25 Luglio 2018

Proprietà intellettuale: sostantivo singolare maschile

scritto da

Questa nella foto è Patricia Bath, americana di Harlem, classe 1942, medico. E' stata la prima donna afroamericana a registrare un brevetto per la sua invenzione in campo medico. Era il 1986, e la dottoressa Bath firmava il primo laser per il trattamento della cataratta. Segnatevelo, il suo nome. Perché le donne nere sono mosche bianche, nei registri internazionali dei brevetti. Lo sostiene uno studio dell'Institute of Women's Policy Research pubblicato ieri. Già le donne titolari di un diritto di proprietà intellettuale sono poche in generale:  allo U.S. Patent and Trademark Office per esempio, l'ufficio brevetti a...

19 Marzo 2018

Perché alle donne importa così poco guadagnare la metà degli uomini?

scritto da

    La conoscenza è potere. O così almeno si crede che possa essere. Per questo l'amministrazione Obama prima e poi il governo britannico hanno messo in atto misure affinché le aziende rendessero note le remunerazione per spaccato di genere. E così si è saputo, ad esempio, che per  ogni sterlina guadagnata da un uomo, una donna in busta paga ci trova 41 centesimi. È questa la proporzione delle remunerazioni nel gruppo bancario internazionale HSBC, che in Gran Bretagna si riscopre campione di disparità salariale fra uomini e donne. Il gruppo ha una differenza media di stipendio del 59% a favore dei dipendenti uomini. Una...

20 Febbraio 2018

#Duedidue: le due vite di Germana Giordano Middleton, avvocata italiana penalista a New York

scritto da

    Da Bari a New York. Due nazioni cui appartenere. Due lingue da parlare fluentemente, per gli affetti e per lavoro. Due decenni – venti anni in tutto dal 25 gennaio 1998 – appena festeggiati in studio con una cliente, davanti ad un cupcake sormontato da una candelina. La storia di Germana Giordano Middleton si sposa perfettamente con il tema del mese di febbraio di AlleyOop, #Duedidue. In lei convivono e si allineano due vite, celebrate ogni giorno con entusiasmo e la voglia di farcela, come se fosse il primo giorno. La vita di Germana Giordano Middleton scorre, ogni giorno sempre diversa, come le puntate di “Law&Order...

13 Febbraio 2018

Ni una menos, lo sciopero femminista dell’8 marzo in Spagna

scritto da

    Si replica. L’anno scorso allo sciopero femminista dell’8 marzo aderirono circa 70 Paesi, Italia compresa. In Spagna ebbe più che altro una valenza simbolica: le donne si fermarono per un’ora o per mezz’ora, a seconda della comunità. E rimasero con il sapore sulle labbra. Così sin dal mese di aprile dello scorso anno iniziarono a organizzarsi in vista del 2018, con riunioni sparse sul territorio ogni 8 del mese, per decidere come mobilitarsi e fare le cose in grande. Uno sciopero di ventiquattro ore che coinvolga ogni settore del lavoro femminile, compreso quello domestico e le studentesse. “Huelga laboral,...

02 Febbraio 2018

‘AAA abito offresi’, un aiuto nella ricerca del lavoro

scritto da

    “Ma come mi vesto?” Può un abito ancora fare la differenza in un colloquio di lavoro?  E può aiutare a trovare indipendenza economica e fiducia in se stessi? A tanti potrà sembrare una formalità mentre  può trasformarsi in un aiuto fondamentale per donne disoccupate, che hanno bisogno di aiuto o immigrate. Con questa filosofia “Dress for Success”, la no profit americana  che aiuta le donne svantaggiate e le donne che ricevono la disoccupazione da più di quattro mesi a trovare lavoro e raggiungere l’indipendenza economica, dopo aver aperto a Roma la prima boutique, apre nella capitale i battenti della sua...

23 Gennaio 2018

Women's march, il risveglio politico non solo delle donne

scritto da

    "The future is still female" "My voice, my story, my body. Unite for hope" "Time's up" "Girls just wanna have fundamental human rights"   Centinaia di cartelli su un cielo azzurrissimo, a simulare una primavera anticipata, nelle strade di New York, che hanno visto sfilare nel week end la Women's march. Centinaia di cartelli colorati con i molteplici slogan a sostegno dei numerosi temi attorno a cui sta ancora prendendo forma il movimento. Donne di tutte le età, dalle bambine di pochi mesi alle ultra novantenni, incredule di dover ancora manifestare a difesa di diritti delle donne che pensavano ormai acquisiti da...

10 Novembre 2017

Dalle Creative Mornings alle Founders Dinners di @swissmiss. Conversazione con Tina Roth Eisenberg

scritto da

La campagna svizzera e le cataste di legna perfettamente ordinate fanno parte di un modo di essere che col passare del tempo può diventare stretto se si ha una mente particolarmente creativa e tanta, tantissima voglia di fare. Questo è quello che è successo a Tina Roth Eisenberg,a Swiss designer gone NYCconosciuta online comeSwissMiss”. “Sono cresciuta a Speicher, un piccolo paese di 2000 anime nel nord della Svizzera dove ogni giorno, fuori dalla finestra della mia camera, vedevo pascolare le mucche. I miei genitori erano entrambi imprenditori. Mia madre è stata una vera pioniera per l’epoca: da sola ha...

16 Ottobre 2017

Trump presidente anti-gay: sì al diritto di discrimare per motivi religiosi

scritto da

    Ve la ricordate Kim Davis, l’impiegata comunale del Kentucky che non accettava le richieste di matrimonio same sex in quanto fedele alla dottrina della chiesa? Per lei la sentenza della Corte Suprema Americana che dal 2015 obbliga tutti gli Stati a celebrare le nozze omosessuali, non aveva alcun valore rispetto alla “legge di Dio”, e perseverò a tal punto che un giudice federale ne dispose l’arresto. E Jack Phillips? Il pasticciere cristiano del Colorado che sempre per motivi religiosi si rifiutò di preparare la torta nuziale per una coppia di uomini? Anche lui fu denunciato e condannato per aver violato le...

11 Settembre 2017

Millennials&App: Google e Facebook vincono ma l'irrinunciabile è un'altra

scritto da

  Fino a quattro ore al giorno. È il tempo che i Millennials passano consultando il loro smartphone. Fare e ricevere telefonate è diventato però secondario, perché la maggior parte del tempo viene assorbita dalle applicazioni. Per la precisione l'uso di app rappresenta il 57% di tutti i consumi digitali. E la app più diffusa tra i giovani, potrebbe sembrare strano, non è una app di social media. Lo rivela lo studio di ComScore "The 2017 U.S. Mobile App Report" che ha esplorato le abitudini di utilizzo dei proprietari di smartphone negli Stati Uniti e mostra quali sono le app più amate e utilizzate dalla generazione...

09 Luglio 2017

"Mio figlio", la strage di Columbine raccontata dalla mamma di uno degli autori

scritto da

    “Era nato la mattina presto, l’11 settembre 1981. Come nel caso di suo fratello, io e Tom avevamo scelto per lui il nome di un poeta, lo scrittore gallese Dylan Thomas”, racconta così Sue Klebold, madre di Dylan, uno dei due adolescenti autori della strage di Columbine. Gli episodi della Columbine hign school hanno concluso la gioventù di un’intera generazione, la generazione X, proiettando la maggior parte di noi lontano, lontanissimo da quei loghi oscuri – dolci e disperati - che solo l’adolescenza sa generare. Eppure Sue, a distanza di diciassette anni da quell’orrore, ha scritto un libro per noi, "Mio...