Gravidanza: una nuova app per controllare il diabete

scritto da il 08 Maggio 2018

field-grass-mom-34773

Gli studi sul diabete in gravidanza sono diversi ma tutti concordi: può essere pericoloso soprattutto per il bambino. Per esempio, uno studio dell’American Journal of Epidemiology collega lo sviluppo precoce delle ragazze all’aumento del rischio che possano poi sviluppare il diabete durante la gravidanza. Un altro studio americano, pubblicato sul British Medical Journal, imputa l’insorgenza della patologia all’alto consumo di patate prima del concepimento.

Il diabete gestazionale colpisce tra il 10 e il 20% delle donne in attesa e solitamente emerge nelle ultime fasi della gravidanza. Il rischio insito nell’alterazione del metabolismo del glucosio per la mamma si traduce nella possibilità di complicazioni durante il parto, mentre nel bambino può accrescere la produzione di insulina portandolo a un rischio di obesità o del diabete nel corso della vita.

A Trento, l’unità di ricerca e-health della Fondazione Bruno Kessler ha messo a punto una app per aiutare le donne in attesa a gestire il diabete in gravidanza. “TreC – Diabete” (le tre ‘c’ stanno per Cartella Clinica del Cittadino) è il nome della app che viene prescritta dal Centro Diabetologico del capoluogo trentino. Attraverso di essa, la paziente e il team di medici che l’hanno in cura possono infatti consultare e monitorare un diario digitale del diabete per seguirne, passo dopo passo, l’evoluzione.

La fase di test ha visto la prescrizione a 17 donne che hanno utilizzato la app quotidianamente, dalle prime fasi della gestazione fino al parto.