07 Aprile 2021

Manager: ricambio generazionale alle porte

scritto da

      A valle della pubblicazione del Global Gender Gap Report 2021 del World Economic Forum, leggere il tema delle asimmetrie di genere e della difficile affermazione della leadership femminile nelle imprese attraverso la lente dell'evoluzione delle organizzazioni, della società e della demografia – cosi' come fa il recente Rapporto dell'Osservatorio mercato del lavoro e competenze manageriali di 4.Manager - offre una prospettiva molto interessante. Innanzitutto, perché permette di vedere la realtà nel suo insieme, non in modo unilaterale, ma interconnesso, non in modo statico ma in continuo movimento. E scoprire...

16 Dicembre 2020

Lavoro, dal governo a Confindustria l'obiettivo dichiarato è la parità di genere

scritto da

        Un gap che non può più aspettare di essere colmato. La parità di genere sul lavoro non è solo una questione di uguaglianza di diritti ma è necessaria alla ripresa del Paese, dopo la crisi della pandemia. Serve una svolta, però, in tempi rapidi. Perché nella situazione attuale e senza cambi di rotta serviranno ancora 60 anni per raggiungere la piena parità e per colmare il gender gap sul mercato del lavoro e sono davvero troppi. A metterlo in evidenza è un rapporto pubblicato dall'Osservatorio mercato del Lavoro e competenze manageriali di 4.Manager. Non solo: anche l'analisi di Asvis sull'attuazione...

22 Ottobre 2019

Sport senza barriere: a Dynamo Camp i manager si mettono in gioco

scritto da

      Hanno giocato tirando calci di rigore imitando gli atleti della Nazionale Italiana Calcio Amputati. Hanno provato che cosa significa il lancio del peso col braccio non dominante. Si sono cimentati nella corsa alla cieca, fidandosi della guida accanto. Ed infine, hanno provato la disciplina più impegnativa di tutte, la staffetta in carrozzina dove i partecipanti, abbinati a coppie, svolgevano “a staffetta” un percorso definito in cui una persona spinge la carrozzina  - senza correre, però -  mentre l’altra era seduta e a metà del percorso, nella  “switch area”, le due persone si invertono. Sono manager...

13 Giugno 2019

Giulia, ragazza Stem innamorata dell'informatica alla prova del Digital Lab

scritto da

    Giulia ha 16 anni, frequenta il liceo statale Volterra di Ciampino, da grande vorrebbe laurearsi in ingegneria aerospaziale perché  “non conosciamo ancora l’universo totalmente” e lei vorrebbe “collaborare a nuove scoperte”. Intanto si è appassionata all’informatica, e dopo aver partecipato a ‘Coding girl’ , un programma dedicato alle bambine e ragazze per colmare il digital gender gap, durante quasi tutto l’anno scolastico appena concluso ha partecipato, con la sua classe, all’Ericsson Digital Lab. Nell’ambito dei progetti di alternanza scuola-lavoro,  Ericsson insegna infatti la programmazione...

15 Marzo 2018

Donne e quote, Marcegaglia promuove la legge Golfo-Mosca: "Si vada avanti"

scritto da

    «A livello internazionale è cambiata la narrativa sull’empowerment femminile. Prima se ne parlava soltanto in una logica di equità, di donne donne vittime. Oggi si parla di uguaglianza tra uomini e donne come miglior modo per scoprire talenti e aumentare la capacità di crescita e di progresso: è un boost fortissimo alla capacità di crescita». Nel giorno del Graduation Day delle studentesse e degli studenti della School of Goverment diretta da Sergio Fabbrini, la presidente della Luiss Emma Marcegaglia - prima e unica donna ad aver ricoperto la carica di presidente di Confindustria dal 2008 al 2012, che dal 2014 ha...

08 Giugno 2017

Aziende: dal Manifesto della sostenibilità ad #alloraspengo per le scuole

scritto da

Fino a qualche anno fa il dibattito sull’inquinamento ambientale, in particolare sul global warming e le sue conseguenze, era acceso ma anche piuttosto confuso. Nella stessa comunità scientifica c’era chi drammatizzava e chi, invece, minimizzava. Ora, di fronte alle analisi dei più prestigiosi centri di ricerca e istituzioni internazionali, dalla Ellen MacArthur Foundation alla Banca Mondiale, non vi sono più dubbi. Il progressivo avvelenamento del pianeta ad opera dell’uomo è arrivato a un punto di non ritorno. E si sta correndo ai ripari un po’ ovunque, compresa l’Unione europea, con l’incentivazione di politiche...