14 Febbraio 2020

La coppia dei sogni fra la maternità e le Olimpiadi di Tokyo 2020

scritto da

      Nel 2017, dopo una carriera sportiva all’apice, decidemmo di dare ancora più forma alle parole Amore e Famiglia. Una scelta decisamente azzardata, ma con un forte senso di responsabilità e convinzione. Noi, chiamati e conosciuti come “La Coppia Dei Sogni”, volevamo fortemente un figlio. Già, perché anche due persone con disabilità possono amarsi, avere figli ed avere una famiglia. Lo sport per noi è stato lo stimolo che ci ha permesso di affrontare la nostra disabilità con ancora più determinazione e di non fermarci davanti alle difficoltà, è stato anche il viatico della nostra storia d’amore che...

04 Agosto 2018

Da Mbappé a Gasol, quando i campioni si riconoscono fuori dal campo

scritto da

"Gli spettatori. Va bene emozionarli, va bene impressionarli, però la scena di fairplay della domenica allo stadio viene imitata da un ragazzino, ma non solo la scena di fairplay, anche altro..." E con la rivoluzione digitale “ora più che mai crescono le nostre responsabilità. Essere role model non è una scelta per un atleta, la scelta è fra l’essere un buono o un cattivo modello”. Nicolo Campriani, tre volte campione olimpico di tiro a segno così ha parlato il 25 maggio alla platea della Scuola dello Sport del Coni a Roma durante un incontro sul tema: ‘Ridurre la distanza tra spettatore e atleta’....

05 Novembre 2016

Genitori sugli spalti peggio degli Ultras della curva

scritto da

Val Seriana, sul campo di pallavolo che ospita il campionato Under 13 si affrontano la Nossese e il Cene, con squadre miste. Dopo il primo tempo i genitori della squadra in svantaggio iniziano ad insultare, con epiteti sessisti, i ragazzi della squadra avversaria. I genitori di questi ultimi reagiscono e si arriva alle mani. Devono intervenire i carabinieri a sedare gli animi. E i ragazzi? Al rientro in campo si mischiano non guardando più al colore della maglia e giocano così, senza più Nossese e senza più Cene, dando una lezione magistrale ai genitori increduli sugli spalti. E' solo uno dei milioni di episodi che infestano i...

03 Novembre 2016

"Per lei è perfetta la posizione del missionario". E ad Harvard scoppia il putiferio

scritto da

"Lei sembra relativamente semplice e, probabilmente sessualmente inesperta, per questo credo che la sua posizione preferita sia quella del missionario". Altre volte si trattava della posizione “The Triple Lindy”, “doggy style” o “cowgirl”. No, non è l'ennesimo fuori onda di Donald Trump. Stavolta, è proprio il caso di dirlo, si tratta proprio di chiacchiere da spogliatoio. Si tratta di un vero e proprio report stilato dai giocatori della squadra di calcio dell'Università di Harvard sulle colleghe del team femminile, giudicate per il loro aspetto ma soprattutto per le posizioni sessuali collegate al ruolo in campo. Lo...