Barbara Ganz

Potevo fare solo la giornalista: curiosa per contratto (e non serve alzarsi presto). Laureata in Economia e commercio, al Sole dal 2002 dopo una lunga pratica al Gazzettino di Venezia e nessuna scuola di giornalismo. Mamma adottata da due figli nati dove splende sempre il sole. Della truppa fanno parte anche due gatti e un santomarito. Sono nata a Valdobbiadene (1969), vivo a Mestre: mi occupo del Nordest (che racconto nel blog Il Cielo sopra San Marco), delle sue imprese e degli uomini e donne che lavorano sodo. Impastare è il mio più efficace antistress.
05 Dicembre 2016

Il caffè friulano che forma e prepara le donne coltivatrici (e migliora il reddito delle loro famiglie)

Incoraggiare l'emancipazione femminile, sostenere la parità di genere, promuovere l'uguaglianza sociale, contribuendo così a una maggiore sostenibilità nei Paesi di coltivazione. Tutto in un caffè? Il progetto è promosso dal Comitato di sviluppo Internazionale della SCAE – Specialty Coffee Association of Europe, cui partecipa attivamente anche la regione Friuli Venezia Giulia, terra di grandi aziende in questo settore. Il Comitato è presieduto da Alberto Polojac, responsabile acquisti e qualità di Imperatorazienda triestina che da oltre 50 anni seleziona e importa caffè verde di qualità dalle migliori piantagioni al...

26 Novembre 2016

L'emendamento che riduce l'ingiustizia fiscale per i figli rimasti orfani

Domenica sarà un giorno importante per i bambini italiani rimasti orfani di un genitore (300mila, secondo le stime). Un emendamento alla legge finaziaria, dopo due anni di tentativi falliti – se tutto andrà come previsto e come trapela dalle commissioni che ci stanno lavorando -  darà una prima risposta alla situazione vissuta nelle famiglie che hanno subito la perdita di un genitore. E’ il frutto della battaglia di donne, madri, che hanno vissuto la stessa perdita, e che risiedono in diverse regioni d’Italia. Tutte hanno subito la stessa situazione paradossale con il fisco, tutte hanno cercato informazioni e precedenti in...

23 Novembre 2016

Alaina Percival a Codemotion: "Ragazze, non c'è limite ai traguardi che potete raggiungere"

L’appuntamento è a Milano, da oggi (23 novembre) al 26 novembre: ritorna Codemotion, la più grande conferenza tecnica per sviluppatori: si tiene al Politecnico Milano, campus Bovisa, con due giorni di conferenza e due giorni di workshop. Uno dei temi clou dell'evento sarà la presenza delle donne nel mondo del coding: una presenza che può rappresentare una grande opportunità per l'industria dell'innovazione. Codemotion - fondata da Mara Marzocchi e Chiara Russo - investe da sempre nella riduzione del divario di genere e lo fa organizzando hackathon (maratone creative) per ragazze, percorsi di avvicinamento al coding nelle...

15 Novembre 2016

Dislessia e dintorni: Gabriella (mamma e presidente) e la coop in campo per i bambini e i ragazzi con Dsa

Gabriella siede al tavolo dei relatori nella sua doppia veste: presidente della cooperativa sociale Squero, che dal 2011 a Venezia promuove centri ricreativi e per il doposcuola, e mamma di un ragazzo con Dsa. La sigla sta per Disturbo specifico dell’apprendimento e riunisce un mondo – dislessia, difficoltà nella lettura; disgrafia, la difficoltà nel tratto grafico, quella che una volta veniva chiamata la “brutta calligrafia”; disortografia, che impatta sulle parole, la loro scrittura e le regole ortografiche, e discalculia, che ostacola gli automatismi dei meccanismi di calcolo dei numeri – e ha un impatto sui ragazzi e sulle...

08 Novembre 2016

Donne e guerra: arrivano una borsa di studio e un premio

Il nome più noto è quello di Maria Plozner Mentil, Medaglia d'oro al Valore militare concessa nel 1997 dal Presidente della Repubblica, colpita a morte il 15 febbraio 1916 a soli 32 anni da un cecchino austriaco appostato a circa 300 metri sopra Timau, mentre si concedeva un piccolo riposo dopo avere scaricato la gerla da un pesante carico. Una delle Portatrici carniche, ovvero di quelle donne "che sostennero con coraggio, solidarietà e spirito di servizio i combattenti della Prima Guerra mondiale". Ora una legge della regione Friuli Venezia Giulia ricorderà le donne che sostennero i soldati al fronte. Non è un caso se a Maria è...

