11 Ottobre 2018

#IoPartecipo: a L’Aquila si incontrano le storie e i volti dell’Italia che si mobilita contro incertezza e paura

scritto da

    In questa Italia scassata, fragile, traballante, anche metaforicamente, molti sollevano l’esigenza e la necessità di ripartire con un nuovo slancio che risponda al clima di incertezza e di paura che si respira in questi mesi. Sì, ma come? Con la partecipazione attiva, sale della democrazia. Sì, ma dove? A L’Aquila, città simbolo che ha fatto della rinascita la sua ragion d’essere negli anni post terremoto. Da domani e fino a domenica 14 si terrà nel capoluogo abruzzese il Festival della Partecipazione: Storie e volti dell’Italia che si mobilita contro incertezza e paura. Promosso da ActionAid Italia e...

11 Ottobre 2018

Scuola e politica: binomio impossibile?

scritto da

Se ne discute da settimane, è diventata una questione che divide gli addetti ai lavori e non solo: è giusto “fare politica a scuola”? Tutto è nato da un tweet dell’attuale ministro dell’Interno, Matteo Salvini, il quale ha espresso la sua soddisfazione per la diminuzione degli insegnanti che “fanno politica a scuola”. Questa affermazione ha fatto emergere riflessioni sul tema e ha sollecitato alcuni docenti a rispondere. In particolare, un insegnante di Pordenone, Enrico Galliano ha messo nero su bianco i suoi pensieri a riguardo, attraverso una lettera aperta, indirizzata al Ministro: “La politica che faccio e che...

05 Ottobre 2018

Warhol, il maestro della pop art in mostra a Roma

scritto da

      “Alcuni critici hanno detto sono il Nulla in Persona e questo non ha aiutato per niente il mio senso dell’esistenza. Poi mi sono reso conto che la stessa esistenza non è nulla e mi sono sentito meglio”   Marilyn Monroe, Liz Taylor, Liza Minnelli, Caroline di Monaco, Regina Schrecker, Grace Jones e Judy Garland. Ci sono tutte le donne che hanno ispirato l’arte di Andy Warhol (1928-1987), il maestro della pop art è cui è dedicata una mostra al Complesso del Vittoriano – Ala Brasini a Roma fino al prossimo 9 febbraio. Oltre 170 opere, per lo più provenienti dalla collezione di Eugenio Falcioni, che...

21 Agosto 2018

Perché non si parli dei nuovi schiavi del Sud Italia solo ad agosto

scritto da

    Non é facile parlare della propria terra, specie quando non ci sono eventi da commentare di cui andare fieri. Il rischio che si corre é di sembrare campanilistici o molto più probabilmente poco oggettivi. L'evento in questione è quello che ha inevitabilmente segnato questa estate 2018 in Capitanata, provincia settentrionale della Puglia, ovvero la morte dei braccianti agricoli avvenuta nei primi giorni di agosto, in due distinti incidenti stradali. Stipati in vagoni sgarrupati, dopo lunghe ed estenuanti giornate di lavoro a spaccarsi sulla schiena sotto il sole per raccogliere i pomodori, tornano alle loro baracche...

16 Agosto 2018

Una politica fatta a suon di tweet e like non serve a nessuno

scritto da

    Nel paese dove è nata mia madre, il sindaco di oggi aveva un nonno comunista e una nonna democristiana. Lei andava a messa la domenica, lui comprava L'Unità. Lei, quando puliva in casa e doveva spostare il giornale, usava uno straccio per non toccarlo, lui non capiva perché avesse la convinzione che sarebbe finita all'inferno se lo avesse fatto. Il nipote, a distanza di decenni, è stato rieletto al secondo mandato con una lista civica. Nei paesi italiani lo scontro duro in politica c'è sempre stato e non certo con i toni da Don Camillo e Peppone. C'erano familiari che non si salutavano per mesi dopo le elezioni, voti...

29 Giugno 2018

Ho pianto, e non me ne vergogno

scritto da

      Al recente incontro di Giovani Confindustria Forlì Cesena, dal titolo “Coniugare genitorialità e imprenditoria è possibile? Le storie di chi ci è riuscito”, un’imprenditrice di successo ha iniziato a piangere mentre raccontava come aveva messo insieme tutto lei: la sua azienda, i suoi bambini e una separazione. La sala, già scaldata dal tema del dibattito che invitava a guardare al binomio vita-lavoro in modo diverso, è scoppiata in un applauso affettuoso e l’imprenditrice ha così potuto condividere altre emozioni, insieme ad alcuni importanti insegnamenti su come l’animo umano sia sempre in gioco e...

19 Giugno 2018

Dalla politica all'insegnamento, quanto è importante come parliamo?

scritto da

Politici, avvocati, giornalisti, venditori, manager, insegnanti, psicologi, medici, negozianti, impiegati agli sportelli. Chiunque oggi sia professionalmente a contatto con il pubblico  ha la necessità sociale di migliorare la propria “presentazione di sé”, in una connessione sempre più stretta tra la forma e il contenuto. Per essere “accettati”, infatti, per proporsi, per proporre il proprio "prodotto" e, soprattutto, per differenziarsi e diventare magari d’esempio sbaragliando la concorrenza, non basta più, semplicemente, conoscere, non basta essere, non basta "il contenuto": Occorre anche “sapersi presentare”...

12 Giugno 2018

Migranti: nella battaglia dei numeri continuano a perdere i più deboli

scritto da

    Nella battaglia dei numeri chi continua a perdere sono sempre i più deboli, che siano donne, bambini, minori non accompagnati o persone con difficoltà. Eppure la fredda contabilità dovrebbe far capire l’entità dei problemi, aiutare a comprendere la dimensione e le fattezze dei fenomeni, sostenere la formulazione di idee, opinioni e concetti. Invece, non è così. Tutti a parlare senza cognizione di causa. I numeri “parlano”, eccome se parlano. Raccontano tanto di quella che da molti è considerata la “minaccia dell’invasione”. Eppure si parla da tempo di crollo degli sbarchi. In queste ore concitate, abbiamo...

04 Giugno 2018

Governo, attacchi e difese della stampa tedesca

scritto da

    Venerdì 1° giugno 2018 la rubrica del mattino della versione online del giornale tedesco Die Zeit era dedicata all’Italia e più precisamente alla sua tendenza a indignarsi quando gli stranieri, in particolare la Germania, si immischiano in questioni interne al Paese. Firmato da Ulrich Ladurner, l’articolo intitolato “Gli stranieri devono tenere la bocca chiusa?” prende le mosse dal confronto al vetriolo tra la politica italiana e “gli stranieri” cui stiamo assistendo da giorni, quantomeno a partire dalla pubblicazione dell’editoriale di Jan Fleischhauer su Spiegel Online intitolato “Gli scrocconi di...

31 Maggio 2018

Governo, da dove si dovrebbe ripartire?

scritto da

    Il bandolo della matassa si fatica a trovare e gli italiani seguono gli aggiornamenti dal Quirinale minuto per minuto per vedere una schiarita. Leggere quanto sta succedendo è difficile anche per i commentatori politici più esperti e per chi sta seguendo da vicino le mosse dei protagonisti. Una situazione in divenire, che desta l'interesse anche degli Stati e della stampa estera. Bill Emmott sul Financial Times due giorni fa scriveva "Driving Italy out of the euro makes no sense at all" (un titolo che la dice già lunga sulle argomentazioni), mentre Le Monde ci ricorda: "Près de trois mois sans gouvernement en Italie :...