22 Novembre 2018

Ddl Pillon, un padre assente per 15 anni potrà chiedere di vivere con la figlia?

scritto da

    Cara Alley, Mia figlia ed io siamo sole da sempre, ma con una famiglia alle spalle come poche. LAura (il nome è di fantasia) è nata e voluta da una relazione con un ”bambino” di 4 anni meno di me: io ne avevo 24,lui 20. Decisa e cercata, forse con poca coscienza da parte di entrambi, ma sicuramente voluta. Alla nascita la bambina prende il mio cognome,  perché lui non voleva prendersi la responsabilità. Cerco per tanti anni di fargli avere un rapporto responsabile con noi, non ci riesco in nessuna maniera. Lavoravo tutto il giorno e ho portato la bambina a crescere insieme ai miei genitori (vivo questa...

16 Ottobre 2018

Bambini e mense scolastiche, lettera del sindaco di Samassi alla sindaca di Lodi

scritto da

    Pubblichiamo la lettera pubblica scritta da Enrico Pusceddu, sindaco di Salassi, alla sindaca di Lodi, che ha approvato con la.sua giunta la delibera per chiedere ai genitori di bambini stranieri le certificazioni sui redditi nei Paesi di origine per poter accedere alle agevolazioni per la.mensa scolastica. Gentile collega, mi chiamo Enrico Pusceddu e sono il Sindaco del Comune di Samassi un piccolo paese del Sud Sardegna, situato nella (ex) Provincia del Medio Campidano che ancora oggi le statistiche considerano la più povera d’Italia. Probabilmente il Comune che ho l’onore di amministrare non ha nulla a che...

08 Ottobre 2018

"Ecco perché, da calabrese, sono orgogliosa di Mimmo Lucano"

scritto da

        Sono nata in Calabria 26 anni fa. Come tanti miei coetanei e come molti hanno fatto prima di me, sono partita da casa mia per inseguire un sogno e oggi vivo a Roma. La Capitale è un continuo susseguirsi di incontri e opportunità ma nonostante questo - ogni volta che torno a casa - riprendere il treno che mi porta lontano e mi fa raggiungere la mia nuova quotidianità è straziante. Perchè io la mia terra la amo, con tutta me stessa. La mia famiglia, le mie radici, il mio mare, ogni angolo di casa mi riempie gli occhi e il cuore di meraviglia e poesia. Quando si parla della Calabria generalmente si ricordano...

01 Ottobre 2018

Ddl Pillon: le donne non tornerano indietro, faranno scelte diverse

scritto da

        Non fate figli, non divorziate, ma anche non sposatevi, non smettete di lavorare, non sceglietevi mariti e mogli con stipendi più alti o più bassi dei vostri. La società potrebbe cambiare in fretta e probabilmente non accadrà quello che auspica chi ha scritto il disegno di legge 753 (ndr, cosiddetto Pillon), che vorrebbe una famiglia unita nel bene, e purtroppo, anche nel male. Sì, nel male, perché di questo si tratta: conquiste di generazioni di donne vissute nel secolo scorso, che saranno messe a rischio. Io le ho viste le famiglie unite del secolo scorso: fatte di madri e mogli che non potevano...

26 Settembre 2018

Da mamma non posso misurare il merito solo con il mio lavoro

scritto da

    Qualche giorno fa, mentre attendevo il mio turno incolonnata in auto, di ritorno dal lavoro, mi sono ritrovata ad ascoltare un'intervista di Sebastiano Barisoni a Paolo Crepet. L'argomento era incentrato sui figli, la scuola, l'educazione, la dedizione ed il sacrificio, il merito e l'elite. La sera, dopo aver sistemato la casa, preparato la colazione ed il pranzo per l'indomani ed aver messo a letto la bimba, ne ho parlato a mio marito. Lui, seduto in poltrona, ed io sul divano. Ho ragionato all'educazione che avevo ricevuto da bambina ed a come i miei genitori mi abbiano insegnato il sacrificio con leggerezza, senza...

