20 Novembre 2020

Il piano anti-Covid di Women20 per il G20

scritto da

      Spesso ci dimentichiamo che non siamo sole. A combattere la battaglia della parità di genere – oltre a tutte coloro che ci hanno spianato la strada sin qui, come ci ha ricordato Kamala Harris - ci sono milioni di donne in tutto il mondo organizzate in associazioni, movimenti, enti e istituzioni che ogni giorno lavorano per affermare i diritti e le istanze di metà della popolazione mondiale. Anche e, soprattutto, in momenti drammatici come il 2020. Uno delle più rappresentativi è il gruppo di interesse della società civile Women 20, nato in seno al G20 nel 2015 durante la presidenza turca, con l'obiettivo di...

14 Febbraio 2020

Oltre le quote di genere nei cda

scritto da

      L’Italia è, ancora oggi, un Paese nel quale le disuguaglianze di genere sono molto radicate e diffuse. Lo certificano molteplici studi internazionali, tra cui il Global Gender Gap Report 2020 del World Economic Forum, che ha analizzato i dati di 153 paesi su quattro dimensioni: partecipazione alla vita economica e opportunità; educazione e formazione; salute e sopravvivenza; conferimento di potere (empowerment). Il Rapporto posiziona l’Italia al 76° posto in uno scenario di peggioramento: abbiamo perso altre 6 posizioni. Nella regione Europa occidentale e Nord America siamo 19°, subito dietro agli Stati Uniti e...

30 Gennaio 2020

A che punto siamo sulla leadership femminile?

scritto da

      Quanto sei a tuo agio con una donna leader, rispetto a un uomo? Ruota attorno a questa domanda specifica e diretta il Reykjavik Index for Leadership del Reykjavik Global Forum, iniziativa nata nel 2017 e protagonista di un panel del programma odierno / del 23 gennaio del Word Economic Forum a Davos. Osservati particolari del rapporto 2019, sono le maggiori economie globali, i Paesi del G7 più Brasile, Russia, India e Cina, studiati entro 22 settori economici: dall'automotive all'industria dell’intrattenimento, dalla partecipazione politica alla moda e al tech. In cima alla lista di questa seconda edizione si...

28 Gennaio 2020

Piano 2020 per le donne e per il Paese: una manciata di proposte (a costo quasi zero)

scritto da

        Qualcosa si è fatto. Molto resta da fare. Potremmo riassumere così la situazione delle iniziative parlamentari e del governo per le donne in Italia. La Manovra ha regalato, in zona cesarini (permettetemi la metafora tanto i parlamentari italiani sono per il 70% uomini e la capiranno agevolmente), grazie a qualche emendamento la proroga (a sei mandati) e l'aumento delle quote di genere negli organi societari delle società quotate (su cui per altro ora Consob ha aperto una consultazione lampo, dal momento che il 40% risulta inapplicabile nei collegi sindacali di 3 membri). Oltre ad aprire la strada al...

17 Dicembre 2019

Global gender gap: l'Italia scivola al 76esimo posto

scritto da

    Per la parità tra uomini e donne la strada è ancora lunga. Ci vorranno un centinaio di anni (per precisione 99,5) secondo il Global Gender Gap Report 2020 del World Economic Forum pubblicato oggi. Per la parità a livello di accesso alla partecipazione economica addirittura 257 anni. Il dato naturalmente è a livello globale. E l'Italia? Se lo scorso anno avevamo festeggiato la risalita al 70esimo posto (dall'82esimo posto del 2017), quest'anno dobbiamo incassare un brutto colpo. Siamo scivolati al 76esimo posto su 153 Paesi, solo una tacca più su del posizionamento che avevamo nel 2006.     A penalizzarci,...

10 Dicembre 2019

Ddl Bilancio, sale al 40% la quota di genere nei cda e collegi sindacali delle quotate

scritto da

      La quota di genere negli organi societari delle quotate sale da un terzo previsto dalla Legge Golfo-Mosca a due quinti (circa il 40%).  E' quanto prevede un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Bilancio del Senato. La richiesta, prima firmataria Donatella Conzatti (Iv) e appoggiata da Valeria Fedeli (Pd), ha ottenuto un consenso trasversale. L'emendamento di fatto estende quanto previsto dalle legge 120 del 2011, che introduceva la quota nel riparto dei membri per i consigli di amministrazione e i collegi sindacali delle società quotate in Borsa e controllate pubbliche. "Il grande lavoro che...

15 Marzo 2018

Donne e quote, Marcegaglia promuove la legge Golfo-Mosca: "Si vada avanti"

scritto da

    «A livello internazionale è cambiata la narrativa sull’empowerment femminile. Prima se ne parlava soltanto in una logica di equità, di donne donne vittime. Oggi si parla di uguaglianza tra uomini e donne come miglior modo per scoprire talenti e aumentare la capacità di crescita e di progresso: è un boost fortissimo alla capacità di crescita». Nel giorno del Graduation Day delle studentesse e degli studenti della School of Goverment diretta da Sergio Fabbrini, la presidente della Luiss Emma Marcegaglia - prima e unica donna ad aver ricoperto la carica di presidente di Confindustria dal 2008 al 2012, che dal 2014 ha...

22 Febbraio 2018

Diversity: tante parole e pochi fatti. Solo il 14% delle aziende la incentiva davvero

scritto da

    Solo il 40% delle aziende ritiene che la diversity sia importante per il successo del proprio business. E, tra queste, solo un ancor più basso 14% sta prendendo provvedimenti concreti per migliorare la diversità ai livelli apicali. Sono i principali risultati del report realizzato da Grant Thornton dal titolo “Diversity snapshot: ethnicity, age and gender”, uno studio che punta a mettere a fuoco il grado di diversity di circa 2.500 aziende (tra cui 50 italiane) distribuite in 35 Paesi nel mondo secondo tre criteri: la diversity riferita all’età, quella relativa alla composizione etnica dei team e quella legata al...

14 Novembre 2017

Diva Moriani: "La legge Golfo-Mosca andrebbe reiterata"

scritto da

    "Il pericolo di tornare indietro c'è, a mio avviso. Per questo sono a favore della proposta di reiterare la legge sulle quote di genere nei consigli di amministrazione delle società quotate e partecipate pubbliche". Diva Moriani, vicepresidente esecutivo IntekGroup, vicepresidente di KME AG, membro del consiglio di sorveglianza di KME Germany Gmbh e membro dei board di ENI, Assicurazioni Generali e Moncler (oltre che dei cda Dynamo Academy, Fondazione Dynamo e Associazione Dynamo Camp onlus), non ha dubbi sulla necessità di prolungare la legge 120/2011, che prevede al secondo e terzo rinnovo dei board dall'entrata in...

08 Marzo 2017

#8marzo - L’Italia fra il primato dell’Islanda e la maglia nera dell’Egitto

scritto da

La legge Golfo-Mosca sulle quote rosa ha regalato all’Italia un primato: insieme a Francia, Svezia e Finlandia, siamo il Paese europeo con la percentuale più alta di donne (il 30%) sedute nei Cda. Peccato che ci fermiamo qui. Al di fuori dei consigli d’amministrazione, ricorda Eurostat, in Italia le manager sono solo il 22% del totale. Siamo lontani dal primato della Lettonia, l’unico Paese della Ue dove la quota delle donne - con il 53% - supera quella degli uomini fra il management. Le dirigenti meglio pagate d’Europa, invece, sono quelle rumene: la differenza di stipendio rispetto ai colleghi maschi, per loro, è solo del...