Olimpiadi 2026: Cortina da Cenerentola a regina dei Giochi delle Alpi

scritto da il 02 Agosto 2018

ba3b2b12-863a-43c8-8cee-5064f75a847a

È stata l’ultima delle tre a presentare la propria manifestazione di interesse. Eppure Cortina d’Ampezzo oggi, dopo la candidatura a tre – insieme a Milano e Torino – confermata dal Coni per ospitare i Giochi invernali 2026, sembra la più convinta e convincente del terzetto.

Mentre Torino e la sindaca Chiara  si rimettono nelle mani del Governo e il sindaco Beppe Sala tiene Milano fuori dalla governance, Fondazione Cortina proprio in questi giorni ha dato il via alla realizzazione della nuova Finish Area nella Ski Area di Rumerlo, all’adeguamento della viabilità comunale e ai tre tunnel di collegamento sciistico sulla pista “Vertigine”. Sono i primi cantieri promossi direttamente da Fondazione Cortina 2021 che realizzerà, già per la prossima Coppa del Mondo di Sci femminile prevista a gennaio 2019, l’assetto definitivo della Ski Area dove si svolgeranno le gare maschili e femminili di discesa libera, supergigante, slalom gigante e parallelo dei Campionati del Mondo 2021.

Sono molto contento – ha commentato il Commissario Luigivalerio Sant’Andrea – grazie alla sinergia tra le Istituzioni territoriali abbiamo mantenuto gli impegni assunti secondo la programmazione delle attività indicate nel Piano degli Interventi: in pochi mesi abbiamo fatto tre Conferenze dei Servizi e affidato i lavori in zona Rumerlo. Il completamento della nuova finish area entro gennaio 2019 consentirà di poter organizzare le gare di Coppa del Mondo femminile con il layout del 2021. Avremo perciò la possibilità di testare le infrastrutture di gara già due anni prima del grande evento”.

giovanni-malago_luca-zaia_carlo-mornati

I Campionati del Mondo di Sci Alpino 2021 si svolgeranno a Cortina dal 7 al 21 febbraio 2021: 14 giorni di gare maschili e femminili di discesa, superG, gigante, slalom e combinata che porteranno nell’ampezzano oltre 600 atleti da 70 nazioni, pronti ad aggiudicarsi gli 11 titoli mondiali in palio.

Ci siamo dati una tabella di marcia decisamente intensa – ha commentato Valerio Giacobbi, amministratore delegato di Fondazione Cortina 2021 – dialoghiamo quotidianamente con la struttura del Commissario Sant’Andrea per centrare gli obiettivi che ci siamo dati nei tempi concordati”.

Proprio i Mondiali del 2021 hanno fatto di Cortina la sede ideale per lo sci alpino nel progetto di candidatura promosso dal Coni. Quella presentata dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, è sempre stata una candidatura voluta e sostenuta dal territorio, dalle comunità e dagli Enti locali. “In Veneto e Trentino Alto Adige siamo sempre stati compatti nel volere le Olimpiadi del 2026, per noi non sarebbero un evento come tanti altri: sarebbe l’evento, al quale lavoreremmo con attenzione e lungimiranza, consapevoli dell’opportunità sul piano sociale ed economico rappresentata dagli investimenti in queste aree di montagna”, ha dichiarato Zaia.

Nel 2026, a Cortina, la bandiera olimpica tornerebbe a sventolare esattamente settant’anni dopo la celebrazione delle prime Olimpiadi invernali italiane del 1956. E al Cio queste ricorrenze sembrano sempre piacere parecchio.