16 Ottobre 2018

Le ragazze coraggiose cha a 18 anni conquistano il mondo

scritto da

A 18 anni Cleopatra diventa Regina d'Egitto e una delle donne più potenti della storia. A 18 anni Malala Yousafzai apre una scuola per ragazze rifugiate siriane, invitando i leader di tutto il mondo a fornire "libri e non proiettili". A 18 anni Britney Spears pubblica uno degli album più venduti al mondo e Serena Williams vince l'U.S. Open. 18 anni sono qualcosa di più di un semplice compleanno. A 18 anni, una donna su cinque in tutto il mondo si sposa. Milioni di diciottenni si iscrivono all'università. In Italia ci sono circa 541.000 diciottenni che finalmente possono votare e guidare una macchina.  E' un momento importante...

15 Ottobre 2018

#Unimpresadadonna, etiope e trentina insieme: è la ricetta de "La capra felice"

scritto da

        Inclusione sociale, sostenibilità ambientale, armonia con la natura: sono queste le basi su cui Agitu Ideo Gudeta ha fondato "La capra felice", azienda di agricoltura biologica in Val di Gresta, in provincia di Trento. Partita con 15 capre di una razza in via di estinzione e un secondo lavoro con cui sostentarsi, oggi il suo gregge conta 180 capi. Grazie a loro produce formaggi biologici e cosmetici a base di latte caprino e presto espanderà l'azienda con delle stanze e una cucina dove ospitare viaggiatori e cuochi da tutto il mondo. Quarantenne, nata ad Addis Abeba, Agitu approda in Italia otto anni fa. Non...

12 Ottobre 2018

Perché è un privilegio poter indossare la cravatta

scritto da

        Il Parlamento italiano non ha un dress code (regole di abbigliamento) per le donne, perché non erano previste. Questo dà una “divisa” agli uomini (giacca alla Camera, giacca e cravatta al Senato) e lascia libere le donne di vestirsi come vogliono. E di non avere una divisa. Che effetto fa la divisa? Rende più facile il riconoscimento dei propri simili, rendendoli immediatamente visibili e creando un “effetto squadra”. Chi non la indossa ha più difficoltà a farsi riconoscere e di conseguenza a essere incluso. Come evitare questa forma di esclusione? Tremo all’idea di un dress code per le donne nelle...

08 Ottobre 2018

"Ecco perché, da calabrese, sono orgogliosa di Mimmo Lucano"

scritto da

        Sono nata in Calabria 26 anni fa. Come tanti miei coetanei e come molti hanno fatto prima di me, sono partita da casa mia per inseguire un sogno e oggi vivo a Roma. La Capitale è un continuo susseguirsi di incontri e opportunità ma nonostante questo - ogni volta che torno a casa - riprendere il treno che mi porta lontano e mi fa raggiungere la mia nuova quotidianità è straziante. Perchè io la mia terra la amo, con tutta me stessa. La mia famiglia, le mie radici, il mio mare, ogni angolo di casa mi riempie gli occhi e il cuore di meraviglia e poesia. Quando si parla della Calabria generalmente si ricordano...

07 Ottobre 2018

Mamme con la partita iva. Chi sono e come se la cavano?

scritto da

    “Ho sempre invidiato un pochino chi lavora in un posto che sa di caffè del dopo pranzo preso insieme ai colleghi mentre si chiacchiera di cosa fare nel fine settimana: ero, e sono, abituata a lavorare da sola; e il caffè bevuto da soli resta amaro anche se ci si affoga dentro un’intera piantagione di canna da zucchero.”   Accompagno il mio bimbo all’asilo, lo lascio con il labbrino tremulo in braccio all’educatrice che mi saluta dicendomi “buon lavoro”! Grazie, anche a te. Poi torno a casa. No, non si è sbagliata a dirmi buon lavoro. È che io a casa ci lavoro. Rientro nel mio appartamento concentrandomi...

04 Ottobre 2018

Se si lavora meno tempo si produce di più (e si sta meglio): ecco le prove

scritto da

    La "legge di Parkinson" è del 1955, nominata per la prima volta in un articolo dell'Economist e poi al centro di una pubblicazione. L'autore, Cyril Northcote Parkinson, studiando il funzionamento delle organizzazioni osservò come il tempo per concludere un lavoro si espandesse fino a riempire le ore a disposizione per completarlo. Fissando un tempo inferiore, quindi, nella maggior parte dei casi lo stesso lavoro poteva essere completato in meno ore. Ovviamente dipende dal lavoro, dal contesto e dalla situazione, ma certo è che negli anni il fatto che la produttività sia inversamente proporzionale alle ore lavorate...

02 Ottobre 2018

Una generazione senza limiti

scritto da

Una nuova generazione si sta affacciando al mondo del lavoro: 1,8 miliardi di giovani, di età compresa tra 10 e 24 anni, rappresentano la Generazione Z e ogni mese 10 milioni di giovani raggiungono l'età lavorativa, pronti a iniziare una vita professionale. Otterranno una formazione adeguata? Faranno un lavoro che li soddisfi? O saranno lasciati indietro? Queste domande dovrebbero essere la priorità dei Governi di tutto il mondo perché i ragazzi e le ragazze della Gen Z saranno i leader di domani. Saranno le persone che inventeranno nuovi mezzi di trasporto, nuove cure e cambieranno le nostre economie. Non sono solo i...

01 Ottobre 2018

Lavoro, giovani troppi qualificati in Italia

scritto da

       - Prof, la volevo fare io la tesi su overeducation, ma ho visto che l’ha già assegnata … - Eh, sì.  - Avevo trovato questo articolo (Lavoro, un laureato su tre è troppo istruito per il mestiere che fa),  proprio interessante … ci sono così pochi laureati e così tanti overeducated … Se il mercato non assorbe altri laureati, a cosa serve la nostra fatica? La volevo fare io questa tesi … - Può sviluppare l’approccio di genere, evidenziando la relazione tra overeducation e il differenziale di retribuzione tra laureati e laureate.  - Perché, c’è un nesso? - Sicuro (Overeducation and...

27 Settembre 2018

Sport e attività fisica sul posto di lavoro incrementano la produttività aziendale

scritto da

                  Più la pratica dello sport e dell’attività fisica sul posto di lavoro. È l’obiettivo di EMoCS (European Meetings for Company Sport), il progetto europeo nato nell’ambito del programma Erasmus+ e guidato dalla Federazione europea per lo sport aziendale (EFCS), che presenta il suo primo evento il 27 settembre a Parigi, in occasione della Settimana europea dello sport. Conferenze, tavole rotonde, testimonianze, best practice, esposizioni, sport village e una maratona a staffetta gli appuntamenti in programma. La popolazione europea sta infatti diventando sempre più sedentaria....

26 Settembre 2018

Da mamma non posso misurare il merito solo con il mio lavoro

scritto da

    Qualche giorno fa, mentre attendevo il mio turno incolonnata in auto, di ritorno dal lavoro, mi sono ritrovata ad ascoltare un'intervista di Sebastiano Barisoni a Paolo Crepet. L'argomento era incentrato sui figli, la scuola, l'educazione, la dedizione ed il sacrificio, il merito e l'elite. La sera, dopo aver sistemato la casa, preparato la colazione ed il pranzo per l'indomani ed aver messo a letto la bimba, ne ho parlato a mio marito. Lui, seduto in poltrona, ed io sul divano. Ho ragionato all'educazione che avevo ricevuto da bambina ed a come i miei genitori mi abbiano insegnato il sacrificio con leggerezza, senza...