Alley Oop


L’altra metà del Sole

25 Giugno 2018

Startupper ribelli: il fintech con impatto sociale

scritto da

    “Mi sono innamorata della tecnologia a 12 anni quando, in ufficio di mio padre, vidi per la prima volta la tastiera del computer e la sedia girevole. Ricordo che mi ci sedetti sopra e mentre schiacciavo i tasti di quello strumento magico e misterioso, decisi che da grande avrei voluto fare proprio quello: sprofondare su una grande sedia girevole e giocare con i numeri scritti su quei quadratini neri”. Di quel desiderio di bambina Benedetta Arese Lucini ne ha fatto un lavoro. A soli 33 anni è infatti una delle donne più note del panorama tech italiano e una delle prime ad aver capito che le startup sarebbero state il...

25 Giugno 2018

Bastano 17 anni per rivoluzionare la scuola (con il coding e i robot)

scritto da

    Essere "dreamer" a diciassette anni potrebbe sembrare facile. Ma se hai realizzato il tuo primo robot a undici anni guardando un video in inglese su Youtube e sei anni dopo, appunto, hai una scuola dove organizzi corsi di robotica e tecnologia, quel "dreamer" acquista tutt'altro significato. Valeria Cagnina, classe 2001, ha già al suo attivo esperienze al Massachusetts Institute of Technology (MIT), una delle più importanti università di ricerca del mondo, ma anche all’ETH il Politecnico di Zurigo e all’EPFL, il Politecnico di Losanna. Maker, cioè artigiana digitale, e MIT Duckietown senior tester, Cagnina è founder...

25 Giugno 2018

Startupper ribelli: si parte con una pioniera del biotech

scritto da

  Puoi avere una famiglia che sogna per te un futuro rassicurante come da tradizione e poi, dai banchi di scuola, poco più che adolescente, vedere un mondo che si apre e capire che la tua vocazione è un’altra. Puoi fare ricerca biomedica in uno degli istituti più prestigiosi del mondo e poi diventare imprenditrice perché la tua attività scientifica raggiunga l’unico obiettivo che desideri: avere un impatto reale sulla società. «Bisogna ragionare fuori dagli schemi. E in questo la mia professoressa di matematica al liceo ha giocato un ruolo fondamentale, le sarò per sempre grata», esordisce Laura Indolfi, cofondatrice e...

22 Giugno 2018

Tra ricerca e attivismo: l’arte dell’illustratrice italo-nigeriana Diana Ejaita

scritto da

    «Per fare arte devi innanzitutto essere sincero con te stesso perché soltanto così anche gli altri potranno ritrovare una parte di sé nella tua storia»: queste le parole di Diana Ejaita, illustratrice e designer italo-nigeriana oggi di base a Berlino. Nata nel 1985 a Cremona da madre italiana e padre nigeriano, Diana ha dapprima trovato nell’arte una via per superare il trauma e la rabbia di un’infanzia e di una giovinezza vissute in Italia senza mai sentirsi accettata per via del colore della sua pelle. Oggi quella stessa arte è diventata uno strumento di lotta e di impegno politico contro il razzismo e la...

22 Giugno 2018

FIGC: il calcio femminile punta ad avere 100mila tesserate

scritto da

    C’è soddisfazione ma anche la consapevolezza che il lavoro da fare è ancora tanto, soprattutto a livello culturale. È quanto emerso dall’incontro della Federazione Italiana Giuoco Calcio con la stampa estera per parlare della qualificazione della nazionale femminile ai prossimi Mondiali di Francia 2019 e della crescita del calcio femminile in Italia. Hanno preso parte all’appuntamento il commissario straordinario della Figc Roberto Fabbricini, il Direttore Generale della Figc e Vice presidente Uefa Michele Uva e la ct della nazionale Milena Bertolini. “Il nostro è un progetto iniziato nel marzo 2015 con un...

22 Giugno 2018

Se stiamo insieme ci sarà un perchè

scritto da

      Purtroppo non stiamo sperimentando appieno l’eccitazione di questi Mondiali. Il calcio mette in gioco una caratteristica rilevante nella specie umana: quella verso la competizione. La nostra capacità di “attaccare o scappare” ci ha consentito di sopravvivere e prosperare nei millenni, e per questo oggi proviamo tanto gusto nel vederlo accadere sul rettangolo verde. D’altronde, come dice la Treccani: “Questo è il tifo. In Italia, soprattutto e da sempre, il tifo per eccellenza è quello calcistico. Metafora di una malattia che, secondo l'etimo remoto (il greco tŷphos), «indicava propriamente ‘fumo,...

21 Giugno 2018

L'umanità può essere insegnata?

scritto da

In queste ultime due settimane, ascoltando la tv o leggendo i giornali, mi sono accorta che uno dei termini più utilizzati è stato umanità. Mi sono chiesta, allora, se davvero ne conosciamo a fondo il significato, se sappiamo ancora distinguere l’umano dall’artificiale e, soprattutto se i Millenials o i nativi digitali riescano ad attribuire un senso autentico a questa parola. La tecnologia ha senza dubbio aperto le frontiere, da una parte: tutti collegati con tutti, in ogni parte del mondo. Non esistono distanze in apparenza, né domande senza risposta. Ci si può rivolgere al proprio dispositivo o addirittura ad un...

21 Giugno 2018

La discriminazione porta inefficienza e non conviene a nessuno

scritto da

    Nelle economie moderne, il problema delle discriminazione si pone quando “individui con le stesse caratteristiche economiche ricevono salari differenti, e le differenze sono sistematicamente correlate con talune caratteristiche non economiche dell'individuo come la razza e il sesso” (Stiglitz 1973). Dal punto di vista economico questo problema è rilevante perché produce inefficienza allocativa, e diventa particolarmente difficile da risolvere nel caso della discriminazione statistica, per la quale trattare diversamente due gruppi di individui ugualmente produttivi è il risultato di una scelta razionale dei datori di...

20 Giugno 2018

Unimi: elezioni senza esclusioni di colpi per la carica di rettore. Ma ora si guarda ai progetti

scritto da

    Fino a qualche giorno fa correva per essere la prima rettrice dell'Università Statale di Milano. Maria Pia Abbracchio è nata e ha studiato nel capoluogo lombardo e dopo 30 anni e passa di ricerca e di lavoro nell'ateneo ha pensato bene di candidarsi a rivestire questo ruolo di vertice per il prossimo settennio. Una scelta non facile, eppure motivata da passione e spirito di servizio. Unimi conta più di 60mila studenti ed è un'eccellenza in molti campi e si accinge a questo cambio, non senza qualche strascico polemico, come il progetto di trasferimento a Expo. Donna di scienza, piombata quasi all'improvviso nell'agone...

20 Giugno 2018

Genitori separati, il collocamento paritario previsto dal contratto di governo ha senso?

scritto da

    Nel contratto per il Governo della Lega e 5Stelle si propone come regola l'affido condiviso con collocamento paritario per realizzare un equilibrio tra le due figure genitoriali, rivalutando il mantenimento in forma diretta. L'affido condiviso dei figli minori dal 2006 (L.54/2006) è la regola per l'affido dei figli a seguito della cessazione della convivenza tra i genitori. Dal 2006 infatti l'affido condiviso che prima era l'eccezione è divenuta la regola, nel mentre l'affido esclusivo è divenuto l'eccezione. Non c'è alcun dubbio che per una crescita equilibrata e sana di un figlio sia opportuna la frequentazione...