15 Ottobre 2018

#moltopiùdi194, la manifestazione di Verona per difendere il diritto all’aborto

scritto da

    Erano in tantissime e tantissimi. Una marea di oltre 5 mila persone ha riempito il centro di Verona sabato per partecipare alla manifestazione di protesta #La194nonsitocca della rete femminista Non Una di Meno contro la mozione antiabortista approvata dal consiglio comunale della città scaligera. Un impegno collettivo e massiccio che ha unito donne e uomini, associazioni, collettivi studenteschi e LGBTQI provenienti da tutta Italia scesi in piazza per l’iniziativa a favore dell’aborto libero e sicuro. Non Una di Meno a livello nazionale ha aperto uno stato di agitazione permanente. Verona è la prima tappa di una...

11 Ottobre 2018

#IoPartecipo: a L’Aquila si incontrano le storie e i volti dell’Italia che si mobilita contro incertezza e paura

scritto da

    In questa Italia scassata, fragile, traballante, anche metaforicamente, molti sollevano l’esigenza e la necessità di ripartire con un nuovo slancio che risponda al clima di incertezza e di paura che si respira in questi mesi. Sì, ma come? Con la partecipazione attiva, sale della democrazia. Sì, ma dove? A L’Aquila, città simbolo che ha fatto della rinascita la sua ragion d’essere negli anni post terremoto. Da domani e fino a domenica 14 si terrà nel capoluogo abruzzese il Festival della Partecipazione: Storie e volti dell’Italia che si mobilita contro incertezza e paura. Promosso da ActionAid Italia e...

05 Ottobre 2018

Tre cose per consentire davvero agli italiani di "fare i papà"

scritto da

        C’è un disegno di legge (il ddl 735) che vuole obbligare gli uomini a fare qualcosa che nessuno gli ha mai chiesto prima: passare almeno 12 giorni al mese con i figli. Attenzione: qui non si intende solo esserci la mattina per portarli a scuola e la sera per il bacio della buonanotte, ma la gestione totale dell’agenda filiale per 12 interi giorni al mese. Vuol dire sapere dove sono in ogni momento della giornata, coordinarne spostamenti e appuntamenti, accertarsi che mangino, facciano i compiti, arrivino a destinazione, curare le relazioni con i genitori dei loro amici, conoscere i nomi dei loro insegnanti e...

03 Ottobre 2018

Zanza, le donne e il ddl Pillon

scritto da

        Il ddl Pillon, fra critiche e crociate, schiacciato da altre priorità parlamentari, pare lento nel suo iter, ma incombente. Mentre se ne discuteva in Commissione Giustizia, moriva Zanza, l’ultimo dei vitelloni romagnoli. Quanto si è parlato di Pillon, tanto si è scritto di Zanza, seimila conquiste femminili dichiarate nei suoi sessant'anni di vita. A fare incrociare i due non sono stati lo sfoglio di un quotidiano e la casualità temporale, bensì l’accusa che Pillon - il suo ddl - sia figlio di Zanza. A unire il picaro e il ddl del papista sarebbe il disprezzo per le donne. Qui conviene fare un...

03 Ottobre 2018

L’Italia? È il Paese più ignorante d’Europa

scritto da

        Ma in Italia, secondo voi, il numero di immigrati è aumentato o diminuito? E quello dei reati? Conoscere certe cose non serve solo per vincere ai quiz televisivi. Serve per essere presenti a noi stessi e consapevoli del mondo che ci circonda, serve a sapere in quale società viviamo, serve a capire quando è l’ora di cambiare le cose. Serve a scegliere quale partito votare, per esempio. L’ignoranza, al contrario, è una brutta bestia. E non è necessariamente una questione di titoli di studio. Peccato che in Italia, di alto, non abbiamo solo lo spread. Abbiamo anche il tasso di ignoranza. Ignoranza nel...

25 Settembre 2018

Ddl Pillon: dialogo fra papà, impegnati e non

scritto da

        In questa foto vedete due splendidi esemplari di papà moderni, premurosi, impegnati, attenti, presenti, affettuosi. Entrambi hanno fatto del loro essere padri quasi una cifra stilistica nelle rispettive attività professionali. Quello a destra ha due figli da due donne diverse (mo’ sta con una terza donna che gli/ci darà presto nuova e fresca prole italica, come da regolare e solenne impegno sottoscritto nel glorioso contratto di governo) e ci ricorda un giorno sì e l’altro pure che tutta la sua azione politica è pensata e attuata (senza arretrare di un millimetro) in quanto ministro e ”in quanto...

19 Settembre 2018

Pensata la paternità, rimangono da fare i padri

scritto da

      Nel dibattito pubblico si parla spesso di padri, ma solo se separati e si usa il termine bigenitorialità esclusivamente quando le famiglie esplodono. Analogamente la politica cavalca la narrazione del povero padre separato, privato di prole e risorse e ne fa vessillo di un torto da raddrizzare. Cerchiamo di essere chiari, la povertà dei padri separati esiste, ma a un padre separato e indigente corrispondono quasi sempre una madre e dei figli economicamente fragili. Di questa è povertà, senza declinazione di ruolo, la politica farebbe un gran bene a occuparsene seriamente. Invece la sensibilità diffusa, talvolta...

17 Settembre 2018

Ddl Pillon, il Parlamento prende tempo. Dal M5S assicurano: "Si arriverà a testo equilibrato"

scritto da

      Il senatore leghista Simone Pillon nell’ultima diretta Facebook ha spostato in avanti le lancette: «Chi lo sa che per Pasqua non riusciamo a regalare ai bambini le vacanze con la mamma o con il papà». Niente “dono” sotto l’albero di Natale, come credeva all’inizio. L’iter del suo disegno di legge «in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità» (testo Senato S 735) non sarà infatti così veloce: le audizioni cominceranno la prossima settimana o la prima di ottobre, ma poi bisognerà aspettare. Il disegno di legge è assegnato alla commissione Giustizia del Senato in...

14 Settembre 2018

Mamma e papà finalmente pari, a cominciare dalla cattiva sorte

scritto da

      Il disegno di legge 735 a firma Pillon è un’ottima notizia per il nostro Paese. A quanto pare abbiamo finalmente deciso di prendere sul serio le raccomandazioni europee* e l’esempio di Paesi come il Belgio e la Svezia, più avanti di noi sul tema della genitorialità condivisa. "Il bambino", dice testualmente il documento “ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con il padre e con la madre, di ricevere cura, educazione, istruzione e assistenza morale da entrambe le figure genitoriali, con paritetica assunzione di responsabilità e di impegni e pari opportunità. Ha anche il diritto di...

05 Settembre 2018

«Me ne assumo io la responsabilità»

scritto da

Per i miei figli, al mare, «Reazione a catena» è una tappa obbligata, dopo la doccia e prima della cena. Vanno matti per il gioco a premi enigmistico di Rai1. Così, quando ci sono, non mi sottraggo e mi diverto con loro. Puntata speciale quella di ieri: le Focaccine hanno vinto 147.000 euro e si sono aggiudicate il record stagionale. Ma la vera notizia è un’altra, e ve la racconto. Per chi non l’ha mai visto, spiego. Il gioco finale consiste nell’indovinare l’ultima parola della catena di associazioni linguistiche, con o senza aiuto. E l’aiuto, naturalmente, ha un prezzo: chi lo chiede, dimezza il montepremi. La...