donne l'Associazione, insieme ad altri sette partner attivi in Europa, sta gestendo un importante progetto WA4E - Women Angels for Europe’s Entrepreneurs - coordinato da Business Angel Europe e sostenuto e finanziato dall'Unione Europea, di cui presenteremo i risultati nei prossimi mesi”.   Paolo Anselmo, presidente di IBAN (Italian Business Angels Network), ha chiaro il fatto che la crescita delle donne come business angel, in termini numerici e di capacità di investimento, può fare la differenza. Per questo anche la divisione italiana...

02 Maggio 2017

Venture capital: e se fosse che le donne non lo vogliono?

scritto da

Poche donne sono business angel, poche imprenditrici fanno ricorso al venture capital, raramente tra i fondatori di startup c’è una componente femminile. Sono gli esiti di tre analisi diverse e indipendenti, prevalentemente di area anglosassone e americana, che accendono i riflettori su fenomeni probabilmente correlati, di cui è difficile capire quali siano le cause e quali gli effetti, ma che parlano di un dato di realtà inconfutabile: il gender gap nell'accesso ai fondi. Che però, ed è qui il tema controverso,  potrebbe anche dipendere da una scarsa propensione femminile al ricorso al venture capital e, dall'altra parte,...

04 Aprile 2017

L'ostetrica-startupper che reinventa il parto in acqua

scritto da

Un sogno”. Nel senso di obiettivo talmente alto da sembrare irraggiungibile?. “No, io l’ho proprio vista in sogno, quella vasca”. A parlare è Alessia Selmin, 28 anni, ostetrica padovana,  che sei anni fa ha avuto l’intuizione di realizzare una vasca innovativa per il parto in acqua. A quell’idea , visualizzata in una dimensione onirica, sono seguiti due brevetti molto reali, uno per l’Italia e uno esteso a diversi paesi. L’intuizione è poi diventata prototipo grazie a un investitore, l'imprenditore Aldinio Colbacchini, che guida la Solera Thermoform Group di Torreglia. “Ha realizzato un investimento di circa...

22 Marzo 2017

Una americana a Verona: nasce la startup degli abiti premaman che proteggono dal virus Zika

scritto da

Un'idea giovanissima: Sarah, imprenditrice, ha 28 anni e una formazione nel mondo del design e del giornalismo; Matilde, commercialista specializzata in startup, ne ha 30. Esistono tre modi per costituire una startup. Il primo è quello tradizionale. Il secondo consente di costituire la società con la sola firma digitale: in questo caso l’aspirante imprenditore predispone, in autonomia, la documentazione e la invia alla Camera di Commercio per via telematica tramite il portale Telemaco, accedendo dal sito startup.registroimprese.it. La terza via - quella che raccontiamo qui - è quella in cui l’aspirante imprenditore chiede la...

14 Marzo 2017

Le startup sono terra di conquista per i millennials

scritto da

Andrea Lippolis, leccese di 24 anni, nel maggio del 2016 lancia Featfood: una startup di consegna a domicilio di piatti salutari. Si accede al sito, si sceglie tra i menù la linea preferita - depurativa, energizzante, dimagrante e vegana - e da lì a poco un fattorino consegnerà a casa un pasto dal corretto apporto calorico studiato in collaborazione con medici nutrizionisti. Oggi la sua impresa innovativa è incubata presso il programma di accelerazione Impact Hub di Milano. Andrea ha iniziato a pensare alla sua impresa a 21 anni, a 24 riveste il ruolo di ceo. Cosa l'ha spinto a fondare un'azienda tutta sua? "Mentre...