19 Ottobre 2016

Alle madri con un salario basso conviene tornare a lavorare? Una domanda da 500 euro al mese (e molto di più)

Mi conviene tornare al lavoro dopo la maternità? Se ci metto le spese di trasporto, il costo di una babysitter, e poi magari del nido privato perché non c’è altro posto, la fatica di tornare a casa e trovare tutto da fare, quasi quasi non conviene. Questo è un argomento ricorrente, nei luoghi – anche virtuali, ad esempio i forum – dove le donne, neo mamme, si trovano a discutere. “Alle madri con bassi salari non conviene lavorare” – Questa affermazione (noi, nel titolo, l’abbiamo usata aggiungendo un punto di domanda) – compare nello studio “Famiglia, lavoro, gender gap: come le madri lavoratrici conciliano i...

29 Settembre 2016

Roberta, la mostriciattolaia che fa sparire le paure dei bambini (anche quelli grandi)

Chissà quale algoritmo di Facebook ha fatto comparire sulla mia bacheca un mostro: occhi a bottone, coloratissimo, salopette con tasca che nasconde chissà quali segreti. Le risposte nei commenti sono firmate Roberta Cibeu, la mostriciattolaia. Scusi Roberta, ha voglia di raccontare che razza di mestiere è? "Ma certo che ne ho voglia". Una storia un po' magica, in un certo senso - la definisce - che inizia con un lutto: "Cinque anni fa, purtroppo, ho perso mia madre, di una malattia fulminante, in un tempo davvero breve. Lei era l'unica nonna del mio bimbo, che le era molto affezionato. Quindi per noi, reduci pure dalla...

26 Settembre 2016

"Da domani mi muovo": un libro matrimoniale per decidere che fare attività fisica è come prendere un salvavita

Da domani mi muovo: chi non lo ha mai detto? Il motto dei pigri di ogni latitudine è anche il titolo di un romanzo "matrimoniale": lo hanno scritto Roberto Travan e Annalisa Dorbolò, imprenditori nel campo della salute e del wellness, fondatori di di Starbene Group, che a Ronchi dei legionari (Gorizia) riunisce palestra, fisioterapia, medicina specialistica e training a distanza. Quattro amici - tutti uomini - si reincontrano a distanza da anni, sulla soglia del mezzo secolo: fra pancette e acciacchi, quasi tutti dimostrano abbondantemente la propria età, ma uno di loro - uno solo - invece si presenta in buona forma. Come...

22 Settembre 2016

Professione balia: l'emigrazione, il lavoro, il dolore e l'emancipazione (solo) delle donne

Donne simbolo dell'emigrazione femminile, ma anche protagoniste di un'occasione di emancipazione sociale. Siamo nel XIX e in gran parte del XX secolo, quando "iniziò un flusso consistente di una nuova tipologia di lavoratrici italiane alla volta di Francia, Svizzera e Austria soprattutto - racconta il Dizionario enciclopedico delle migrazioni nel mondo -. Si trattava di una professione molto remunerativa per chi non aveva altro patrimonio o una professionalità da offrire, un'occupazione che, da quel momento in poi, iniziò addirittura ad essere pubblicizzata ed esportata". L'esodo interessa una parte 
consistente di...

15 Settembre 2016

Qui si parla di adolescenti: i genitori di figli in età petalosa sono pregati di accomodarsi fuori

I genitori paladini della privacy dei figli hanno, mediamente, una caratteristica in comune. L’età dei figli in questione, nella fase creatura innocente, morbidosa, petalosa. La notizia è che un giorno, la creatura, vi arriverà alle spalle e dirà la frase di sempre  –  c’è qualcosa da mangiare? – con una voce mai sentita prima, e  vi farà fare un balzo così. La voce di un uomo, e poco importa se poi lo guardi e vedi che quella definizione – uomo – è ancora un abbozzo. Se è femmina, la riconosci perché indossa la (tua) maglietta che hai dimenticato di nascondere, la (tua) borsa, i (tuoi) trucchi - "tanto a te...