05 Settembre 2018

Narrazioni differenti, come ti scopri di fronte alla malattia

scritto da

      Lasciare una traccia di sé, nel momento in cui la vita ti porta a confrontarti con una parola imprevista, spesso negata, o a volte urlata a squarciagola. Cancro. «Ho il cancro». Spesso arriva come un boomerang, un fulmine a ciel sereno in una meravigliosa notte d’estate, altre volte dà dei chiari segnali prima del suo arrivo, un po’ come un ospite premuroso che, prima di entrare nel tuo corpo, ti avvisa che la sua villeggiatura sarà lunga. Per alcuni è la fine di un cerchio, per altri una sfida, per altri ancora un nuovo inizio. Cristina, quando ha scoperto di avere un carcinoma al seno in un pomeriggio di...

29 Agosto 2018

Papà, voglio giocare a calcio. Il nuovo sogno delle bambine

scritto da

      “Papà voglio giocare a calcio!” – mi disse sorridendo. Mentre mi guardava aveva il faccino tipico di chi ha in mente una marachella, uno scherzetto, forse aveva capito già che stava “osando”. Erano giorni che le chiedevo quale sport volesse fare, aveva quasi 9 anni e di fare nuoto non se ne parlava, di continuare a fare ginnastica artistica non ne aveva voglia, ed ora, all’improvviso, mi parlava di calcio decisa e sicura. - Ma non conosco nessuna squadra femminile, fino ad ieri parlavamo di nuoto……. Vuoi fare pallanuoto? Vuoi provare? – le risposi di getto; poi la sua dolce insistenza sfociò in...

18 Aprile 2018

Nilde: al Sud i giovani ambiziosi si sentono dei falliti

scritto da

    Cara Alley, mi chiamo Nilde. È un nome importante, di cui vado fiera; evoca l’assemblea costituente ed uno dei genitori, delle madri, della nostra beneamata carta Costituzionale; mi riporta ad un tempo, non poi così lontano, in cui i valori non erano solo belle parole di cui riempirsi la bocca, ma modi concreti di operare nella società e nella politica. Se un’Italia così è esistita, ho buone ragioni per sperare che essa possa ritornare tale, persino migliore. Lo confesso, sono ambiziosa. Ma anche delusa, arrabbiata eppure mai stanca di credere. Ho trentun’anni anni ed in me tutti i sogni del mondo. In terra di...

01 Marzo 2018

Cara Alley, non bisogna usare i figli per sfogare le proprie paure e i propri dolori

scritto da

    Cara Alley, ti scrivo perché vorrei provare a parlare di qualcosa che mi sta molto a cuore per capire se il mio approccio è sbagliato. Quando mio figlio aveva tre anni a causa di un tumore molto aggressivo ha subito l’enucleazione dell’occhio destro. Adesso ha quasi sei anni, va in piscina, corre, gioca ed è felice. E’ ovvio che ancora non posso sapere nel suo intimo che tipo di accettazione stia elaborando in merito al fatto che porta una protesi e vede da un occhio solo ma se lo guardi con i suoi amici al parchetto vedi solo un bambino oggettivamente strabico e oggettivamente felice. In questa avventura che...

29 Gennaio 2018

Roberta: "Sono una risorsa dimenticata in un angolo dalla mia azienda"

scritto da

    Cara Alley Oop, credo che sia tu il posto giusto per poter raccontare di me, della mia situazione, della situazione di tante persone. Mi permetto quindi di scriverti qui. Qualche anno fa il termine MOBBING era di moda, era un trend topic; spesso usato e abusato dimenticando il suo reale significato più vicino a concetti come vessazione, umiliazione, o addirittura aggressione fisica o verbale. Nel Bel Paese invece si usava parlare di MOBBING soprattutto nei casi di demansionamento lavorativo o di volontario allontanamento di una risorsa dal suo contesto professionale. Adesso si legge e si parla molto di...