19 Novembre 2019

Centri antiviolenza a rischio, ancora gravi ritardi sui fondi

scritto da

Venti milioni di euro di fondi statali stanziati nel 2018. Ad oggi, di questa cifra, solo lo 0,39% è arrivato nelle casse di centri antiviolenza e case rifugio, pari a 77mila euro. Percentuale che sale al 34% per i fondi del 2017 (12,7 milioni) e al 63% sui 17,5 milioni del biennio 2015-2016. E’ quanto emerge dal monitoraggio di Action Aid, aggiornato a ottobre 2019, sulle risorse che ogni anno il Dipartimento pari opportunità distribuisce alle regioni in base alla legge 119/2013, la legge sul femminicidio. “Vi è una mancanza di volontà politica di considerare la prevenzione della violenza una priorità”, ci spiega Isabella...

19 Novembre 2019

Queen Maya al WeWorld Festival: «Quando sei sul ring, devi essere giudicata come atleta»

scritto da

      «Mi piacerebbe che cambiasse questo punto di vista perché quando sei sul ring, sei una lottatrice, non devi essere giudicata per il tuo aspetto fisico, ma per come sei atleticamente e per come lotti». Sono le parole di Queen Maya, la prima wrestler italiana, tra le protagoniste della decima edizione di WeWorld Festival, in programma al Teatro Litta di Milano, venerdì 23 e sabato 24 novembre. Queen Maya prenderà parte al talk dal titolo “Dritte alla meta. La lunga corsa verso l’emancipazione femminile nello sport”, insieme all’ex pallavolista Francesca Piccinini, Serenella Quarello e Fabiana...

14 Novembre 2019

Violenza contro le donne: il nodo dei fondi è ancora da sciogliere

scritto da

Fondi pubblici per i centri anti violenza e case rifugio ancora insufficienti, riparto per il 2019 al palo, distribuzione delle risorse ancora a pioggia senza distinguere tra le varie realtà che esistono. A due anni dall'approvazione del primo piano nazionale anti violenza, e a pochi giorni dal 25 novembre, quando si celebra la Giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne, centri e associazioni impegnate nella lotta alla violenza di genere chiedono maggiori fondi e soprattutto maggiore attenzione nel passaggio delle risorse dalle Regioni ai Comuni. E cercando le cause di un sistema che ancora non funziona, puntano...

05 Novembre 2019

La Carta di Certaldo compie 25 anni, in difesa del lavoro di strada in Italia

scritto da

    Al mattino presto lo vedevo sempre al bar della stazione, a prendere un cappuccino. Era tutto stropicciato, probabilmente aveva dormito sulle panche della sala d'attesa. Era vestito male, trasandato, ma lo sguardo era vivo, lucido, di quelli che la vita l'hanno vista e forse anche al suo meglio. Aveva sempre addosso un pantalone di velluto a coste. Poi trascorreva il resto della giornata all'ipermercato, nell'area dove ci sono due tavoli e quattro sedie. Un'attesa perenne, interrotta solo dal panino delle 14 e da quello delle 20. Lo vedevo perché mi capitava di incrociare questo signore anche quando andavo a fare la...

22 Ottobre 2019

Sport senza barriere: a Dynamo Camp i manager si mettono in gioco

scritto da

      Hanno giocato tirando calci di rigore imitando gli atleti della Nazionale Italiana Calcio Amputati. Hanno provato che cosa significa il lancio del peso col braccio non dominante. Si sono cimentati nella corsa alla cieca, fidandosi della guida accanto. Ed infine, hanno provato la disciplina più impegnativa di tutte, la staffetta in carrozzina dove i partecipanti, abbinati a coppie, svolgevano “a staffetta” un percorso definito in cui una persona spinge la carrozzina  - senza correre, però -  mentre l’altra era seduta e a metà del percorso, nella  “switch area”, le due persone si invertono. Sono manager...

10 Ottobre 2019

Italia il 4 novembre sotto esame all'Onu

scritto da

    L’Italia non è ancora promossa in materia di diritti delle donne. E nel contrasto alla violenza e ai femminicidi, in particolare, ci sono molte lacune da colmare . Almeno stando al rapporto che diverse organizzazioni, come Be Free, Fondazione Panagea, La Lega internazionale delle donne per la Pace e libertà,  presenteranno a Ginevra l'11 ottobre in vista dell'appuntamento del 4 novembre, quando l’Onu metterà sotto esame l’Italia sul tema dei diritti umani. Il nostro Paese è infatti chiamato a fare il cosiddetto ‘terzo ciclo’ della Revisione periodica universale, una procedura per cui, ogni quattro anni...

26 Settembre 2019

#Prevenire i femminicidi: col progetto “Questo non è amore” 500 notizie di reato in tre anni

scritto da

    La presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio lo ha detto a chiare lettere. Nelle scorse settimane, ha spiegato Valeria Valente,  “abbiamo visto quante donne siano finite nella spirale della violenza, pur avendo denunciato. Lo dirò fino alla nausea: le donne che denunciano vanno protette, occorre rafforzare le tutele a favore delle vittime, investire sulla formazione del personale, sugli organici dei tribunali e sui centri anti violenza”. Secondo gli ultimi dati forniti dalla polizia di Stato, da gennaio ad agosto 2018 i femminicidi considerati nel solo ambito familiare e affettivo...

10 Settembre 2019

Londra città regina per la Generazione Z, Italia fuori da top ten

scritto da

Carlotta M. è un ragazza romana molto determinata, poco più che ventenne. Qualche anno fa si è trasferita a Londra per studiare Media & Communications. La scelta è caduta sulla capitale britannica perché “è una città piena di opportunità, l’università inglese prepara molto bene al mondo del lavoro, offrendo agli studenti internships già dal primo anno di studi”. Dopo la laurea, conseguita con rapidità e successo, Carlotta è rimasta a Londra dove ha completato anche un master. “Vivere a Londra – spiega – significa vivere in un ambiente multiculturale. In questi anni ho incontrato e ho imparato a rapportarmi con...

05 Settembre 2019

Vittoria, che guida un progetto Ue e li aiuta a casa loro

scritto da

      Studiare da interpreti e traduttori e poi andare a lavorare come cooperante internazionale nei Paesi del Sud del mondo, seguendo una passione che via via aveva preso il sopravvento. Vittoria Garofalo, foggiana, classe 1983, vive e lavora a Bangkok, in Thailandia, per coordinare un progetto UE con rifugiati birmani della Caritas spagnola. Questo appena iniziato sarà il suo terzo anno in Asia, insieme al marito e ai due bimbi, e sarà pieno di impegni e di progetti da seguire, portando avanti i sogni di adolescente che guardava ai grandi personaggi della Storia che hanno difeso i diritti dei più deboli e degli indifesi....

09 Luglio 2019

Violenza sulle donne: 33mila nei centri, forte divario tra Nord e Sud

scritto da

      C’è un esercito di 54.706 donne che, almeno una volta in un anno, ha bussato alla porta di un centro anti violenza per cercare aiuto, protezione dalle minacce e dalle botte, in alcuni casi temendo per la propria vita. Il 59,6%, cioè 32.632 donne, ha deciso di iniziare un percorso di uscita dalla violenza nei 338 centri esistenti in Italia, censiti ufficialmente per la prima volta da Istat e Cnr. Si tratta di 103 donne in media per ogni centro che ha partecipato al questionario. I dati tuttavia, che si riferiscono al 2017, mostrano un divario tra Nord e Sud del Paese: nel Settentrione sono state infatti accolte 143...