Arte: le 10 mostre da non perdere nel 2018

scritto da il 26 Gennaio 2018

musei

Da Aosta a Palermo. L’anno appena iniziato si presenta ricco di esposizioni da non mancare. Noi ne abbiamo selezionate dieci per voi, appuntamenti da segnare in agenda per gli amanti dell’arte:

guido_reni_strage_degli_innocenti_1611_da_s-_domenico_03“La Strage degli innocenti. Manifesto del Raffaellismo di Guido Reni” al Museo Archeologico di Aosta fino al 18 febbraio 2018. La mostra-dossier dedicata a uno dei maggiori artisti del Seicento bolognese e alla pala d’altare datata 1611, proveniente dalla Pinacoteca nazionale di Bologna, permette di studiare nei minimi dettagli uno dei capolavori della storia dell’arte, anche attraverso una serie di apparati multimediali.

27sibillini“Capolavori Sibillini. Le Marche e i Luoghi della Bellezza” al Museo Diocesano di Milano fino al 30 giugno 2018. Una selezione di 56 opere provenienti dai territori marchigiani colpiti dal terremoto del 2016. Tra questi anche lavori di Perugino, Crivelli, Spadino, Cristoforo Munari, Cristoforo Unterperger, Corrado Giaquinto, Simone De Magistris, Ignazio Stern, Nicola di Ulisse da Siena, Salvatore Monosilio e Vincenzo Pagani.

frida-kahlo“Frida Kahlo. Oltre il mito” al MUDEC – Museo delle Culture di Milano dal 1° febbraio al 3 giugno 2018. Per la prima volta in Italia, la mostra riunisce le opere provenienti dal Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e dalla Jacques and Natasha Gelman Collection, le due più importanti e ampie collezioni dedicate all’artista messicana, insieme a materiali inediti e d’archivio frutto di sei anni di studi e di ricerche.

Dal 26 settembre 2018 al 27 gennaio 2019., invece, spazio a Paul Klee e il Primitivismo.

1296_1cc755ae5bd2dee“Auguste Rodin. Un grande scultore al tempo di Monet” al Museo di Santa Caterina di Treviso dal 24 febbraio al 3 giugno 2018. È l’esposizione conclusiva delle celebrazioni per il primo centenario dalla scomparsa dell’artista francese (1840-1917), a completamento di un programma di grandi esposizioni che ha visto coinvolti anche il Grand Palais di Parigi e il Metropolitan di New York.

image“Capolavori dal Philadelphia Museum of Art” al Palazzo Reale di Milano dall’8 marzo al 2 settembre 2018. Cinquanta capolavori, tra cui opere di Monet, Degas, Renoir, Cezanne, Matisse e Picasso, provenienti da una delle più importanti istituzioni museali degli Stati Uniti, fondata nel 1876.

In autunno, nella stessa location, due mostre dedicate ad altrettanti artisti contemporanei: dal 18 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019 Picasso e il Mito che indaga il rapporto dello spagnolo con l’antichità e Carlo Carrà dal 4 ottobre 2018 al 3 febbraio 2019, a trent’anni dall’ultima rassegna dedicata al pittore di Quargnento.

landscapes91“Utagawa Hiroshige” alle Scuderie del Quirinale di Roma dal 16 marzo al 17 giugno 2018. Oltre duecentotrenta opere del maestro giapponese che ha messo al centro della sua pittura il paesaggio e la natura, tra le quali le famose Cento vedute della Capitale di Edo e Cinquantatre Stazioni di posta del Tokaido.

peggy-guggenheim “1948: la Biennale di Peggy Guggenheim” alla Collezione Peggy Guggenheim di Venezia dal 25 maggio al 25 novembre 2018. Quest’anno segna il 70° anniversario dell’esposizione, la prima in Europa, della collezione della mecenate statunitense all’interno delle sale del Padiglione Greco, allestite dall’architetto veneziano Carlo Scarpa, in occasione della XXIV Biennale della città lagunare.

marinaabramovic“Marina Abramović” al Palazzo Strozzi di Firenze dal 21 settembre 2018 al 20 gennaio 2019. Oltre cento opere dagli anni Settanta a oggi e la riesecuzione dal vivo di alcune tra le più celebri performance di una delle personalità più controverse dell’arte contemporanea, celebre per l’utilizzo del proprio corpo come strumento di espressione.

gustave_courbet_-_the_sleeping_spinner_-_wga05461“Courbet e la natura” al Palazzo dei Diamanti di Ferrara dal 22 settembre 2018 al 6 gennaio 2019. Dopo circa cinquant’anno dall’ultima rassegna a lui dedicata, il padre del Realismo torna in Italia con una retrospettiva che racconta la sua carriera e il suo rapporto con la natura dove, per l’artista francese, si poteva trovare “il bello”.

Sempre qui si terrà una nuova retrospettiva dedicata a Giovanni Boldini dal 16 febbraio al 2 giugno 2019, protagonista anche di un’altra mostra alla Galleria d’Arte Moderna di Milano dal 16 marzo al 17 giugno 2018.

annunciata1“Antonello da Messina” al Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas di Palermo dal mese di ottobre 2018. La mostra dedicata all’artista siciliano mette in risalto le sue relazioni con la scultura mediterranea e il mondo nordico, fiammingo e la sua successiva influenza sulla pittura lombardo-veneta.