06 Novembre 2019

Dal Business Casual al White Tie, sai leggere i dress code?

scritto da

    Black Tie, cocktail, business formal, business casual, smart elegant. Anche se nelle intenzioni un invito che specifica il dress code vorrebbe agevolare il ricevente ad adeguarsi stilisticamente all’evento annunciato, è pur vero che molto spesso quel gentile richiamo risuona ai più come un perfido “Lo sai, vero, come dovrai vestirti?” Momenti di panico e malcelati moti di ribellione di fronte alla prospettiva di dover indossare qualcosa di ‘appropriato’ ma che non sappiamo ben identificare (un’altra sfida nel nostro già complicato vivere quotidiano): cosa mettersi esattamente, come non arrivare troppo...

06 Agosto 2019

Perché il recruiting diventa sempre più social?

scritto da

      In Italia ci troviamo di fronte ad un paradosso. Sono meno di 3 milioni in Italia le ragazze e i ragazzi tra i 20-24 anni che appartengono alla Generazione Z e che rappresentano anche la nuova "forza lavoro". E’ in assoluto la generazione che si affaccia al mondo del lavoro in modo meno consistente a causa del crollo delle nascite e al tempo stesso è anche la generazione che sta facendo più fatica a trovare un lavoro soddisfacente e gratificante. C'è un motivo strutturale legato ad un mercato del lavoro complicato, competenze digitali che i ragazzi non possiedono, percorsi di studio che allontano e non...

14 Marzo 2017

Dress Code, hai rotto! Marchionne, Jobs, Zuckerberg e non solo

scritto da

Stiamo attraversando un momento in cui è forte la voglia di vestirci affrancandoci dai dress code e basandoci molto di più sul nostro benessere personale a prescindere dal resto. Le vecchie regole non funzionano più. Una volta si sapeva esattamente cosa si doveva indossare e in quale occasione. Esisteva il Galateo per condurre in modo socialmente rispettoso la nostra vita quotidiana e mondana, dall'invito per un thé, ad un matrimonio, alla prima teatrale. Così come esistevano regole tacite e non scritte, per vestirsi sul lavoro. Il bello (o il brutto) di oggi è che tutto è messo in discussione e il nostro approccio verso...

26 Aprile 2016

Ma ho la faccia da scienziata?

scritto da

L'abito fa il monaco. Ancora nel 2016 e anche nelle scienze e tecnologie. Un recente studio condotto dall’Università del Colorado ha dimostrato come la gente tenda a mettere in stretta correlazione l’aspetto e le attitudini professionali di una persona, specialmente se si tratta di una donna. Nel test, il campione di studio doveva valutare 80 foto di volti maschili e femminili, e tra questi stabilire quali secondo loro potevano appartenere a scienziati e quali ad insegnanti elementari. Mentre nel caso delle foto degli uomini l’associazione tra un viso e la possibile professione (scienziato o insegnante elementare) ha dato...