11 Agosto 2018

Rally, le Pink Mambas italiane nella corsa dal Sud Africa al Mozambico

scritto da

      “Abbiamo dedicato questo viaggio a tutte le donne del mondo, nella speranza di diventare per loro un piccolo esempio di coraggio che possa ispirarle nell’affrontare le paure e i pregiudizi che le legano a una dimensione che non sentono propria. Noi stesse abbiamo attinto il nostro coraggio da altre donne: quelle che abbiamo incontrato nella Casa del Sorriso di Cape Town e che lottano ogni giorno per superare i traumi delle violenze subite grazie al sostegno e al calore dello staff di Cesvi. Le ringraziamo ancora una volta per averci incontrate, abbracciate, accolte; per aver condiviso con noi il loro percorso di...

08 Marzo 2018

Awa Traore, una storia nascosta nel nuovo film di Marco Tullio Giordana

scritto da

    I personaggi dei film di Marco Tullio Giordana restano nel cuore perché sono degli eroi civili, ancorati alla realtà in cui vivono, personaggi che con la loro storia raccontano anche il loro tempo e una sfaccettatura della società. Nome di donna, nelle sale simbolicamente dall’8 marzo, sul tema delle molestie nell’ambiente di lavoro, è una storia di coraggio e determinazione, ma anche di miseria e fragilità, perché spesso le vittime sono tali perché non hanno via di fuga. Curiosando nel making of del film, tra i personaggi secondari e le attrici su cui svetta la protagonista Cristiana Capotondi, abbiamo trovato...

22 Febbraio 2018

Diversity: tante parole e pochi fatti. Solo il 14% delle aziende la incentiva davvero

scritto da

    Solo il 40% delle aziende ritiene che la diversity sia importante per il successo del proprio business. E, tra queste, solo un ancor più basso 14% sta prendendo provvedimenti concreti per migliorare la diversità ai livelli apicali. Sono i principali risultati del report realizzato da Grant Thornton dal titolo “Diversity snapshot: ethnicity, age and gender”, uno studio che punta a mettere a fuoco il grado di diversity di circa 2.500 aziende (tra cui 50 italiane) distribuite in 35 Paesi nel mondo secondo tre criteri: la diversity riferita all’età, quella relativa alla composizione etnica dei team e quella legata al...

30 Agosto 2017

Dall'Eritrea o dalla Nigeria, ecco un altro buon motivo per emigrare

scritto da

I libri che avete ordinato per l'inizio della scuola non arrivano? La copertina del quadernone  rosa fucsia è introvabile in cartoleria? Il certificato con le vaccinazioni obbligatorie da consegnare in segreteria è un rebus e vostra figlia si rifiuta di fare l'ultimo degli 11 (undici!!) temi per le vacanze assegnati dalla maestra in terza elementare? Se siete già stressati per il nuovo anno scolastico prima che il nuovo anno scolastico sia ancora cominciato, fermatevi un attimo, osservate la cartina qui sopra e dite grazie. Vostra figlia a scuola ci va, mentre 32 milioni di bambine nel mondo non hanno mai visto un banco nè...

06 Giugno 2017

La lenta riscossa delle (super)donne africane passa anche dai cartoni animati

scritto da

Buone notizie per le donne africane. Secondo lo studio “Prospettive economiche in Africa”, appena pubblicato, alcuni Paesi del continente avrebbero raggiunto un livello di sviluppo medio-altro con effetti positivi anche sul fronte del rispetto delle pari opportunità. Il report - realizzato dalla Banca africana dello sviluppo in collaborazione con l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico e con il programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo – illustra, infatti, i progressi fatti da 18 Paesi su 54 dal punto di vista della sanità, dell’istruzione e, in generale, della qualità di vita. Questo non significa...

20 Maggio 2017

Una corsa in Rwanda sulle tracce di Action Aid

scritto da

Non ti dimenticare del Rwanda, questo era il titolo del mio video documentario girato durante il mio primo viaggio in Rwanda.  Non ti dimenticare di quelle facce, di quel luogo e di quelle storie. Ora dico, quante possibilità c'erano che in due anni lungo il mio percorso avrei incontrato Action Aid e che mi proponessero un progetto che nelle date per me disponibili, fosse realizzabile solo in Rwanda? Poche, eppure è successo. Non mi sono dimenticato del Rwanda anzi ci sono proprio ritornato e questa volta ero convinto di arrivarci più preparato, di aver capito questo popolo così complesso ma invece no. Il Rwanda è proprio quel...

06 Febbraio 2017

La lotta alla mutilazione genitale femminile un fenomeno sempre più italiano: il piano per coinvolgere le aziende

scritto da

Omar  Abdulcadir è un medico ginecologo nato in Somalia dove il 95-98% delle donne subisce la mutilazione genitale. Prima di venire in Italia, Abdulcadir nel suo Paese d’origine assiste alla infibulazione di sette sorelle. Un’episodio mai dimenticato che influisce sulla sua decisione, dopo la laurea in medicina, di specializzarsi in ginecologia e dedicarsi alla deinfibulazione delle donne mutilate. Il suo lavoro a Firenze porta a un primo riconoscimento nel 2003 quando nasce al Careggi il Centro regionale per la prevenzione e cura delle complicanze dovute alle mutilazioni genitali femminili. A oggi nel centro sono state deinfibulate...

27 Gennaio 2017

Il Giorno della Memoria e il ragazzo gambiano suicida nel Canal Grande

scritto da

Oggi è il Giorno della Memoria, per ricordare le vittime della Shoah, istituito dall'Assemblea Nazionale delle Nazioni Unite nel 2005. Quello che mi è rimasto appiccicato addosso dalla visita al campo di concentramento di Dachau e al Museo Ebraico di Praga è la determinazione a restituire a ciascuna delle vittime una identità, il nome e il cognome, gli oggetti personali, le foto... Come se fosse il primo atto dovuto a chi come prima sevizia aveva subìto la deprivazione della propria individualità: via i capelli, via gli oggetti e i vestiti, via i documenti, addosso una divisa e un numero. Erano "gli Ebrei", una massa uniforme...

20 Settembre 2016

Ecco quanti miliardi di dollari ci costa il gender gap

scritto da

Novantacinque miliardi di dollari sono più di tre manovre finanziarie, stando ai piani del governo Renzi. Con questi soldi ci si può ribaltare le sorti di un Paese. Novantacinque miliardi sono più dei 60 miliardi di aiuti che ogni anno l'Europa stanzia per tutto il continente africano. Eppure, 95 miliardi sono i costi del gender gap nella sola Africa sub-sahariana: circa il 6% del Pil della regione. Quando si dice che la mancanza di parità fra uomini e donne ha un costo... La stima è stata fatta dall'Undp, il Programma per lo sviluppo delle Nazioni Unite, che ha calcolato come le differenze di genere nel lavoro, nell'accesso alle...

17 Giugno 2016

Bambine che crescono in fretta. O solo culture diverse?

scritto da

I miei capelli sono un po’ mossi, lunghi e obiettivamente facili da gestire. Quelli delle mie figlie, che sono nate in Etiopia, sono come delle soffici nuvole senza peso: sottili sottili ma con ricci tipo fusilli. Sono quattro anni che non li tagliamo, stiamo aspettando che decidano di piegarsi alla legge di gravità. “Mamma, quando andranno verso il basso?”, mi chiedono periodicamente. “Non lo so tesoro, prima o poi crescendo diventeranno più pesanti e inizieranno a scendere!”. La verità, parliamoci chiaro, è che io di capelli afro non so nulla. Sono anni che mia figlia minore, che oggi ha quasi 9 anni, mi chiede di fare...